Erbe medicinali e aromatiche

Scopriamo il Codonopsis, il ginseng dei poveri

Tonico energizzante ideale in tutti i casi di spossatezza profonda

Parliamo del Codonopsis, una pianta che proviene dall’Asia e che è nota principalmente per le virtù. Fin da tempi remoti, la medicina tradizionale cinese utilizza questa radice come efficace energizzante. Non a caso la pianta è anche comunemente nota come ginseng dei poveri, ma la sua azione immunostimolante è si,mile anche ai funghi come il Cordyceps ed il Reishi.
Scopriamone insieme qualcosa di più.

Scopriamo il Codonopsis, il ginseng dei poveri

Codonopsis pianta

Il Codonopsis pilosula è un piccolo rampicante originario dell’Asia. Appartenente alla famiglia delle Campanulacee, ha un nome che significa ‘dall’aspetto di una campana’ e fa riferimento proprio ai suoi graziosi fiori molto simili a delle campanelle verdi, striate di giallo e di viola.

Piccoli e delicati, questi fiorellini quasi si confondono tra le foglie che hanno invece una forma di cuore e sono ricoperte da una sottile peluria.

Codonopsis

Pur non superando mai i 2 m di altezza, si tratta di una pianta perenne in grado di adattarsi a differenti condizioni ambientali e soprattutto di resistere anche a temperature piuttosto rigide.

Le varietà di Codonopsis

Al genere appartengono 40 varietà circa. Le più conosciute sono:

  • Codonopsis clemateidea è la specie più conosciuta, soprattutto tra gli appassionati. Però è difficile da trovare nei vivai. È un’erbacea dal portamento eretto e allargato con rami esili e foglie ovali e morbide al tatto.
  • Codonopsis lanceolata, simile alla clemateidea nel portamento, ma più alta (150 cm circa contro 60) e con fiori verdastri esternamente e bruno-rossicci tendenti al porpora nella parte interna.
  • Codonopsis ovata
  • Codonopsis pilosula, la cui radice essiccata si utilizza come stimolante
  • Codonopsis mollis
  • Codonopsis convolvulacea
  • Codonopsis rotundifolia

La coltivazione del Codonopsis

È una pianta che si adatta a vivere e a crescere anche nelle condizioni più disparate.

Poiché alcune varietà sono originarie delle zone montuose himalayane, non temono il freddo e, anzi, possono sopportare temperature molto rigide (20° sotto zero ed anche oltre).

Tuttavia, qualora si volesse coltivarlo, è bene sapere che ama i terreni fertili e limosi, e che predilige le zone a mezz’ombra.

Codonopsis

In primavera può essere utile somministrare del concime organico a lenta cessione. Irrigare abbondantemente nel periodo estivo e nei periodi di particolare siccità.

Le radici del Codonopsis

Più che come pianta ornamentale, è più noto per gli utilizzi della medicina tradizionale cinese e in fitoterapia.

Ed è la sua radice, che in genere si presenta con forma cilindrica e affusolata ad essere utilizzata come rimedio per stati di affaticamento. Viene anche soprannominato il ‘ginseng dei poveri” ed è frequentemente utilizzato al posto del ginseng.

Le radici vengono raccolte in autunno da piante spontanee, o comunque da piante di almeno 3 o 4 anni se coltivate.

Quindi vengono lavate e poi legate con uno spago in maniera ordinata e messe ad essiccare al sole parzialmente.

Durante il processo di essiccazione, le radici vengono stropicciate manualmente o trattate tra due assi così da tenere insieme i tessuti interni.

Codonopsis, proprietà

Nell’ambito della medicina cinese, è soprannominata ‘piccolo Ginseng’, poiché è un tonico energizzante in grado di alleviare quel senso di spossatezza profonda. Ma, a differenza del ginseng, il codonopsis svolge un’azione più dolce e prolungabile nel tempo.

In fitoterapia questa pianta viene prevalentemente consigliata quando la stanchezza e la mancanza di energie indeboliscono la funzionalità dello stomaco, provocando quindi eccessiva acidità e senso di pesantezza. Questo rimedio armonizza l’attività gastrica e riequilibra la digestione.

È bene sapere inoltre che, la sua azione tonica si estende fino al polmone che, secondo la medicina cinese, oltre ad essere l’organo incaricato della respirazione, è legato anche alla difesa dell’intero organismo.

Codonopsis

Da ciò ne consegue che costituisca un rimedio per i casi in cui la stanchezza è accompagnata anche da respiro superficiale, affanno, tosse cronica e particolare sensibilità alle infezioni.

Medicina moderna e Codonopsis

Ricerche scientifiche moderne non hanno fatto altro che confermare quanto già stabilito dall’antica disciplina orientale.

La medicina moderna lo ha infatti annoverato tra i maggiori adattogeni, ovvero quei rimedi che migliorano la resistenza allo stress e ne contrastano i possibili disagi a livello psico-fisico.

In particolare, questa radice parrebbe utile quando stanchezza e debolezza provocano disturbi a livello gastrointestinale, come difficoltà digestive associate a bruciori, iperacidità e mancanza di appetito.

Inoltre, gli studi scientifici hanno attestato che migliorerebbe l’efficienza del sistema immunitario, riducendo quindi il rischio di possibili malattie che andrebbero ad indebolire ulteriormente un soggetto già provato.

Infine, studi recenti hanno anche confermato il fatto che l’effetto tonico della pianta si riverbera anche sul piano intellettivo, con un miglioramento delle funzioni mentali.

A fronte di ciò, viene generalmente impiegato come sostituto del ginseng proprio per le sue proprietà analoghe che, riassumendo, sono:

  • Stimolante del sistema nervoso centrale
  • Aumenta la resistenza
  • Adattogeno sia a livello fisico che mentale
  • Antinfiammatorio
  • Immunomodulante
  • Antiastenico

Codonopsis: modalità di utilizzo

In genere, viene somministrato sotto forma di estratto secco in tavolette e, di norma, le dosi riportate sulle confezioni raccomandano l’assunzione di 2-3 tavolette al giorno, 5-10 minuti prima dei pasti principali.

Codonopsis

Tuttavia, si invita a rivolgersi ad un medico esperto in fitoterapia o agopuntura in modo da valutare la propria situazione personale.

Infatti, solo nella corretta relazione medico-paziente è possibile affrontare una cura e soprattutto gestirla al meglio per lo specifico caso.

Dove si compra il Codonopsis

L’estratto secco si trova in erboristeria sotto forma di radice secca e nei negozi di prodotti cinesi, in farmacia in tavolette come integratore, ma anche online, dove sono disponibili diverse marche e formati. Per le piante, rivolgetevi ai vivai specializzati in piante rare e online trovate i semi per coltivarla da voi.

Prezzo del Codonopsis

Il prezzo varia in base alle dimensioni della confezione e alla marca. Indicativamente una confezione contenente 60 tavolette costa all’incirca 20,00 euro.

Codonopsis, controindicazioni

In generale, i rimedi fitoterapici possono avere interazioni con farmaci chimici.

Oltre a consultare il proprio medico di fiducia, prima dell’assunzione si raccomanda massima precauzione soprattutto in pazienti che fanno terapia con aspirina, anticoagulanti (tipo warfarin ed eparina), antiaggreganti piastrinici e farmaci antinfiammatori non steroidei (come ibuprofene e naprossene).

Cautela anche nell’uso concomitante a rimedi lassativi o prodotti antiacido o antireflusso.

È bene infine sapere che rallenta la peristalsi intestinale.

Non assumere in gravidanza e allattamento per mancanza di studi adeguati. Sconsigliato anche durante cure per la fertilità. Se ne sconsiglia l’uso anche nei bambini, sempre per mancanza di studi a riguardo.

Altre piante da scoprire

Scopri anche le proprietà di questi frutti energizzanti e sostanze naturali:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button