Biancospino: proprietà, benefici e controindicazioni

di Eryeffe del 5 ottobre 2015

Andiamo alla scoperta di un’altra pianta della salute, il biancospino, elencandone le proprietà, i benefici ma anche le controindicazioni

Da secoli è conosciuto come la ‘pianta del cuore’ per l’alto concentrato di flavonoidi e di principi attivi antiossidanti che fanno di questa preziosa pianta officinale un cardioprotettore utilissimo nella lotta ai radicali liberi: parliamo del biancospino, varietà arbustiva appartenente alla famiglia delle Rosaceae il cui nome botanico è Crategus oxyacanta.

Il biancospino si presenta sottoforma di arbusto spinoso dalla corteccia giallastra. Il fogliame cespuglioso è adornato da una bella fioritura primaverile bianco-rosata particolarmente profumata. Diffuso soprattutto nelle aree settentrionali e nei terreni incolti a ridosso dei boschi, il biancospino predilige climi temperati e nel pieno del suo sviluppo può raggiungere i 5 metri d’altezza.

SCOPRI ALTRE PIANTE DELLA SALUTE:

La storia del biancospino

Il nome deriva dal greco oxys (‘punta’) e akantha (‘spina’) ed era utilizzato sin dall’antichità per adornare altari soprattutto durante le cerimonie nuziali. Sia Celti che Latini dedicavano al biancospino un periodo dell’anno (di solito maggio) e durante il Medioevo una pianta era collocata al centro di ogni piazza per celebrarvi intorno danze e riti propiziatori.

biancospino proprietà

Biancospino: scopritene tutte le proprietà ed i benefici

I primi Cristiani associavano il candore dei suoi fiori all’immagine delle Madonna, i frutti rosso intenso al sangue di Cristo e le spine dei ramoscelli alla sua corona di spine.

Le proprietà del biancospino: benefici

I benefici del biancospino sono associati soprattutto alle sue proprietà cardioprotettrici e cardiotoniche che favoriscono la dilatazione delle arterie coronaiche, e quindi l’irrorazione del cuore, e il potenziamento della tonicità del muscolo cardiaco (grazie ai proantocianidoli). Il suo utilizzo è quindi consigliato in caso di ipertensione, aritmie e tachicardie soprattutto di origine nervosa.

Un altro prezioso principio attivo presente nel biancospino è la vitexina, che agisce come spasmolitico, sedativo e ansiolitico naturale: un toccasana in caso di ansia, insonnia e stati emotivi particolari spiccati.

LEGGI ANCHE: Guida alle piante officinali per la fitoterapia

Le controindicazioni del biancospino

Sostanzialmente il biancospino è sconsigliato nei soggetti affetti da pressione bassa, quindi in caso lo vogliate assumere come rimedio naturale per insonnia od ansia e soffriate di ipotensione, ci consigliamo di consultare il vostro medico.

La ricetta dell’infuso a base di biancospino

Per realizzare un buon infuso a base di biancospino è sufficiente 1 cucchiaio raso di fiori e foglie lasciato in infusione in 1 tazza di acqua bollente per circa 10 minuti. Una volta filtrato, l’infuso può essere assunto per calmare agitazione,stati d’ansia e prevenire l’insonnia.

Se ti interessa il biancospino ma anche curarsi con le erbe e approfondire la fitoterapia, guarda questi libri:

Sciroppo di Biancospino - 200 ml
Integratore alimentare a base di piante e derivati
€ 13
Fitoterapia
Guarire con le piante
€ 14.5
Ricettario Medico di Fitoterapia
Formulario pratico per medici e farmacisti
€ 29.9
Manuale di Fitoterapia
Misteri e poteri delle piante
€ 18
Curarsi con Erbe e Piante
Autori Vari
€ 4.9
Erbe - Istruzioni per l'Uso - Libro
€ 9.9
Cucinare con le Erbe Selvatiche
Autori Vari
€ 4.9
Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment