Cane che abbaia: cosa significa?

di La Ica del 3 novembre 2017

Abitudini ed atteggiamenti degli animali possono sorprendere, specialmente una volta scoperto quanto siano somiglianti ai nostri. È il caso del cane che abbaia. Scopriamo perché e che senso ha per i nostri amici a quattro zampe.

Sapevate che esistono diversi modi di abbaiare? Il cane che abbaia può farlo per paura, rabbia, gioco e persino tristezza. Scopriamo i diversi significati dell’abbaio e come gestirlo.

Cane che abbaia: i motivi

Uno dei motivi più frequenti per cui un cane abbaia è la paura o la vittoria. Lo fa per mettere in guardia il cane rivale o come avviso per gli altri cani del circondario che sta per accadere qualcosa.

Ma un cane può anche abbaiare per comunicare al proprio padrone quanto è stato bravo (magari a cacciare una mosca). Oppure perché si sente solo o annoiato.

Quando è continuo, si parla di ‘latrato’, e viene generalmente utilizzato dal cane che insegue la preda. In questo caso si tratta, però, di un’espressione di eccitazione o allegria. I cuccioli, usano l’abbaio per rispondere al gioco, mentre la mamma può abbaiare loro addosso per sgridarli.

Alcuni quattro zampe abbaiano per cercare un contatto, per comunicare un bisogno agli umani (ad esempio, la fame). A volte abbaia per richiedere attenzione o considerazione, ma può anche essere dovuto a un disturbo fisico che gli crea dolore.

Vi sono alcuni deficit sensoriali, dovuti ad esempio alla senilità, in cui l’abbaio insistente e prolungato è la norma.

cane che abbaia

Spesso, il cane abbaia per inviare un allarme o quando di fronte a un nemico

Come diminuire l’abbaio di un cane

Dopo aver stabilito che il proprio amico fedele non ha un disturbo fisico, è bene indagare le cause del suo abbaio e risolverle.

Se abbaia per difesa

Se sta abbaiando a scopo difensivo, è consigliabile non sgridarlo per zittirlo. Questo, infatti, non farebbe altro che aumentare il suo nervosismo, portandovi ad ottenere l’effetto contrario.

Il cane può abbaiare per paura

La soluzione migliore è quello di calmarlo, per fargli capire che non c’è niente di cui preoccuparsi. Nel caso in cui il cane abbaiasse per solitudine, sarà necessario abituarlo alla propria routine, se possibile, poco per volta.

E non dimenticate di salutarlo calorosamente ogni volta.

Ma attenzione, il cane ‘isterico’ abbaia a qualsiasi cosa si muova. Se è il vostro caso, questo può essere l’effetto di un’adozione precoce. È infatti solo dopo i 60-90 giorni di vita che avrà imparato, tramite il contatto con i genitori, a contenere aggressività e mordacità anche quando la sua ‘distanza di sicurezza’ viene violata.

Vi suggeriamo anche di leggere la nostra scheda sui cani in spiaggia: i diritti e doveri di padrone e animale

Se abbaia per gioco o coccole

Il cucciolo che abbaia perché vuole giocare in continuazione, andrà invece ignorato. Discorso simile se il cane è annoiato o vuole le coccole. Se invece sta cercando di esprimere un bisogno, come la necessità di bere o andare fuori, fategli capire, con le buone, che non deve farlo.

Alcuni cani abbaiano per esprimere un bisogno, come giocare o essere coccolati

Un esempio potrebbe essere quello di picchiare la ciotola dell’acqua contro quella del cibo, prima di versagliene di nuova, così capirà che quando avrà sete, anziché abbaiare, potrà semplicemente fare quel rumore.

Altre informazioni

Scoprite altro con le nostre guide sui cani:

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment