Alimenti

Quali sono le verdure invernali

Gli ortaggi, le radici e i tuberi da acquistare, piantare nell'orto e qualche idea su come cucinarli

Scopriamo insieme quali sono le verdure invernali. In ogni periodo dell’anno, l’orto ci regala preziosi prodotti ricchi di tutti i nutrienti di cui il nostro organismo ha bisogno. Anche dopo il solstizio d’inverno con freddo e giornate corte, maturano numerose verdure nell’orto: broccoli, verze, radicchio, patate e topinambur…  possiamo sbizzarrirci a preparare tanti contorni e golose ricette, ogni giorno diverse.

Quali sono le verdure invernali

I vantaggi di comprare verdure invernali

Acquistare e consumare frutta e verdura di stagione apporta grandi vantaggi su più fronti.

Dal punto di vista della qualità, i prodotti nel giusto periodo di maturazione sono più saporiti e genuini: Ne consegue che danno il massimo in termini di proprietà nutritive e benefiche.

Nel caso specifico delle verdure invernali, queste sono le nostre migliori alleate contro il freddo e i virus di stagione. Ad esempio, broccoli, zucca, radicchio e carote sono ricchi di vitamina A, mentre cavoli, finocchi, cavoletti di Bruxelles e cavolfiore contengono ottimi quantitativi di vitamina C.

Non bisogna poi dimenticare che i prodotti stagionali sono molto più economici rispetto alle primizie.

Infine, optando per frutta e verdura di stagione, si fa del bene all’ambiente evitando, o riducendo di molto, l’emissione di combustibili inquinanti per il trasporto da luoghi molto lontani e si favoriscono le piccole realtà produttrici a km0.

verdure invernali

Quali sono le verdure invernali

Ora che abbiamo visto quali sono i vari vantaggi di acquistare e consumare prodotti di stagione, vediamo quali sono le verdure che possiamo comprare in inverno, da dicembre a marzo, considerando che alcune sono già presenti in tardo autunno, in ottobre e novembre.

Verdure invernali da foglia

Ortaggi invernali

Tuberi invernali

Radici e bulbi invernali

Legumi invernali

Verdure invernali dell’orto

In inverno il clima è poco clemente e le ore di luce sono poche. Tuttavia, l’orto non va mai in letargo. Ci sono infatti molti lavori da fare anche durante il periodo più freddo dell’anno, e colture resistenti al freddo che possono quindi essere coltivate proprio in questo periodo.

In generale, gli ortaggi invernali si dividono in 2 categorie:

  • ortaggi che si piantano alla fine dell’autunno e che poi si sviluppano a fine inverno, giungendo alla completa maturazione in primavera (è il caso ad esempio di fave, piselli, aglio e cipolle
  • ortaggi che si piantano in estate e si raccolgono in inverno. Ovvero porri, cavoli e finocchi

verdure invernali

Entriamo ora un po’ più nello specifico del discorso e vediamo quali sono gli ortaggi da coltivare in pieno inverno.

  • Verdure da foglia da taglio, come radicchio, cicoria, catalogna, lattuga, puntarelle e rucola sopportano bene le temperature anche molto rigide; tuttavia, spesso vengono coltivate e protette con un tessuto non tessuto
  • Crucifere: cavoli, verze, broccoli, cavolfiore, cappuccio, cavoletti di Bruxelles. Seminati in estate, si raccolgono tra ottobre e dicembre
  • Le radici e alcune verdure in foglia come bieta, carote, cime di rapa, rapanelli, barbabietola, spinaci, prezzemolo e sedano rapa, sopportano i climi rigidi e si possono raccogliere fino ad autunno inoltrato ed anche in inverno nelle zone con clima temperato
  • Zucca. Da raccogliere prima delle gelate, poi si conserva a lungo
  • Porri e finocchi. Si seminano in estate per essere pronti per la raccolta in pieno inverno
  • Carciofi: restano nell’orto tutto inverno
  • Aglio, scalogno e cipolla
  • Legumi: vanno seminati entro novembre per poi raccoglierli in primavera
  • Erbe aromatiche: particolarmente resistenti al freddo sono la salvia, il timo e il rosmarino

Quando piantare le verdure invernali

In genere, le colture invernali si cominciano a settembre (a volte anche a fine estate) per poi essere raccolte in inverno.

Nei mesi invernali, invece, si procede con la semina in semenzaio riparato delle colture primaverili, da trapiantare nell’orto una volta passato il freddo e il rischio gelate.

Ricette con verdure invernali

Quando fa freddo, si gradiscono piatti caldi e corroboranti. Le verdure invernali si prestano per moltissime preparazioni. Vediamo insieme alcune ricette.

Purè di cavolfiore

Il purè di patate è un contorno classico in inverno. Ve ne proponiamo una versione diversa e più leggera rispetto al solito, a base di un ortaggio tipicamente invernale. Facile e veloce da realizzare.

  • 200 gr di patate
  • 200 gr di cimette di cavolfiore
  • 100 ml di latte (anche latte di soia)

Preparazione. Sbucciate le patate e mondate il cavolfiore, riducendolo in cimette uguali tra loro. nTagliate le patate in tocchetti uguali alla cimette. Lessate in acqua bollente salata per il tempo necessario a farle diventare tenere. Una volta cotte, frullatele e cuocetele aggiungendo a filo il latte fino a ottenere una consistenza cremosa. Poco prima di terminare la cottura, unire una spolverata di formaggio grattugiato e, volendo, anche un pizzico di noce moscata.

verdure invernali

Catalogna all’acciuga

Ecco ora un contorno semplice e gustosissimo.

  • 1 mazzo di catalogna
  • 1/2 cucchiaino di peperoncino in polvere
  • 3-4 filetti di acciughe sottolio

Preparazione. Mondate per bene la catalogna, fatela bollire nell’acqua salata, e poi, una volta tenera, ripassatela in padella con olio, peperoncino e filetti d’acciuga. Perfetta calda o tiepida, per accompagnare secondi piatti delicati, ad esempio a base di carne bianca o pesce magro. Perfetta anche per condire la pasta, per un primo piatto saporito dal gusto intenso e deciso.

Carpaccio di carciofi

I carciofi si possono stufare, cuocere in padella o al forno. C’è anche chi li cucina ripieni. Pochi però sanno che questo ortaggio invernale è ottimo anche crudo. Bisogna utilizzare i cuori, che sono la parte più tenera e dolce. Una volta puliti, i cuori di carciofo vanno tagliati a fettine molto sottili e poi messi a marinare in succo di limone. Dopo circa 30 minuti di riposo, sistemarli su un vassoio o un piatto di portata e condirli con olio extravergine d’oliva e prezzemolo fresco tritato. Raffinato antipasto, è un ottimo contorno per secondi di carne e pesce.

Verdure invernali al forno

Moltissime verdure del periodo invernale sono adatte per la cottura in forno. Ecco alcune ricette.

Zucca dolce arrosto al forno

Ecco un ricco elegante ma semplice e gustoso, ideale per accompagnare secondi a base di carne oppure un mix di affettati e formaggi.

  • 1 kg di zucca a tocchetti già sbucciata
  • 2 cucchiai di miele
  • 3 cucchiai di olio d’oliva

Preparazione. In una ciotola mescolate olio, sale, pepe e miele, facendolo sciogliere bene nella vinaigrette. Condite la zucca con il composto e distribuitela su di una teglia foderata di carta-forno. Passate in forno per 15-20 minuti a 180° Dovete ottenere pezzetti dorati esternamente, ma dal cuore morbido.

verdure invernali

Broccoli al forno con uvetta

Contorno ricco e gustoso, facile da realizzare.

  • 500 gr di cavolfiori già divisi in cimette
  • 100-150 gr di uvetta

Preparazione. Ammollate l’uvetta in acqua calda per 15 minuti e poi scolate. In una ciotola condite le cimette già lavate e l’uvetta con olio sale, pepe e trasferitele in una teglia foderata di carta da forno. Cuocete in forno a 150° per 20 minuti (mescolando a metà cottura) fino a ottenere delle cimette leggermente scure in superficie e l’uvetta croccante, ma non bruciata. Il sapore dolce piacerà moltissimo anche ai bambini.

Radicchio al forno

Contorno semplice, perfetto per accompagnare secondi di carne, pesce, salumi e formaggi freschi e cremosi. Dopo averlo lavato, il radicchio va tagliato in maniera piuttosto grossolana e disposto in una pirofila. Irrorato di olio e aggiustato di sale, si cuoce in forno per 10-15 minuti.

Sformato di verza al forno

Lo sformato di verza con provola e speck è un golosissimo piatto unico facile e veloce da realizzare, che farà amare questa verdura anche a chi di solito non la ama molto.

  • 1 cespo di verza
  • 300 gr di provola dolce o altro formaggio semi stagionato
  • 150 gr di speck già a cubetti
  • 50 gr di uvetta
  • 50 gr di pinoli

Preparazione. Dopo aver pulito la verza, eliminando le foglie più esterne e coriacee, separare le varie foglie senza romperle. Quindi sbollentatele in abbondante acqua salata per 5 minuti appena, scolatele e attendete che si intiepidiscano. Nel frattempo, riducete a tocchetti la provola e lo speck. Preparate una ciotola in cui mettete provola, speck, uvetta e pinoli e mescolate. Ungete il fondo di una teglia e disponetevi alcune foglia di verza e conditele con il mix di provola, speck, uvetta, pinoli e continuate con gli strati fino all’esaurimento degli ingredienti. L’ultimo strato sarà di verza, condita con un filo d’olio e una spolverata di pangrattato. Mettete a cuocere in forno già caldo per mezz’ora circa a 200°.

Topinambur al forno

Concludiamo con un contorno insolito, croccante e ricco di gusto. Facilissimo da preparare, il topinambur va tagliato a fettine e condito con olio extravergine d’oliva, sale e un mix di erbette aromatiche a piacere. Quindi far cuocere in forno ventilato a 200 °C per circa 25 minuti.

Verdure invernali saltate in padella

Moltissime verdure invernali sono ideali per la preparazione di contorni veloci, semplicemente da saltare in padella. Vediamo alcune idee.

  • Cavolfiore, broccoli e cavoletti di Bruxelles, dopo essere stati lessati o cotti al vapore, si ripassano semplicemente in padella con dell’olio e, per rendere il contorno ancora più completo e gustoso, basta aggiungere della pancetta, dello speck o del prosciutto
  • I broccoli ripassati in padella sono divini con uno spicchio d’aglio, qualche filetto d’acciuga e un a punta di peperoncino. Sono un contorno saporito o un gustoso condimento per la pasta
  • Le cime di rapa sono ottime sbollentate e poi saltate in padella con un soffritto a base di olio aglio e peperoncino. Su crostini di pane sono uno sfizioso aperitivo. Per farle stufate il procedimento è il medesimo ma si dovrà solo aggiungere 2 bicchieri di acqua e 2 grandi pomodori tagliati a cubetti
  • Le bietole: dopo averle sbollentate o cotte a vapore, si fanno saltare in padella con cipolle e scalogno. Si possono consumare così, come semplice contorno, oppure, amalgamando insieme un formaggio fresco cremoso, tipo ricotta, diventano la farcia ideale per paste ripiene e torte salate
  • Le bietole alla parmigiana si preparano passando le bietole sbollentate e scolate in un tegame dove si è fatto sciogliere il burro. Si fa insaporire il tutto per una decina di minuti a fuoco vivo, e infine si cosparge il tutto con abbondante formaggio grattugiato. Aggiustare di sale, pepe.

Altre informazioni

Se vi interessano le verdure e la frutta di stagione, ecco un a lista divisa per periodo:

Federica Ermete

Nata a Busto Arsizio nel 1982, dopo il diploma si trasferisce a Cremona – dove vive tutt’ora – per conseguire la laurea in ambito umanistico. Sia per formazione professionale che per passione personale, i suoi ambiti di specializzazione sono l’alimentazione, la salute, il fitness di cui è appassionata anche nella vita quotidiana, ed il benessere naturale. Collabora con entusiasmo con la redazione di Tuttogreen dal giugno 2020.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pulsante per tornare all'inizio