Proprietà delle ciliegie: benefiche e curative

di Maura Lugano del 4 Dicembre 2017

Eccovi tutte le proprietà delle ciliegie, un frutto che oltre ad essere buono, è anche particolarmente sano. Le ciliegie vantano infatti anche proprietà benefiche e curative, cosa che lo rendono un ingrediente particolarmente importante della cucina naturale.

Proprietà delle ciliegie: benefiche e curative

Origine della ciliegia

È difficile non essere golosi di ciliegie, uno di quei frutti di cui spesso si dice che ‘una tira l’altro’, tanto sono deliziose. La cosa più bella, per chi ha il privilegio di vivere in campagna e magari di avere nel giardino o nell’orto una bel ciliegio, è mangiarle subito dopo averle colte, un’esperienza davvero da provare.

Intorno al 70 aC i Romani rivendicarono l’introduzione delle ciliegie in Europa. L’esercito del generale Lucullo avrebbe riportato a Roma questo frutto dell’Asia Minore dopo la vittoria della battaglia vicino alla città di Cerasus. Per questo venne dato questo nome alla pianta, a simboleggiare il coraggio delle truppe romane.

I greci la consideravano invece una loro ‘scoperta’, riportando il testo di un autore greco risalente a 300 anni prima di Lucullo in cui era presente una descrizione dettagliata della ciliegia.

Si può dire che i Romani abbiano avuto un ruolo importante nella diffusione del ciliegio in tutto l’impero, perché questo frutto faceva parte della dieta dei legionari.

Nel Medioevo, era molto popolare in Italia e in diversi Paesi europei. Fu introdotta in Nord America. Ed era amata da diversi sovrani di varie epoche.

Il ciliegio

Con i noccioli di ciliegia si può imbottire un cuscino

Ciliegie: periodo

Ciligie: varietà

Tra le oltre 600 varietà di ciliegi, solo 2 sono coltivate in maniera intensiva.

  • Prunus avium con frutti dolci che si consumano principalmente freschi
  • Prunus cerasus, i cui frutti dal sapore più acido sono utilizzati principalmente per produrre marmellate, gelatine, torte.

Duroni

Ciligie di Vignola

Ciliegie di Marostica

In particolare, ti suggeriamo questo, con diverse ricette che prevedono l’utilizzo della ciliegia di Marostica, una varietà a Indicazione geografica protetta (IGP), nota per il suo sapore particolarmente dolce e zuccherino.

Ciliegie: proprietà e controindicazioni

Se andiamo ad indagare sulle loro proprietà dal punto di vista alimentare, scopriamo che mangiandole, oltre a dare piacere al palato, diamo una mano al nostro organismo. Infatti, sono:

  • depurative
  • disintossicanti
  • antireumatiche
  • antiossidanti

Più in particolare, ecco le loro virtù ed i loro valori nutrizionali.

Ciliegie: calorie e valori nutrizionali

Da un punto di vista nutrizionale, le ciliegie riservano innumerevoli benefici e con sole 38 Kcal ogni 100 gr. 

Ciliegie: come sceglierle

A seconda della regione di provenienza la caratteristica della ciliegia cambia, può essere rosso scuro o tendente al giallo chiaro, dalla polpa morbida e succosa oppure più dura e aspra, bianca o rossa.

Al momento dell’acquisto, è bene sceglierle con la buccia brillante, dal colore uniforme, senza ammaccature e prive di muffe.

Vanno lavate solo al momento del consumo e vanno conservate in frigo per circa 3 –4 giorni su un piatto, magari coperte da carta da cucina.

Ciliegie: proprietà

Presentano una valida quantità di vitamina C e A, entrambe antiossidanti, antinvecchiamento e alleate della bellezza della pelle, ma anche di vitamina B e PP, oltre che essere piene di sali minerali, quali potassio, calcio, ferro, fosforo, magnesio e sodio.

Grazie alla presenza dei flavonoidi, questi frutti estivi sono un alimento altamente antiossidante, quindi utili alla prevenzione delle malattie tumorali, dell’ipertensione, dei disturbi cardiaci e cardiovascolari poiché abbassa il colesterolo.

Gli antociani in particolare sono anche antidolorifici naturali e antinfiammatori efficaci soprattutto nei confronti dell’artrite.

Contribuiscono a contrastare l’ipertensione. Importante poi è il contenuto di melatonina, utile per regolare il ritmo sonno-veglia.

Non meno importanti sono le virtù depurative e diuretiche che sono racchiuse nel frutto, ma soprattutto nel peduncolo. Pensate che anche quest’ultimo si può utilizzare per preparare un decotto detox.

Ciliegie e diabete

Contengono il levulosio, un zucchero che ha un indice glicemico limitato e che rende le ciliegie amiche anche dei diabetici.

Controindicazioni delle ciliegie

 

proprietà delle ciliegie

Non solo buone: le ciliegie vantano proprietà di assoluto rilievo per quanto riguarda la salute

Ciliegie in cucina: dessert ma non solo…

Le ciliegie sono perfette nella cucina naturale sia nella preparazione di torte, che marmellate ma anche nei liquori (basti ricordare il maraschino).

Anche se sono buone al naturale, risultano estremamente versatili in cucina tanto che si prestano sia a preparazioni dolci che salate. Riescono a dare il meglio in crostate e torte di frutta, marmellate, sciroppi, liquori o per essere conservate intere (in alcol e zucchero).

Quelle sciroppate o sotto spirito vengono impiegate per preparare i dolci tipici o possono essere utilizzate per fare frutta secca fai da te.

Si accompagnano bene ad altri frutti come albicocche, mele, mango, pere, ananas, agrumi, ma anche a formaggi freschi e di capra non stagionati.

Nelle insalate regalano un tocco dolce/acido ad una semplice base di lattuga, germogli, valeriana, indivia o spinaci. Provatele così, per un antipasto sfizioso, come finger food, un aperitivo.

Vediamo alcune ricette per preparare ottimi dessert, ma non solo.

Ciliegie sciroppate

Per gustarle anche in pieno inverno, potete fare le ciliegie sciroppate, utilizzando quelle non trattate chimicamente.

Ciliegie cotte

Vanno cotte per fare la marmellata di ciliegie un vero must tra le confetture, ma anche per altri piatti, anche salati.

Ricette con ciliegie: spiedini al formaggio

Ingredienti necessari:

  • 50 gr di fontina
  • 50 gr di ciliegie
  • 50 gr di formaggio di pecora
  • 50 gr di formaggio fresco
  • Semi di girasole
  • 1 pomodoro
  • Lattuga
  • Basilico

Preparazione. Dividete in 2 le ciliegie e togliete il nocciolo. Tagliate i formaggi a dadini e tostate i semi di girasole. Crea una misticanza con quest’ultimi, il pomodoro tagliato a dadini e condisci il tutto con olio, aceto, sale. Montate gli spiedini alternando ciliegie e formaggio e sistemateli su un bel piatto da portata su una base di foglie di lattuga condita con una vinaigrette di aceto, sale, pepe ed olio.

Qualche approfondimento

Se ti interessa la frutta, abbiamo diverse schede che ne parlano, ricche di ricette e informazioni nutrizionali.

 

 

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment