Bellezza

Acqua micellare, il prodotto due in uno per la pulizia profonda del viso

Polisce in fretta e senza lasciare residui di trucco, un toccasana per ogni tipo di pelle

L’acqua micellare non è un tonico per il viso e non è neppure un latte detergente ma funge per entrambe.
Scopriamo tutti i segreti i vantaggi e le caratteristiche di quest’acqua miracolosa.

Acqua micellare, il prodotto due in uno per la pulizia profonda del viso

Acqua micellare: a cosa serve e perchè è importante

La pulizia profonda della pelle è importante più che mai, non solo per una questione di igiene. Nel caso della del viso una buona detersione vuol dire anche pelle più sana e più fresca, ben idratata e luminosa.

Dopo una giornata fuori casa con il viso truccato, è indispensabile prima di andare a letto provvedere ad una adeguata detersione del viso, in profondità e nel pieno rispetto della propria epidermide.

Pulisce in profondità sia la pelle secca che quella grassa, rimuovendo in un solo gesto il trucco, anche il tipo waterproof, e lasciando la pelle fresca e idratata, senza dover aggiungere altro.

Acqua micellare: caratteristiche

Quest’acqua è un prodotto dermatologico eccezionale, perché è in grado di detergere, struccare ed idratare la pelle del viso in poco tempo e con risultati eccellenti.

Una lozione da utilizzare per rimuovere il makeup – anche il più ostinato – rendendo la pelle idratata e pulita. Rimuove residui di trucco, sporcizia, impurità, non altera il pH, e non irrita la pelle più sensibile.

La sua composizione è più leggera rispetto a qualsiasi altro struccante dalla formulazione classica, come il latte detergente ed il tonico. Infatti, consente di struccarsi facilmente ovunque, anche senza risciacquo, ed elimina a fondo le impurità che durante la giornata si accumulano sulla pelle, soprattutto se si abita in grandi città inquinate.

Inoltre la sua composizione rispetta il ph di ogni tipo di pelle, soprattutto la più sensibile: può essere utilizzata più volte nell’arco della giornata ed è infatti consigliata per chi soffre di pelle grassa e apparentemente unta. Passata sul viso dona subito una sensazione di asciutto e fresco, senza la sensazione di ttirare.

Origine del trattamento micellare

È un prodotto già noto negli anni ’80 tra i professionisti del settore: estetisti, truccatori, addetti alle sfilate di moda.

Veniva infatti usata soprattutto nel campo della moda o del cinema per permettere alle modelle o attrici un veloce cambio di look.

acqua micellare

Dapprima si diffonde in Francia, dove era reperibile in farmacia, ma fino agli anni 2000 rimane un prodotto di nicchia.

Oggi è un detergente conosciuto e diffuso in tutto il mondo, tanto che anche il suo prezzo, dapprima proibitivo, è divenuto accessibile a tutti.

Acqua micellare: come agisce

Si tratta di un detergente per il viso a base acquosa che riesce a rimuovere le tracce di makeup e di sebo in una sola passata. Il funzionamento dipende dall’azione delle micelle, delle particelle tensioattive presenti in sospensione.

Le micelle riescono a rimuovere qualsiasi tipo di trucco senza strofinare troppo e senza causare arrossamenti o bruciore e non causao secchezza alla pelle.

Composizione dell’acqua micellare

Quest’acqua è composta da solo due ingredienti:

  • l’acqua
  • le micelle

Non deve contenere sapone o alcool ed è per questo che non lascia alcuna sensazione fastidiosa di unto o di pelle che tira.

Ma cosa sono le micelle

Sono molecole tensioattive che formano delle piccole sfere in grado di catturare ed eliminare, oltre all’acqua, anche le particelle di trucco, impurità, sebo.

Questi aggregati di molecole chiamati tensioattivi hanno una parte idrofoba (che non ama l’acqua) e una idrofila (amante dell’acqua). I tensioattivi sono presenti nella maggior parte dei prodotti per il lavaggio, dal detersivo per stoviglie, ai detergenti, dagli shampoo ai saponi.

Una micella è quindi un aggregato sferico di tensioattivi con una testa ‘idrofila’ che, una volta in acqua, raggiunta una determinata concentrazione, si orienta verso l’acqua per formare queste sfere-micelle. Mentre le code idrofobe si uniscono al centro per stare lontane dall’acqua in cui sono immerse.

Le micelle, per le loro proprietà fisico-chimiche, ‘intrappolerano’ lo sporco (presente sulla pelle) per poi essere eliminate meccanicamente passandovi sopra un batuffolo di cotone o dell’acqua.

In pratica si attaccano alle impurità e al trucco rimuovendoli perfettamente, senza seccare e irritare la pelle del viso. Quando si passa sulla pelle la lozione, le micelle presenti si legano con i grassi e la sporcizia del viso, portandolo via con loro quando vengono tolte dall’azione del batuffolo o del risciacquo. Lasciano la pelle idratata e fresca.

I tensioattivi non sono una peculiarità unica di questa lozione, ma bensì sono presenti nella maggior parte dei prodotti per la cura della pelle e dei vestiti,

La particolarità delle micelle è la sua tollerabilità anche nei casi di pelle molto sensibile.

Attenzione: in commercio esistono delle versioni arricchite con altri ingredienti per aumentarne le proprietà idratanti o antiage. Scegliete il prodotto giusto per voi.

Acqua micellare: come si usa

Si può usare tutti i giorni, anche più volte al giorno per la pulizia del viso.

La sera prima di andare al letto è bene detergere la pelle, una routine fondamentale per la propria igiene e per mantenere luminoso il viso.

Si applica con un dischetto di cotone, direttamente sulle zone interessate, compresi occhi e labbra. Si esercita una lieve pressione sulla zona T (fronte, naso e mento).

Con un solo prodotto si sostituisce latte detergente e tonico con risparmio di tempo e di denaro.

Per rimuovere il waterproof

Per rimuovere un makeup pesante, per struccare la zona perioculare e rimuovere anche il trucco waterproof si consiglia di lasciare in posa per qualche secondo i dischetti imbevuti di acqua micellare sulle palpebre chiuse e, se necessario, su altre zone del viso.

acqua micellare

Quindi procedete con movimenti che vanno dall’interno degli occhi verso l’esterno, per struccarli eliminando ogni residuo di trucco anche dalle ciglia.

L’acqua micellare si risciacqua?

Dipende, ci sono pareri discordanti. In generale non va risciacquata, ma deve essere seguita dall’applicazione di un tonico. Le acque prive di risciacquo suggeriscono che le quantità di tensioattivi rimasti sulla pelle siano minime. In ogni caso, per evitare di danneggiare la pelle, è meglio scegliere un prodotto senza alcool.

Dopo aver rimosso le impurità le due soluzioni perfette per completare la pulizia del viso sono una delle due  seguenti:

  • spruzzare sul viso dell’acqua distillata, o acqua termale, che rinfresca la pelle e non contiene calcare
  • passare un dischetto imbevuto con un tonico lenitivo, all’amamelide o l’acqua di rosa

Guida all’acquisto dell’acqua micellare

Ormai un prodotto comune che si acquista in tutte le profumerie, le farmacie e parafarmacie, è presente anche nei reparti di prodotti per la cura della persona e della casa del supermercato.

Ha fatto molta strada dalle sue origini in Francia e oggi è il prodotto per la detersione più venduto: il suo vantaggio è la facilità di uso ad un prezzo accessibile.

In commercio si trovano prodotti per ogni fascia di prezzo, ma in media il prezzo si aggira sui 10 euro.

Garnier Skinactive Acqua Micellare - 400 ml
Prezzi aggiornati il 27-11-2020 alle 12:35 PM.

Acqua micellare termale

Tra le migliori sul mercato vi sono le micellari termali, che uniscono alle caratteristiche delle micelle tutte le qualità dell’acqua di origine termale.

Questo prodotto è adatto alla detersione di qualsiasi tipo di pelle grazie ai minerali presenti nell’acqua termale. Le micelle contengono dei tensioattivi non ionici delicati che agiscono asportando perfettamente il trucco e le impurità.

Acqua micellare con bava di lumaca

Unisce la caratteristica struccante e detergente della micellare all’azione antiage della bava di lumaca.
Adatta per tutti i tipi di pelle e non necessita di risciacquo. Si consiglia a chi vuole ritrovare un effetto antinvecchiecchiamento anche nelle semplici fasi di pulizia del viso.

Micellare bifasico

L’acqua micellare bi-fase è un prodotto micellare bi-fase che unisce le proprietà dell’olio essenziali all’efficacia di uno struccante micellare per rimuovere ogni tipo di makeup, anche waterproof. Garantisce

  • pulizia e démaquillage perfetti
  • tonificazione
  • azione idratante,
  • azione rivitalizzante e anti-radicali liberi.

Acqua micellare fai da te

Oltre ai tanti prodotti in commercio ecco come realizzare un’acqua micellare fai da te, 100% naturale. Attenzione usare solo prodotti organici privi di siliconi e parabeni.

Acqua micellare fai da te per pelli normali

Ingredienti:

Preparazione. In una bottiglia di vetro versate l’acqua distillata e l’acqua di rose. Aggiungete il detergente e mescolare, poi il gel d’aloe vera e mescolate. Il prodotto va conservato per massimo 2 settimane meglio se riposto in frigorifero. Va agitato prima dell’uso.

Micellare fai da te per pelli grasse e impure

Ingredienti per l’acqua alla lavanda e amamelide:

  • 50 ml di idrolato di lavanda
  • 50 ml di idrolato di amamelide
  • 3 ml olio di ricino idrosolubile
  • 5 gocce olio essenziale di tea tree
  • 10 gocce olio essenziale di lavanda

Preparazione: in un recipiente di vetro bel mettere l’olio di ricino e gli oli essenziali di lavanda e tea tree e mescolare. In un altro recipiente unire l’idrolato di lavanda e l’idrolato di amamelide quindi unire i due composti e agitare bene. Questa acqua è ricca di proprietà astringenti e antinfiammatorie e deve essere tenuta lontano dal contatto con gli occhi. Conservate in luogo fresco per un paio di settimane.

acqua micellare

Acqua micellare fai da te per pelli sensibili

Ingredienti per struccante alla camomilla:

  • 50 ml acqua distillata
  • 50 ml infuso di camomilla
  • 1 cucchiaio di detergente 

Preparazione. Mescolate in una ciotola l’acqua distillata con l’infuso di camomilla. Aggiungete il detergente e mescolate bene. Questo prodotto è molto delicato.

Bifasico fai da te per pelli secche

Ingredienti per tonico all’acqua di rose:

Preparazione. Unite gli ingredienti e mescolate bene. Quindi travasateli in un flacone di plastica o vetro. Ogni volta prima dell’uso agitate bene. Conservate per 2 settimane in luogo riparato e fresco.

Fai da te per rimuovere trucchi waterproof

Ingredienti per lozione waterproof all’olio di ricino e alla lavanda:

  • 70 ml di acqua distillata
  • 30 ml di olio di ricino
  • 3 cucchiaini di glicerina vegetale
  • 10 gocce di olio essenziale di lavanda

Preparazione. Dapprima unite l’olio essenziale di lavanda e la glicerina e mescolate bene. In un flacone unite a questo composto anche l’acqua distillata e l’olio di ricino. Agitate bene prima di applicarlo sul viso per rimuovere anche il trucco più ostinato.

I pro dell’acqua micellare

Tra i vantaggi dell’acqua micellare possiamo dire che:

  • è adatta a tutti i tipi di pelle, secche, miste e grasse, sia giovane sia adulta
  • agisce efficacemente per rimuovere trucco e impurità
  • non intacca la barriera idro-lipidica della pelle non è un prodotto aggressivo
  • il risciacquo non è necessario e quindi l’acqua non è indispensabile
  • il prezzo è accessibile a tutti, anche se varia da prodotto a prodotto
  • non lascia unta l’epidermide
  • può usata anche da chi non si trucca unicamente per pulire la pelle da sebo e impurità

I contro dell’acqua micellare

Non ci sono particolari controindicazioni legate all’uso di questo prodotto, non crea né irritazioni né allergie.

Alcuni dermatologi e cosmetologi invece ne sconsigliano l’uso quotidiano e soprattutto più volte al giorno perché reputano possa, sul lungo periodo, rovinare il filtro lipidico della pelle.

È il caso delle modelle che ne fanno largo uso più volte al giorno. In questi eccezionali casi l’uso eccessivo potrebbe portare a secchezza, irritazione o reazioni allergiche. Ma non vi sono casistiche tali da rendere questa problematica una reale controindicazione.

ScriBio

Siciliana di nascita (1970) e milanese di adozione dal 1988. Ha svolto tanti lavori e per ognuno di essi ha dato il meglio con passione e voglia di imparare. Fino al 2011: licenziata, separata, due figli. Anno della svolta: seguire la sua attitudine, la scrittura. Inizia per caso a lavorare come free lance per una casa editrice milanese specializzata in riviste tecniche. Scrive di edilizia e architettura per Imprese Edili e viene attirata dal mondo della bioedilizia e dell’architettura sostenibile (collabora anche con architetturaecosostenibile.it). Arriva la digitalizzazione, le riviste sono quasi totalmente online: si specializza e anche oggi continua a tenersi aggiornata, non smettendo mai di ascoltare, guardare e imparare.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sullo stesso argomento
Close
Back to top button
Close