Quello che c’è da sapere sui diverticoli: sintomi, diagnosi e trattamento

di La Ica del 12 maggio 2018

I diverticoli sono delle anse nell’intestino che possono essere causate da una mancanza di fibre nella dieta. Possono essere particolarmente dolorosi ma curabili, grazie anche ai rimedi omeopatici, che possono ulteriormente facilitare il percorso di guarigione.

Quello che c’è da sapere sui diverticoli: sintomi, diagnosi e trattamento

Ma andiamo con ordine e vediamo che cosa sono di preciso i diverticoli, quali le cause e successivamente passiamo in rassegna i rimedi naturali.

Diverticoli cosa sono e cause

I diverticoli o diverticolosi sono una malattia del colon che si sviluppa in assenza di una dieta corretta.

Altre cause sono il ristagno di feci e la presenza di batteri nell’intestino, causati da stitichezza o mancanza di esercizio fisico, che tra le altre cose aiuta a digerire ed evacuare.

I diverticoli sono infatti delle sacche che modificano la struttura del colon, infiammandolo, ma la malattia può presentarsi anche in altri tratti del canale digerente.

FOCUS: Crampi allo stomaco: rimedi naturali suggeriti

Diverticoli sintomi

Pertanto, i sintomi più comuni associati alla diverticolite sono: crampi, dolori addominali, diarrea e febbre. In alcuni casi, i dolori possono accompagnarsi a sanguinamento, dovuto alla presenza di ascessi e fistole.

Per stabilire se i dolori addominali sono dovuti alla presenza di diverticoli nel colon, è necessario sottoporsi ai test che vi prescriverà il medico curante.

cosa sono i diverticoli

I diverticoli sono delle sacche dell’intestino che possono portare crampi, febbre, vomito, stitichezza o diarrea. Se un diverticolo si rompe, il rischio è di ammalarsi di peritonite

Potrebbero interessarti anche:

Diverticoli dieta

Dal momento che è una dieta ricca di fibre a facilitare il transito intestinale, e dunque la buona salute dell’intestino, una delle cure più efficaci sta proprio nella necessità di aggiungere almeno 25 gr di fibre alla propria alimentazione quotidiana.

Potrebbe essere poi di grande sollievo, ridurre drasticamente la presenza di cibi raffinati ed intraprendere esercizio fisico regolare.

Meglio preferire verdure verdi e legumi ai cereali, che affaticano la digestione. È inoltre importante bere molta acqua e bevande dissetanti non gassate o zuccherate.

dieta ricca di fibre

Una dieta ricca di fibre include soprattutto cereali integrali, legumi, verdure a foglia verde, frutta fresca e secca

Consultare il medico può essere fondamentale, sia per iniziare una dieta che aiuti a rendere le feci più morbide ma anche per seguire un trattamento che allevi i dolori.

Diverticoli cure

Solo nei casi più gravi, ovvero quando queste ‘tasche’ s’infiammano e la diverticolosi diventa diverticolite, può essere necessario il ricovero in ospedale per seguire una terapia antibiotica.

Il ricorso alla chirurgia per l’asportazione di una parte del colon, si ha solo dopo attacchi ripetuti e gravi complicazioni dovute alla malattia diverticolare. Oltre alla dieta, le cure naturali messe a disposizione per il trattamento dei diverticoli sono: l’idrocolonterapia e l’agopuntura.

Quest’ultima ha il compito di agire su alcuni punti del corpo, allo scopo di alleviare il dolore, mentre l’idrocolonterapia consiste nel lavaggio dell’intestino con acqua dolce filtrata, che rimuove i residui e ristabilisce la buona funzionalità.

A03JAN Passion flower infusion

La passiflora è un erba medica che aiuta a calmare i crampi addominali dovuti alla diverticolosi. Stesso discorso per camomilla, melissa e biancospino, mentre i semi di finocchio facilitano la digestione

In commercio sono presenti anche cure omeopatiche come la Nux Vomica, la Nux Moschata, la Belladonna e la Valeriana, mentre a scopo preventivo si possono assumere Prosymbioflor e Symbioflor.

Particolarmente efficaci risultano essere anche le tisane a base di melissa, camomilla, passiflora e biancospino che calmano i crampi e proteggono la flora batterica.

Domande comuni e relative risposte sui diverticoli

Vediamo anche le risposte ad alcune domande frequenti sulla malattia diverticolare.

I diverticoli sono operabili?

Bisogna innanzitutto distinguere le circostanze. Semplificando all’estremo, se non arrecano fastidi gravi e non si infiammano, sono solitamente controllabili con una dieta ricca di fibre. Tra i cibi ricchi di fibre troviamo pasta, pane, riso, uova, prosciutto, yogurt, patate, tè, orzo e tisane. Sempre preferibile cuocere i cibi a vapore, al forno o anche lessarli.

Nei casi più gravi, invece, laddove il paziente avverte fastidi gravi, la rimozione chirurgica è necessaria. Si tratta di un intervento che risolve completamente il problema.

SPECIALE: Ernia ombelicale: che cos’è e quando operarla

I diverticoli sono legati all’età?

Risposta affermativa. Man mano che andiamo avanti con gli anni, aumenta la probabilità di avere a che fare con questo problema. Pensate che tra i 40 e 50 anni un terzo abbondante della popolazione è portatrice di diverticoli. Circa la metà delle persone tra 60 e 80 anni registra la presenza di diverticoli.

Tra i 70 e gli 80 anni il problema riguarda quasi il 70-80% della popolazione. Ed infine praticamente tutti gli over 80 hanno questo problema.

Tra i giovani sotto i 30 anni la presenza di diverticoli è relativamente rara, tra l’1 ed il 2% della popolazione, ma è una percentuale che sta aumentando in modo preoccupante per effetto di alcune abitudini alimentari non corrette (dieta povera di fibre e ricca di zuccheri) diventate ormai moneta corrente nei modelli di stile di vita imposti dalla società dei consumi.

Nonostante siano più frequenti tra gli anziani, i diverticoli possono formarsi anche in età molto più giovane. Soprattutto tra i giovanissimi, l’apparire dei diverticoli è un probabile segnale di future complicanze molto gravi, come ulcerazioni e diverticoliti ricorrenti.

I diverticoli sono contagiosi?

La risposta è negativa. Come si diceva in premessa, tra le cause della diverticolite c’è una dieta povera di fibre, che abbia favorito nel corso degli anni la stitichezza.

Questa è una circostanza che porta ad aumentare la pressione addominale per favorire l’espulsione delle feci: il conseguente aumento della pressione nel colon porta nel corso del tempo all’indebolimento strutturale delle pareti del colon ed infine al formarsi di diverticoli. Quindi, no, la diverticolite non è contagiosa ed ha cause diverse.

Altri approfondimenti e prodotti utili

Trovate questi prodotti fitoterapici anche online:

BIANCOSPINO FOGLIE E FIORI 100 gr. Ansia, ipertensione, insonnia, palpitazioni, vampate
Prezzo:EUR 4,50

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment