Viaggi e vacanze

Tutto sui fiori di ciliegio, uno spettacolo naturale che non lascia indifferenti

Scopriamo i segreti di questi fiori bianchi e rosa, eleganti e delicati a cui il Paese del Sol Levante ha dedicato addirittura un festival

I fiori di ciliegio fanno venire in mente subito il Giappone. Da secoli, infatti, nel Paese del Sol Levante si celebra la loro fioritura con l’hanami, una festa che celebra il rito dell’osservazione dei ciliegi in fiore. Una vera e propria tradizione che si ripete ogni anno e che attira migliaia di turisti.

Tutto sui fiori di ciliegio, uno spettacolo naturale che non lascia indifferenti

Bianchi e rosa, e così eleganti e delicati, sono il simbolo della primavera. Bellezza e tradizioni a parte, andiamo a vedere quali sono le loro caratteristiche.

La delicatezza, la leggiadria e le tinte tenui dei fiori di ciliegio sono caratteristiche note fin dall’Ottocento, talmente apprezzate da ispirare correnti artistiche e letterarie: un’influenza che è indicata anche con il nome di japonisme.

Questi fiori danno vita ad alcuni dei più bei spettacoli naturali che si possano ammirare, non solo in Giappone, ma in molte altre regioni del Mondo, Italia compresa. Vediamo meglio dove ammirare questo peculiare spettacolo della Natura.

Cominciamo a vedere cosa simboleggiano e scopriamo dove possiamo vedere coi nostri occhi questo portento naturale.

La pianta dei fiori di ciliegio

Il ciliegio fiorisce in aprile sul ciliegio, il Prunus avium, albero appartenente alla famiglia delle Rosacee ed originario dell’Europa.

Denominato anche ‘ciliegio degli uccelli’ o ‘ciliegio selvatico’ è diffuso nell’Europa continentale, in Medio Oriente e nelle zone più fredde dell’Asia Minore.

Fiori di ciliegio: significato

Avete mai sentito parlare di una festa chiamata hanami? Si tratta della ricorrenza popolare più amata in tutto il Giappone, dal lontano nord all’estremo sud dell’arcipelago nipponico. Durante questo evento che si svolge da aprile a maggio, viene celebrata la bellezza della natura attraverso l’esaltazione dei fiori, in particolare dei fiori di ciliegio.

fiori di ciliegio

Per i giapponesi, infatti, questo fiori simboleggiano la felicità e il benessere e la nascita. Sono infatti delicati e fragili quanto meravigliosi, esattamente come l’esistenza umana. La sua bellezza è fugace: dopo essere sbocciato cade a terra, per riconciliarsi con il suolo, lasciando dietro di sé il ricordo di un raro splendore.

In Cina, invece, questo fiore ha una valenza più carnale e rappresenta la sessualità femminile. In Europa, invece, nel corso dell’epoca vittoriana, portare in dono un ramo era visto come un gesto di riguardo ed educazione.

Fiori di ciliegio, caratteristiche

Bellissimi e dal fascino indescrivibile, sono fiori usati puramente a scopo ornamentale. La fioritura varia in base al clima ma in genere i fiori di ciliegio sbocciano in primavera. Esistono comunque varietà (più rare) che sbocciano in inverno.

Sono composti da cinque o sei petali, singoli o doppi, e con stame giallo. Il colore è bianco o rosa, in genere in tonalità piuttosto delicate. Esistono alcune varietà dalle tinte più cangianti, con fiori che cambiano colore durante la notte: passano dal bianco, al giallo, al rosa pallido fino al rosa intenso.

Sono ermafroditi, presentano quindi sia le caratteristiche sessuali maschili che femminili, e vengono impollinati dagli insetti, soprattutto dalle api che sono particolarmente attratte.

Sono una meraviglia, ancor più nella versione a doppia corolla.

Varietà dei fiori di ciliegio

Possiamo trovare diverse varietà. Le caratteristiche botaniche sono sostanzialmente uguali, le differenze si possono notare nei rami o nel posizionamento delle gemme.

Se lo scopo è godere di fioriture stupende, bisogna puntare ai ciliegi ornamentali giapponesi. Vediamo qualche esempio.

  • Ciliegio da giardino o satokazura, ha fiori doppi ottenuti da incroci realizzati con altre specie di ciliegio.
  • Ciliegio di montagna o yamakazura, presenta fiori semplici a cinque petali, con sfumature rosa.
  • Prunus Serrulata: i fiori, semplici o doppi, sono molto delicati e fitti. Hanno colori che vanno dal rosa, al bianco e al giallo.
  • Prunus Subhirtella, dai fiori di color rosa intenso.
  • Visciolone, con rami piuttosto corti, duri e nodi ravvicinati. I fiori si sviluppano intorno al ramo in gruppi molto vicini.
  • Visciolino, ha rami di buona lunghezza, fini e con nodi ben distanziati. I fiori riescono quindi a crescere lontani e ben divisi.
  • Prunus avium var florepleno, il ciliegio giapponese di origine orticola con foglie caduche.

fiori di ciliegio

Tutte queste varietà hanno forme e dimensioni diverse che vanno prese in attenta considerazione se si vogliono collocare in un giardino privato.

Per i piccoli e medi giardini vanno benissimo le varietà Amagonawa e Ichiyo, entrambe appartenenti alla specie Prunus serrulata.

La prima varietà è un albero di circa 10 metri con fiori profumati, bianco-rosa. L’Ichiyo ha invece dimensioni più ridotte e i suoi fiori cambiano colore durante lo sviluppo.

Fiori di ciliegio bianchi

Molte varietà sono il frutto di ibridazioni e innesti ottenute dopo secoli di selezioni. Quella forse più apprezzata è laSomei-yoshino.

Questo incrocio si distingue per i fiori semplici che da chiusi sono rosa scuro, ma quando si aprono, lasciano il posto ad un bianco purissimo e delicato.

fiori di ciliegio

La loro fioritura, spettacolare e precoce, dà vita a delle nuvole candide che annunciano l’arrivo della primavera e l’imminente tripudio degli altri fiori di ciliegio.

Altre varietà orientali di ciliegio ornamentale

Per completezza, citiamo infine alcuni dei principali ciliegi ornamentali del Giappone. In Giappone, i fiori di ciliegio con più di cinque petali sono conosciuti come yaekazura.

Le varietà con oltre 100 petali sono i kikuzakura. Una varietà a fiore giallo è l’Ukon, della specie Prunus serrulata. Lo Shirofuzen, sempre appartenente al Prunus serrulata, ha fiori doppi, cadenti, con base rosa e interno bianco.

Quando sbocciano i fiori di ciliegio

La fioritura dipende ovviamente dalla varietà e dal paese di appartenenza. In generale va da fine marzo a inizio maggio un po’ in tutti i paesi del Mondo, Giappone compreso.

Nelle regioni più calde, come quelle mediterranee, le fioriture avvengono in anticipo, mentre sono tardive nei paesi a clima più fresco.

In Italia, i fiori di ciliegio sbocciano da marzo ad aprile ma in alcune regioni si possono ammirare fino a maggio-giugno se le temperature non sono troppo elevate.

Nelle regioni settentrionali, invece, non sbocciano se le temperature scendono sotto lo zero termico.

Coltivazione dei fiori di ciliegio

Vanno coltivati all’aperto. Necessitano di una zona esposta in piena luce e di un terreno fertile e ben drenato, privo di ristagni.

La fioritura è infatti favorita da un’esposizione di almeno 6 ore al giorno in pieno sole. Gli alberi vanno piantumati in autunno, e a marzo va sparso del fertilizzante tutt’intorno al tronco.

Irrigazione

In primavera bagnate ogni tanto la pianta con 14-18 l di acqua; in estate bagnate gli alberi eliminando le parti morte.

Potatura

Mai effettuare la potatura in primavera, ma solo a fioritura completata. A giugno si possono tagliare i rami laterali più bassi, mentre a settembre si possono eliminare i rametti selvatici sulla base della pianta o sul fusto.

Abbinamenti

Considerata l’elegante bellezza dell’albero, per motivi prettamente estetici, è consigliabile posizionarlo in un’area isolata nel mezzo di un bel prato.

Al massimo potete avvicinare alla sua base delle bulbose o fiori selvatici. In alternativa lo potete abbinare a sempreverdi con foglie scure per esaltarne la fioritura.

Se avete a disposizione molto spazio, vi suggeriamo di piantare più ciliegi di specie diverse, per creare una meravigliosa scenografia di gradazioni di colore.

Qualche consiglio

  • Il primo anno eliminate i germogli dal tronco, eviterete la crescita di antiestetici rami bassi. Proteggete fiori e foglie anche dal vento.
  • Per giardini privati sono adatti i ciliegi ornamentali giapponesi che, avendo un portamento compatto, vivono bene anche in spazi ristretti.

Il significato dei fiori di ciliegio

In epoca vittoriana, a fine Ottocento, regalare questi fiori era sinonimo di un comportamento educato ed ammirevole. In Cina il rimando è invece alla bellezza e alla sessualità delle donne.

fiori di ciliegio

In Giappone i fiori di ciliegio sono un messaggio beneaugurale di felicità, buon auspicio e amore. Sempre in suolo nipponico, la delicata e fragile bellezza di questi fiori viene anche vista come metafora della mortalità umana.

I fiori di ciliegio e Van Gogh

Nel corso dei secoli, numerosi artisti hanno ceduto al fascino dei fiori di ciliegio. I pittori per primi, ma anche teatro e letteratura, questi fiori sono stati spesso tra i soggetti prediletti.

Il più famoso ‘ramo di ciliegio’ fiorito spesso confuso con il mandorlo è un dipinto a olio realizzato da Vincent van Gogh nel 1890. Il pittore lo regalò al fratello Theo e alla moglie Johanna Bonger per la nascita del loro figlioletto, Vincent Willem.

Fiori di ciliegio: ispirazioni

Da Van Gogh a Manet, passando per Renoir, Degas, Monet e Gauguin questi fiori contano una lunga schiera di ammiratori di grande fama che si sono lasciati sedurre dal loro fascino.

Anche in letteratura e nel teatro, non mancano le opere dedicate a questo fiore. Il famoso Il giardino dei ciliegi – un classico della letteratura teatrale drammatica – è una delle opere più celebri di Anton Čechov.

Scritta nel 1903 dall’autore russo, grande amante del giardinaggio e della botanica, questo capolavoro è ispirato al giardino in fiore che lo scrittore piantò sul retro della sua abitazione.

I fiori di ciliegio e il Giappone

Nella cultura giapponese c’è una vera e propria tradizione al punto che sono il simbolo della nazione stessa.

In giapponese sakura, il ramo di ciliegio, rappresenta la bellezza per eccellenza. Regalarlo a qualcuno è segno di buon auspicio per un futuro felice e radioso.

Splendidi, ma fragili e delicatissimi, in Giappone sono la metafora della vita. Quando sfioriscono simboleggiano la vita che finisce dopo aver raggiunto l’apice. Tale filosofia di vita corrisponde allo stile di vita dei samurai, ma rappresentano anche più genericamente tutte le arti marziali del Paese del Sol Levante.

Durante la seconda guerra mondiale hanno rivestito un importante significato patriottico. I piloti giapponesi ne ornavano la divisa, ed i piloti suicidi ne volevano uno sulla carlinga del loro aereo nell’ultimo volo.

Per questo i fiori sono rappresentati ovunque, nell’arte, nei manga, nel cinema, nella musica…

In ogni casa giapponese non mancano beni di consumo e suppellettili con disegnato un ramo di ciliegio: dal kimono alla cancelleria, dai mobili agli articoli basilari per la casa.

I tattoo di fiori di ciliegio

Per la loro bellezza e il significato simbolico, i fiori di ciliegio sono tra i disegni più riprodotti da chi sceglie di tatuarsi un fiore su una parte del corpo.

Un fiore che può rappresentare molte sfaccettature dell’esistenza umana, ma anche un simbolo di seduzione e sensualità.

Fiori di ciliegio: utilizzi

Essiccati, possono essere usati come ingrediente per una tisana, mentre i petali servono per profumare dolci e gelati.

Presenti in integratori e creme per combattere ritenzione idrica e come anticellulite, hanno un ruolo importante anche in campo salutistico ed estetico.

Vengono infine utilizzati a scopo decorativo per ornare acconciature, abiti e cappelli.

Quando e dove vedere i fiori di ciliegio

A parte il Giappone, ci sono molti luoghi dove è possibile ammirare viali alberati di ciliegi in fiore. Nel mondo sono centinaia gli eventi creati appositamente per la loro fioritura, che radunano milioni di visitator.

Il Festival del ciliegio in fiore più famoso, dopo quello giapponese, è a Vancouver (Canada). I migliori, a detta degli esperti, sono però negli USA, a Macon, in Georgia, e a Newark (New Jersey).

fiori di ciliegio

Proprio a Newark c’è il Branch Brook Park che ospita più di cinquemila alberi di ciliegio appartenenti a 14 varietà diverse. Ma sono i protagonisti assoluti anche della festa dei fiori in Corea del Sud, a Istanbul (Turchia), e in Germania, una delle nazioni più votata alla celebrazione di questo fiore.

L’hanami, di fatto, non è più una prerogativa giapponese. Ecco dove viene proposta questa festa in Europa:

  • Italia: Roma, Lago dell’Eur
  • Finlandia: Helsinki, Roihuvuori Cherry Tree Park
  • Danimarca: Copenaghen, giardino botanico
  • Spagna: Valle del Jerte in Estremadura

Fiori di ciliegio in Italia

Durante la terza domenica di maggio ad Acquapendente (Viterbo) si rievoco un’antica leggenda popolare del 1166. In quell’anno, infatti, un ciliegio secco iniziò a fiorire come per miracolo e gli abitanti del piccolo borgo laziale interpretarono quella fioritura come un segno di incoraggiamento e ribellione al regime imposto da Federico Barbarossa.

Non passò molto, infatti, che una sommossa popolare armata di ‘pungoli’ cacciò il regnante. Da qui la ricorrenza passata alla storia come ‘Festa dei pugnaloni’ con cui si celebra il Miracolo della Madonna del Fiore.

Sulle colline modenesi, precisamente a Vignola (Modena) i fiori di ciliegio sono i protagonisti della ‘Festa dei Ciliegi in Fiore’ che dal 1970 e per tre settimane, richiama centinaia di visitatori tra marzo e aprile.

Nel quartiere romano dell’EUR, all’interno del Parco Lago, il primo ministro giapponese Nobusuke Kishi donò alla città di Roma numerosi esemplari delle varietà più pregiate e pure di ciliegi giapponesi da fiore. Tuttora, durante la fioritura, quei ciliegi sono apprezzati da orde di turisti e romani che si recano al parco per godere di questo spettacolo.

Fiori di ciliegio in Giappone

Le colline circostanti la città di Yoshino in primavera si accendono del loro rosa pallido. Questo è il luogo per antonomasia dei ciliegi giapponesi, dove pare si trovino le piante più antiche del paese.

La leggenda narra infatti che i primi alberi furono piantati nel VII secolo d.C. dal sacerdote En-no-Ozuno. Perfino gli imperatori si recavano qui per ammirarne la fioritura primaverile.

I luoghi più famosi di tutto il Giappone in cui si possono ammirare alcune delle più scenografiche fioriture sono:

  • Parco Maruyama a Kyoto
  • Parco di Ueno a Tokyo
  • Castello di Himeji
  • Castello di Hirosaki

Quest’ultimo, in particolare, è circondato da un giardino in cui si trovano 5 mila piante di ciliegi, alcune molto antiche.

fiori di ciliegio

Lo spettacolo di queste fioriture è aperto al pubblico ogni anno durante la golden week, dal 23 aprile al 5 maggio. L’Associazione Giapponese per i fiori di ciliegio, ha creato una lista dei 100 migliori posti dove osservare le fioriture.

LEGGI ANCHE:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close