Alimenti

La lista della frutta autunnale

L'elenco dei principali frutti autunnali con le loro proprietà e qualche idee su come utilizzarli

Ogni stagione ha i suoi frutti! Dall’uva ai fichi, vediamo quindi insieme qual è la frutta autunnale. Consumare prodotti di stagione è sempre preferibile, sia per godere dei nutrienti dei prodotti al massimo della loro qualità sia per i costi. Andiamo allora a scoprire insieme cosa ci offre l’autunno in fatto di frutta, da gustare fresca o da utilizzare per realizzare golosi dolci stagionali, frullati ed estratti a tutta salute e particolari piatti salati.

La lista della frutta autunnale

L’elenco della frutta autunnale

Prima e dopo l’equinozio d’autunno la Natura offre numerosi frutti, che possiamo elencare suddividendoli tra i vari mesi di questa stagione.

  • Settembre: possiamo ancora godere di alcune bontà tipicamente estive, come i meloni e le pesche tardive. Prettamente autunnali sono invece le mele, i fichi, l’uva, le banane, le melagrane, i mirtilli e le giuggiole
  • Ottobre: fanno il loro ingresso nel reparto ortofrutta i cachi, i datteri, le pere, i limoni, i cedri e le castagne
  • Novembre: quasi a ridosso dell’inverno, arrivano anche arance, kiwi e mandaranci

Entriamo un po’ più nel dettaglio analizzando più da vicino alcuni frutti autunnali e le loro proprietà.

  • Uva. Bianca, nera o rossa. Con o senza semi. Italia, Vittoria, Globe… L’uva è il frutto settembrino per antonomasia e ne esistono tante varietà diverse. Indipendentemente dalla varietà, l’uva è un frutto molto zuccherino, fra i più calorici (66 calorie ogni 100 gr). Tuttavia, contiene anche molti nutrienti saluti come vitamine (A, B e C), sali minerali (potassio, fosforo, ferro, calcio, magnesio, manganese) e flavonoidi, che sono potenti antiossidanti utili per proteggere il sistema cardiocircolatorio.
  • Arance. Ricche di vitamina C, rinforzano il sistema immunitario e sono ottime alleate contro l’azione dei radicali liberi, primi responsabili dell’invecchiamento
  • Melograno: è ricco di fibre, antiossidanti e vitamina C. Molto versatile, si può fare un succo oppure se ne possono aggiungere alcuni chicchi nell’insalata
  • Cachi. Frutti energetici perché ricchi di zuccheri semplici, facili da assimilare. Contengono vitamine e, grazie alla presenza di fibre e potassio, sono indicati per chi soffre di stitichezza. Gli vengono riconosciute anche proprietà depurative e antiossidanti
  • Mele. Hanno pochissimi grassi, mentre sono ricche di fibre e vitamine
  • Pere. Con pochi grassi, le pere sono ricche di fibre – solubili e insolubili – che le rendono un frutto dall’indice di sazietà molto elevato. Migliorano il controllo glicemico e abbassano i livelli di colesterolo
  • Mirtilli rossi. Ottimi alleati della nostra salute in quanto sono validi coadiuvanti nella prevenzione delle infezioni urinarie e delle patologie a carico del sistema cardiovascolare
  • Lamponi. Leggeri e con poche calorie, questi frutti rossi contengono vitamine del gruppo B, vitamina E, C e vitamina K. Inoltre, essendo ricchi di polifenoli e tannini, possiedono proprietà antinfiammatorie ed antiossidanti

Altri frutti tipici dell’autunno

  • Mandarino. Il più dolce fra tutti gli agrumi, ricco di vitamina C, fibre e carotene. È ipocalorico e facile da digerire
  • Susine. Frutto energizzante e rimineralizzante, ricco di fibre e di vitamine, così come anche di sali minerali, come potassio, calcio, magnesio e fosforo
  • Kiwi. Ricco di vitamina C, è un potente regolatore intestinale, non adatto ai soggetti che soffrono di diverticolite o della sindrome del colon irritabile
  • Nespole: piccole e acidule, si raccolgono a novembre
  • Uva spina: frutto dolce e profumato, della stessa famiglia del ribes
  • Corniole: molto diffuso in Romagna, questo frutto dal sapore acidulo giunge a piena maturazione proprio in autunno
  • Frutta secca. Energetica, è ricca di ferro, potassio, calcio, fosforo e magnesio
  • Castagne. Valido sostituto di pane e carboidrati in genere, contengono anche proteine e sali minerali come ferro, potassio, magnesio, calcio e fosforo, possono esser gustate in dolci e piatti salati, e come classiche caldarroste.
  • Noci. Grazie agli omega-3 in esse contenute, proteggono il cuore e la salute di tutto il sistema cardiocircolatorio, mantenendo sotto controllo i valori di colesterolo. Sono ricche anche di vitamine (come la vitamina A, la vitamina B1, la vitamina B6 e la E) e di oligoelementi, come zinco, fosforo, rame, ferro, calcio e potassio, sostanze molto utili per affrontare i cambi di stagione
  • Nocciole. L’acido linoleico e i fitosteroli in esse presenti prevengono l’invecchiamento dei tessuti e favoriscono la circolazione sanguigna e arteriosa, preservando così la salute del sistema cardiocircolatorio. Sono altresì’ ricche di carboidrati semplici, proteine, aminoacidi essenziali e sali minerali, fra cui selenio, ferro, fosforo e magnesio

I vantaggi di comprare frutta autunnale

Come già detto all’inizio, acquistare e consumare frutta e verdura di stagione è un’ottima scelta, o meglio, la cosa più giusta da fare.

Anzitutto, a livello qualitativo, i prodotti risultano essere più naturali e genuini nel loro periodo di maturazione e, di conseguenza, sviluppano il massimo delle loro proprietà nutritive e benefiche. Inoltre, la frutta di stagione è più saporita e nutriente, e contribuisce al naturale rinforzo del sistema immunitario.

Non da ultimo, poi, i prodotti stagionali sono anche più economici rispetto alle primizie.

frutta autunnale
I colori dell’autunno

Estratti con frutta autunnale

La frutta si può consumare al naturale ma è un ingrediente da poter utilizzare anche per alcune preparazioni. Ad esempio con frutta e verdura si possono fare succhi, frullati, centrifughe ed estratti. Bevande ideali a colazione o per una nutriente merenda. Ecco ad esempio la ricetta di un estratto arancione, realizzato con frutta e altri prodotti tipicamente autunnali. Servono:

  • 100 gr di polpa di zucca
  • 1 mela
  • 1 arancia
  • carota
  • 1 pezzetto di zenzero fresco

Preparazione. Mettere tutti gli ingredienti nell’estrattore e bere il prodotto ottenuto. Contribuisce a rafforzare le difese immunitarie e a migliorare la vista.

Ricette dolci con frutta autunnale: qualche idea golosa

Con la frutta autunnale ci possiamo sbizzarrire nel fare dolci golosi.

Strudel di mele

Lo strudel di mele è un grande classico che piace a tutti. Se poi si utilizza la pasta sfoglia già pronta, è anche facilissimo e veloce da preparare. Basta infatti preparare solo la farcia, unendo:

  • 2 kg di mele (del tipo Renette o Golden Delicious) sbucciate e ridotte in pezzetti molto piccoli
  • 50 gr di burro
  • 40 gr di zucchero
  • 100 gr di uvetta
  • 50 gr di pinoli
  • 1 cucchiaino di cannella

Preparazione.  Amalgamati bene tutti gli ingredienti del ripieno, basterà semplicemente distribuire la farcia su metà sfoglia e ripiegarla per chiuderla. Effettuare infine dei tagli sulla sfoglia per evitare che si gonfi e cuocere in forno secondo le modalità indicate sulla confezione della sfoglia.

Mousse di cachi e cacao

Un cremosissimo dessert molto goloso, perfetto per concludere il pasto con dolcezza. Prepararlo è davvero facile e veloce. Vi servono solo 2 ingredienti: cachi e cacao in polvere.

Aprite il caco ed estrarre la polpa matura, quindi schiacciarla e lavorarla con il cacao fino a ottenere un composto omogeneo.

Versate in pirottini monouso o stampini da budino e far riposare in frigo per almeno 1 ora, e comunque fino al momento di servire.

Smoothie con frutti autunnali

Vediamo ora uno smoothie perfetto per una sana e nutriente merenda o per una colazione nutriente. Basterà frullare insieme i seguenti ingredienti:

  • 150 gr di yogurt ai frutti di bosco
  • 125 gr di mirtilli
  • 1 banana
  • 2 cucchiai di fiocchi d’avena
  • 1 cucchiaio di miele
  • cannella in polvere q.b.

Torta di pere cremosa

Ecco infine un dolce classico: una torta morbida a base di pere, uno dei frutti autunnali per eccellenza.

  • 3 pere, del tipo Kaiser o Abate
  • 270 gr di farina 00
  • 250 gr di mascarpone
  • 3 uova
  • 150 gr di zucchero
  • 50 gr di burro
  • 1 bustina di lievito per dolci

Preparazione. Pulite le pere, sbucciandole e riducendone 2 a cubetti e una a fettine sottili per la decorazione. Nel frattempo, montate gli albumi a neve e, in un’altra ciotola, lavorate il mascarpone con il burro e lo zucchero. Quindi unite i tuorli e la farina setacciata insieme al lievito. Unite all’impasto la frutta tagliata a cubetti. Infine, gli albumi montati usando una spatola e facendo dei movimenti dal basso verso l’alto. Versate l’impasto in una tortiera imburrata e infarinata, e livellate col dorso di un cucchiaio. Decorate la torta sistemandovi sopra gli spicchi della pera a raggiera. Cuocete in forno già caldo (180 °) per 1 ora circa. Quando cotta, lasciate comunque nel forno spento per ulteriori 10 minuti. Servite la torta quando raffreddata e, volendo, con una spolverata di zucchero a velo.

frutta autunnale
Una torta di pere per rendere più dolce il cambio di stagione?

Ricette salate con frutta autunnale: idee sfiziose e particolari

Con la frutta si possono preparare anche dei gustosi piatti salati. Ecco qualche idea.

Stuzzichini a base di mele e formaggio

Per un aperitivo o un antipasto diverso dai soliti, si possono preparare delle tartine farcite con una mousse di mele e formaggio.

Come base, a piacere, si possono utilizzare dei cracker integrali, del pane da bruchetta tostato o dei crostini. Per la farcitura, preparare una crema usando del formaggio cremoso a scelta (crescenza, ricotta, gorgonzola e mascarpone etc…). Ultimare i finger food con una fettina di mela e, volendo, un filo di miele e/o un mix di frutta secca sminuzzata molto finemente.

In alternativa, si può utilizzare la fettina di mela come base e spalmarci direttamente sopra la crema di formaggio. Infine, per decorare, miele e un gheriglio di noce.

Insalata autunnale

Ecco un contorno di stagione, da servire anche come leggero antipasto.

Tagliare molto finemente, meglio se a julienne, mele, carote e sedano rapa. Condire con olio EVO, succo di limone e sale, e guarnire con semi di zucca. A piacere, è possibile dare un tocco di gusto con del prezzemolo tritato e/o un trito di capperi.

Risotto all’uva

Vi proponiamo ora un primo piatto dai sapori tipicamente autunnali.

In una padella antiaderente calda, fate abbrustolire a fuoco alto delle fette di prosciutto crudo senza bruciarlo (bastano un paio di minuti). Nel frattempo, lavate l’uva e passare gli acini in un passaverdura così da ricavarne il succo. In un tegame, fate sciogliere una noce di burro e fatevi rosolare lo scalogno a fettine. Quando è appassito, aggiungete il riso e fate tostare per alcuni minuti. Bagnate il riso col succo d’uva e, quando è asciugato, procedete con la classica cottura del riso, aggiungendo del brodo vegtale poco per volta fino alla completa cottura.

Infine, mantecate il risotto con della robiola o altro formaggio delicato, e servite con il crudo sbriciolato e qualche acino d’uva tagliato a metà.

Cous cous autunnale

Concludiamo con una ricetta esotica.

Preparazione. Ammollate il cous cous nell’acqua salata bollente per 10 minuti.
Nel frattempo, sbollentare in acqua salata gli spinaci e pulite i datteri eliminando il nocciolo interno. Sgranate il melograno e ammollate l’uvetta. A questo punto, preparare un condimento emulsionando olio d’oliva, succo di lime, succo d’arancia e il mix di spezie. Assemblate il piatto mescolando il cous cous con gli spinaci, i datteri, i chicchi di melograno l’uvetta. Insaporite il tutto con la vinaigrette preparata e fate riposare per mezz’ora.

Altre informazioni

Se vi interessano le verdure e la frutta di stagione, ecco un a lista divisa per periodo:

Federica Ermete

Nata a Busto Arsizio nel 1982, dopo il diploma si trasferisce a Cremona – dove vive tutt’ora – per conseguire la laurea in ambito umanistico. Sia per formazione professionale che per passione personale, i suoi ambiti di specializzazione sono l’alimentazione, la salute, il fitness di cui è appassionata anche nella vita quotidiana, ed il benessere naturale. Collabora con entusiasmo con la redazione di Tuttogreen dal giugno 2020.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pulsante per tornare all'inizio