Mangiare sano

Qual è la frutta primaverile? Ecco un utile elenco

La lista dei frutti primaverili e tutte le loro proprietà

Sapete qual è la frutta primaverile? Con l’arrivo dell’equinozio di primavera, la natura pian piano si risveglia e variano i suoi prodotti. Le giornate si fanno via via sempre più lunghe, l’aria diventa un poco alla volta più tiepida e cominciano a sbocciare i primi fiori. La primavera comincia ufficialmente il 21 marzo e dura fino al 21 giugno, giorno d’inizio dell’estate. In questa stagione, troviamo quindi un variegato mix di frutta invernale (arance, kiwi e mandarini tardivi) che pian piano cede il passo ai dolci frutti tipicamente primaverili, come fragole e ciliegie. Col procedere poi dei giorni, subentrano anche i primi frutti estivi, come pesche e i primi meloni.

Qual è la frutta primaverile? Ecco un utile elenco

Quando cambiano le stagioni, cambiano anche le nostre abitudini alimentari. Mangiando i prodotti nel loro giusto periodo di maturazione, si guadagna in salute e in denaro. Inoltre, si fa del bene all’ambiente.

Frutta primaverile elenco

Con la primavera, la natura si risveglia. Ecco perché questo momento dell’anno è uno dei più ricchi per quanto riguarda frutta e verdura.

Iniziamo quindi col vedere un elenco dettagliato della frutta primaverile, diviso per i singoli mesi. La primavera va dal 21 marzo al 21 giugno. Con il susseguirsi delle settimane, alcuni frutti invernali pian piano scompaiono per lasciare il posto ai dolci frutti della primavera, E poi, col proseguire della stagione, fanno il loro ingresso anche i frutti che sanno d’estate. Ma entriamo nel dettaglio.

La frutta primaverile più comune

Conosciamo ora un po’ più da vicino alcuni dei frutti primaverili più comuni esaminandone le loro proprietà.

  • Ciliegie. Dolcissime molto saporite, le ciliegie hanno proprietà diuretiche, disintossicanti e depurative. Contengono flavonoidi, , acido ascorbico e vitamina A, utili per stimolare la produzione di collagene. Contrastano l’invecchiamento e i processi di ossidazione cutanea. Ricche di fibre, aumentano il senso di sazietà e favoriscono la regolarità intestinale. Sono inoltre ricche di antiossidanti, antociani e composti polifenolici, sostanze che inibiscono l’insorgere delle patologie cardiovascolari e di alcune forme tumorali. Oltre che come delizioso spuntino, le ciliegie sono perfette per arricchire yogurt e gelati, e per preparare dolci che sanno di primavera.
  • Fragole. Con pochissime calorie e tante fibre, le fragole rappresentano uno dei frutti più golosi della primavera. Sono ricche di vitamine A, C, B1 e B2 Contengono inoltre anche ferro, fosforo e calcio. Sono depurative e diuretiche. Presentano inoltre ottimi quantitativi di antiossidanti. Ottime da sole, al naturale, o semplicemente condite con un po’ di succo di limone, sono golosissime con la panna. Sono l’ingrediente indispensabile per fresche macedonie miste e colorate crostate di frutta.

frutta primaverile

  • Albicocca. Con poche calorie, le albicocche sono utili per dimagrire e tenere sotto controllo l’iperglicemia. Grazie all’elevato contenuto di vitamina A, le albicocche sono potenti antiossidanti, in grado di combattere gli effetti dei radicali liberi. Contengono anche beta-carotene, utile per la pelle. Sono anche ricche di fibre.
  • Nespole. Dalla consistenza carnosa e il particolare gusto agrodolce, le nespole sono principalmente costituite di acqua. Hanno pochissime calorie (circa 29 kcal ogni 100 gr). Contengono vitamina A, B e C e molti sali minerali. Saziano e aiutano a regolarizzare l’intestino.
  • Pesche. Dolci e succose, le pesche sono ricchissime di acqua e contengono poche calorie (circa 39 kcal ogni 100 gr). Svolgono effetto diuretico e depurativo. Inoltre, le fibre in esse contenute sono molto efficaci per contrastare i valori alti di colesterolo. Tra le vitamine, sono molto ricche di vitamina A e C. Sono inoltre ricche anche di antiossidanti e di sali minerali come calcio e magnesio, utili rispettivamente per il benessere delle ossa, alzare la pressione troppo bassa e risollevarsi durante i periodi di maggior stanchezza.
  • Arance. Oltre ad essere molto ricche di vitamine C, A e B, le arance contengono anche ottimi quantitativi di sali minerali, come calcio, ferro, potassio, fosforo e magnesio. Per la presenza di flavonoidi, svolgono funzione antinfiammatoria e antiossidante, utile per rafforzare il sistema immunitario e per mantenere le cellule dell’organismo giovani. Con poche calori (circa 49 kCal ogni 100 gr), sono anche ricche di fibre. Esistono tantissime varietà di arance: quelle “da tavola” sono indicate per essere mangiate a spicchi, altre invece sono più adatte per la preparazione di fresche spremute.
frutta primaverile: arance
Tra le frutta primaverile: non vanno dimenticate le arance.

I vantaggi di comprare frutta primaverile

Ogni stagione ha i suoi frutti, ed è bene consumare prodotti stagionali. I vantaggi che se ne traggono sono tanti e vari. Eccoli nel dettaglio.

  • Frutta e verdura di stagione sono più ricche di saporite e ricche di gusto e sapore perché loro periodo di maturazione giusto
  • I prodotti di stagione sono molto più economici delle primizie
  • I prodotti stagionali sono ricchi di quelle sostanze che il nostro organismo richiede per funzionare al meglio proprio in quel determinato periodo dell’anno
  • Seguendo i ritmi della natura e i suoi prodotti, si riesce a variare la dieta in maniera sana ed equilibrata
  • Non è necessario riscaldare le serre, e quindi non si consuma energia
  • Si evita l’emissione di combustibili inquinanti in quanto i prodotti non arrivano da luoghi lontani

Qualche ricetta con la frutta primaverile

Dolce e succosa, la maggior parte della frutta primaverile è buona da gustare al naturale così com’è. Tuttavia, la possiamo anche utilizzare per preparare golose ricette. Ve ne proponiamo alcune da provare.

Tiramisù alle fragole

Ingredienti per 4 monoporzioni:

  • 200 gr di fragole
  • 250 gr di mascarpone
  • 12 biscotti tipo savoiardi
  • 1 uovo
  • 4 cucchiai di zucchero
  • 4 cucchiai di liquore per dolci a piacere

Preparazione. Lavate per bene le fragole e poi tagliatele in piccoli pezzetti. Fate appassire la frutta in un pentolino insieme ad 1 cucchiaio di zucchero per 10 minuti. Otterrete così uno sciroppo. Tenetelo da parte a far raffreddare. Nel frattempo, preparate la crema, lavorando insieme il mascarpone, il rosso dell’uovo unito a 3-4 cucchiai di sciroppo di fragola, più i 3 cucchiai di zucchero rimasti.

A parte, montate il bianco dell’uovo a neve ben ferma ed aggiungetelo alla crema di mascarpone con delicatezza, eseguendo dei movimenti dal basso verso l’alto. Prendete ora un piatto fondo e versatevi la parte più liquida dello sciroppo di fragole più il liquore prescelto. A questo punto potete assemblare le vostre monoporzioni. Spezzettate i biscotti e passateli rapidamente nella bagna, quindi adagiateli sulla base dei bicchierini o delle coppette da dessert. Coprite con la crema e concludete con le fragole in sciroppo. Tenete in frigorifero per almeno 2 ore prima di servire.

Clafoutis alle ciliegie

Vediamo come preparare questo dolce di origine francese dalla consistenza cremosa. Si prepara con un impasto liquido molto simile a quello delle crêpes e io si ricopre il tutto con le ciliegie fresche denoccioalte. La clafoutis la si può preparare anche con qualsiasi altro tipo di frutta di stagione, come ad esempio le pesche o le albicocche. Noi vedremo la versione classica.

Ingredienti

  • 600 gr di ciliegie denocciolate
  • 100 gr di farina
  • 100 gr zucchero
  • 240 ml di latte
  • 4 uova
  • 30 gr di burro fuso
  • 1 pizzico di sale
  • zucchero a velo

Procedimento. Per prima cosa occupatevi della frutta: lavate le ciliegie, tagliatele a metà ed eliminate il nocciolo. Quindi tenetele da parte. Cominciate ora col preparare il composto: sbattete le uova insieme allo zucchero. Poi aggiungete la farina a pioggia e lavorate il tutto usando una frusta fino a ottenere un composto liscio e senza grumi. A questo punto unite anche il latte e mescolate. Infine, unite il burro fuso e il pizzico di sale.

Prendete una teglia ed imburrate per bene il fondo e i bordi. Distribuite poi lo zucchero semolato sia sul fondo che sui bordi. Coprite il fondo della tortiera disponendovi le ciliegie snocciolate in maniera ordinata ed uniforma. Versate sopra la frutta la pastella e fate cuocere in forno già caldo a 180 °C per 45 minuti. Quando pronto, attendete che il clafoutis sia freddo e spolverizzatelo con lo zucchero a velo.

Sfogliatine alle albicocche

Ecco ora una ricettina super facile e velocissima da fare.

  • 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
  • 7-8 albicocche
  • 40 gr di mandorle a lamelle
  • 1 uovo
  • ½ cucchiaio di acqua
  • zucchero semolato q.b.
  • 1 pizzico di sale

Preparazione. Mentre fate scaldare il forno a 200 °, sbattete in una ciotola l’uovo con l’acqua e il pizzico di sale. Nel frattempo, lavate le albicocche ed eliminate il nocciolo interno. Quindi tagliatele a fettine larghe 0,5 cm circa. Srotolate ora la pasta sfoglia. Dividetela a metà e, da ogni parte, ricavate 4 rettangoli. Sistemate i rettangoli di pasta sfoglia sulla leccarda del forno rivestita di carta da forno. Al centro di ogni rettangolo disponete le fettine di frutta. Quindi spolverizzate a piacere con lo zucchero semolato e concludete con le lamelle di mandorle. Con l’uovo sbattuto spennellate il bordo dei rettangoli di pasta sfoglia e fate cuocere in forno già caldo per 25 minuti circa, e comunque fino a doratura. Le sfogliatine di albicocca vanno servite tiepide o a temperatura ambiente.

Frutta primaverile da colorare

Il metodo migliore e più divertente per cominciare ad insegnare la frutta nella scuola dell’infanzia e nella scuola primaria, è facendo colorare i frutti. Basta cercare sul web e sono davvero tantissimi i portali, compreso Pinterest, che offrono la possibilità di scaricare tante schede con le sagome dei frutti da riempire di colore. Un modo molto efficace per riconoscere la frutta che mangiamo in primavera in maniera divertente!

Altre informazioni

Se vi interessano le verdure e la frutta di stagione, ecco un a lista divisa per periodo:

Federica Ermete

Nata a Busto Arsizio nel 1982, dopo il diploma si trasferisce a Cremona – dove vive tutt’ora – per conseguire la laurea in ambito umanistico. Sia per formazione professionale che per passione personale, i suoi ambiti di specializzazione sono l’alimentazione, la salute, il fitness e il benessere in generale. Collabora con entusiasmo con la redazione di Tuttogreen dal giugno 2020.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pulsante per tornare all'inizio