Erbe medicinali e aromatiche

Epilobio: proprietà e utilizzi del “garofanino di bosco”

L’epilobio è un genere di piante perenni che cresce presso i climi temperati. Se ne conoscono almeno 200 specie, alcune di queste vengono utilizzate in omeopatia soprattutto come tonico, per il sistema cardiovascolare, e per trattare i problemi del tratto urinario. Scopriamolo meglio in questa guida dedicata.

Epilobio: proprietà e utilizzi del “garofanino di bosco”

L’Epilobium cresce soprattutto in alta quota, nelle regioni montane. Le specie utili a livello medicale sono quelle dal fiore piccolo, rosa o pallido, come:

  • Epilobium roseum
  • Epilobio a fiore piccolo (Epilobium parviflorum)
  • Epilobium montanum (epilobio di montagna)
  • Epilobium lanceolatum
  • Epilobio di collina (Epilobium collinum)
  • Epilobium palustre (l’epilobio palustre)
  • Epilobium anagallidifolium

Epilobio proprietà

Si tratta di una delle erbe medicinali utili per trattare problemi intestinali come diarrea e stitichezza, l’epilobio, detto anche ‘garofanino di bosco’ o fireweed, era già conosciuto dai Nativi Americani, che ne usavano i gambi per curare le ferite e i fiori come ricostituente, essendo ricchi di vitamina C e provitamina A.

Attualmente, la medicina omeopatica lo consiglia per la cura delle patologie della prostata, avendo capacità antinfiammatorie, antiflogistiche e astringenti. Ma è anche un ottimo espettorante e analgesico. Viene infatti utilizzato anche per curare le affezioni del cavo orale e della pelle, come tosse, afte e dermatiti.

Il principale principio attivo della pianta è il miricetolo-3-0-beta-D-glucuronide, un inibitore delle prostraglandine, che è in grado di trattare l’ipertrofia della prostata, la prostatite e altre infiammazioni delle vie urinarie come la cistite.

epilobio
L’epilobio può essere utilizzato per trattare le irritazioni della pelle

Epilobio utilizzi

Un cucchiaino di foglie e fiori secchi in una tazza di acqua bollente da assumere 2 volte al giorno, è utile sia a trattare i problemi della pelle che i disturbi gastrointestinali. Allo stesso modo, 40 gocce di tintura madre, 3 volte al dì, possono essere utilizzati sia ad uso interno che esterno.

In particolare, per la cura delle irritazioni della cute, di infiammazioni gengivali e in caso di ciclo mestruale abbondante, sarà necessario usare tintura e infuso come balsamo o impacco. Tannini e mucillaggini favoriranno la distensione e il risanamento dei tessuti, nutrendoli.

In commercio c’è anche l’estratto secco. Se ne possono assumere dalle 3 alle 6 capsule al giorno. Volendo, potete anche aggiungere le sommità fiorite, le foglie più tenere e i germogli freschi a zuppe e insalate.

LEGGI ANCHE: Erbe medicinali: la guida completa per curarsi con le erbe

epilobio
L’infuso di epilobio è utile sia ad uso interno che esterno

Epilobio controindicazioni

Non vi sono particolari controindicazioni nell’assunzione dell’epilobio, a parte personali ipersensibilizzazioni alle sostanze contenute nella pianta. Come sempre, se ne sconsiglia l’uso ai bambini al di sotto dei 3 anni e in fase di gravidanza e allattamento.

Altri approfondimenti

Scoprite le virtù della fitoterapia grazie ad altre piante officinali simili all’epilobio:

  • Acaciadall’azione antimicrobica è utile contro la diarrea e nelle enteriti
  • Achillea, guarisce ferite e rassoda la pelle, ma calma anche i dolori mestruali
  • Agrimonia, l’erba dei cantanti, combatte la diarrea ed i problemi al fegato, ma anche le emorragie e le infiammazioni alla gola
  • Alloro, non solo in cucina ma anche per massaggi per le contusioni, i dolori reumatici, articolari e muscolari
  • Aloe verala pianta miracolosa, depura l’organismo dalle tossine, cura le escoriazioni e gli eritemi della pelle, ed è un potente anti-infiammatorio naturale
  • Alteauna pianta emolliente e lenitiva, per tutte le forme di infiammazione
  • Bardana, regolarizza per la pelle acneica, depura, è diuretica e lassativa
  • Calendulaamica della pelle
  • Celidonia, l’erba che fa “piangere o cantare”
  • Centaurea, amica della pelle, cicatrizza, calma, e dell’intestino, depura e aiuta la digestione
  • Corbezzolousato come diuretico, antinfiammatorio, antisettico e contro la diarrea è anche ottimo per deliziose marmellate
  • Elicriso, l’olio amico della pelle, cura eczemi, psoriasi e dermatiti
  • Ericaamica delle vie urinarie, è diuretica, antisettica, astringente e antinfiammatoria
  • Erisimo o sisimbrio è l’erba dei cantanti, ottima per curare la voce
  • Iperico, famosa per l’olio calmante e lenitivo della pelle
  • Levistico, simile al sedano, calma il dolore, è diuretico e disinfettante
  • Melaleuca o Tea Tree, dall’olio cicatrizzante e astringente
  • Menta piperitadall’aroma fresco ad azione anestetica, depurativa e antisettica
  • Sambucoha effetti benefici sulla pressione, ed è usato anche come diuretico e lassativo.
  • Tussilago farfara o tussilaggine, per curare la tosse e le affezioni della pelle
  • Verbasco: proprietà benefiche e utilizzi della pianta della tosse

La Ica

Web editor freelance per portali e siti che si occupano di viaggi, lifestyle, moda e tecnologia. Districatrice di parole verdi per TuttoGreen dal maggio 2012, nello stesso anno ha dattiloscritto anche per ScreenWeek. Oggi, pontifica su Il Ruggito della Moda, scribacchia di cinema su La Vie En Lumière, tiene traccia delle sue trasvolate artistiche su she)art. e crea Le Maglie di Tea, una linea di magliette ecologiche.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close