Speciale Kefir di latte e di frutta, scopriamone tutte le proprietà ed i benefici e come farlo in casa

di Tennyson del 3 Maggio 2017

Il kefir viene spesso confuso (erroneamente) con lo yogurt, di cui è sì parente, ma pur sempre di alimento diverso si tratta: vediamo quali sono le sue specificità e le due diverse varianti.

Speciale Kefir di latte e di frutta, scopriamone tutte le proprietà ed i benefici e come farlo in casa

Origine: da dove viene

Ottenuto dalla fermentazione di latte fresco da parte di particolari microrganismi, il kefir è una vera e propria istituzione nei paesi dell’Est Europa, Russia soprattutto. Ma la sua popolarità si estende all’Asia, fino alla Mongolia.

Anche nel Caucaso, Georgia ed Armenia in primis, è ritenuto un alimento dalle virtù mai abbastanza decantate e spesso viene indicato come un fattore importante nel spiegare la longevità di talune popolazioni dell’area.

In questi paesi, infatti, la presenza diffusa di vecchietti centenari è spiegata (anche) grazie alla presenza di questa bevanda nel regime alimentare.

In questi paesi, trovare al supermercato il vasetto di kefir nel reparto latticini è cosa di tutti i giorni da tantissimi anni.

SPECIALE: I benefici del cibo fermentato

Che cosa’è

Il kefir è una bevanda ottenuta dalla fermentazione dei granuli di kefir nel latte o nel succo di frutta. Dal Caucaso, il kefir è un probiotico (= microrganismi viventi, lieviti e batteri).

I semi sono costituiti da caseina (= proteine contenute nel latte e nel formaggio) e da colonie gelatinose che crescono in simbiosi (= associazione tra esseri viventi i cui benefici sono reciproci). Ci sono due forme di kefir: il kefir di latte e il kefir di frutta, vediamone le proprietà e le caratteristiche di ciascuno dei due.

Kefir di latte

I granuli di kefir di latte sono opachi e agglutinati. E’ possibile farli fermentare in latte vaccino, ovino o di capra.

Immersi nel latte, lo trasformano in kefir e ne aumentano simultaneamente il volume.

I microrganismi agiscono coagulando la caseina e trasformando il lattosio (= zucchero del latte) in acido lattico, alcool e anidride carbonica. Il risultato è un liquido bianco, cremoso, di consistenza e sapore che ricorda il latte sbattuto.

Come consumarlo

Può essere degustato da solo, oppure con un po’ di muesli, cornflakes o miele. Può essere anche usato per fare dolci, salse o dessert. E’ ottimo a qualsiasi ora del giorno…

Insomma, un ingrediente indubbiamente versatile oltre che benefico.

kefir

Kefir con fragole: bontà e salute all’ennesima potenza

Dove comprarlo in Italia

Da noi si tratta di un prodotto ancora relativamente poco conosciuto. Alcuni aficionados se lo preparano da soli. Si prepara facendo fermentare per un giorno latte fresco a temperatura ambiente coi granuli di kefir.

Già pronto lo si trova presso alcuni negozi biologici oppure in quei negozi di specialità alimentari russe e dei paesi dell’ex Unione Sovietica presenti specie nelle grandi città al Nord Italia.

Negli ultimi anni ha cominciato ad apparire anche presso alcune catene di supermercati (esempio: Coop ed Esselunga). Chiaramente questo è il prodotto industriale, più precisamente uno yogurt di kefir, che non è esattamente la stessa cosa.

Le proprietà

Ha un sapore molto fresco, leggermente più acido rispetto allo yogurt e una consistenza più liquida e frizzante: quest’ultima è una modalità che va per la maggiore soprattutto nei paesi del Caucaso (Georgia, Armenia, Azerbaigian e Caucaso russo).

Fondamentalmente, produce un’azione benefica verso la flora batterica intestinale e stimola naturalmente le difese immunitarie.

Più precisamente, i benefici sono:

  • ricca presenza di fermenti lattici vivi, con tutti i vantaggi che ne consegue
  • presenza di aminoacidi e minerali (fosforo, calcio e magnesio) essenziali utili a preservare il buon stato di salute
  • contiene proteine di alto valore biologico, facilmente assimilabili dall’organismo
  • contiene vitamina B9 (acido folico), B1 (tiamina), vitamina B12 (cobalamina) e vitamina K
  • essendo povero di lattosio, è adatto anche alle persone intolleranti al lattosio

Come fare il kefir di latte in casa

In un contenitore di vetro da 1,5 L, mettete circa 30 grammi di grani di kefir di latte e versate 1 L di latte.

Coprite con un panno e lasciate riposare a temperatura ambiente per 24-48 ore. Quindi dovete filtrare i grani e conservarli in frigorifero in un po di latte.

Ecco anche come ordinare online tutto il necessario per prepararlo a casa:

Kefir di frutta

I grani della variante di frutta sono piccoli, bianchi e hanno l’aspetto di piccoli cristalli traslucidi. Fermentati in succo di frutta, agiscono allo stesso modo dei grani di quello di latte.

Perché consumare il kefir di frutta?

Ecco i benefici:

  • Migliora il transito intestinale ed è efficace nell’alleviare le ulcere e le malattie della cistifellea;
  • Migliora le condizioni di anemici e persone con malattie respiratorie, come asma e catarro bronchiale;
  • Lenisce anche le eruzioni cutanee e gli eczemi.

Come fare il kefir di latte in casa

Eccovi la preparazione.

In un contenitore di vetro da 1,5 L, mettete circa 70 grammi di grani di kefir di frutta e versateci 1 L di acqua minerale o non addizionata di cloro.

Dovete aggiungere 2 cucchiai di zucchero di canna, mezzo limone a fette e 2 fichi secchi.

Coprite e lasciate riposare  per 24-48 ore a temperatura ambiente.

Ora  basta filtrarlo con un filtro di plastica e conservare i chicchi in acqua zuccherata in frigorifero.

Altri alimenti da scoprire

Forse ti potrebbe interessare anche:

{ 1 comment… read it below or add one }

massimo valdagno agosto 25, 2011 @ 11:47 pm

si mi e’ piaciuto, mi piacciono tutti gli articoli che non parlano di violenza

Rispondi

Leave a Comment