Pulizia della casa

Eliminare le macchie di bianchetto con sistemi naturali

Ecco come fare per smacchiare i vestiti

Ecco come eliminare le macchie di bianchetto, un pratico correttore usato soprattutto dagli studenti, che può diventare una vera scocciatura se si rovescia sui vestiti o sugli oggetti, perché le sue macchie sono quasi indelebili.

Eliminare le macchie di bianchetto con sistemi naturali

Cosa sono le macchie di bianchetto

Le macchie di bianchetto – quel liquido bianco che serve a cancellare errori di scrittura su fogli bianchi – possono diventare addirittura una di quelle più ostinate da pulire, per cui se vi ritrovate a dover lottare contro questo tipo di sostanza, armatevi di pazienza e di tempo!

Come eliminare le macchie di bianchetto

Prima di iniziare il trattamento, sarebbe meglio riprodurre la macchia su un tessuto simile (magari su un vecchio straccio).

Così, potrete fare delle prove in tranquillità, senza l’ansia di rovinare il capo da trattare. Se invece non avete uno straccio dello stesso tessuto, fate una prova in una parte nascosta dell’oggetto da pulire, per controllare che il trattamento scelto non rovini il materiale o il colore.

Prima di preoccuparvi troppo però, ricordate che il solvente che spesso viene venduto assieme al correttore e che potrebbe tranquillamente funzionare anche sui tessuti. Se non dovesse funzionare, prima di acquistare prodotti chimici, è bene provare a risolvere il problema con metodi naturali e casalinghi, così da tutelare ambiente e portafogli.

Come eliminare le macchie di bianchetto con il latte caldo

Per questo tipo di macchia, si può avere una certa probabilità di successo usando il latte caldo. Il procedimento è molto semplice: si riscalda un po’ di latte per poi versarlo (ancora caldo e senza diluirlo con acqua) sulla macchia.

Dopodiché, si strofina bene fino allo scioglimento della macchia stessa. Se al primo tentativo lo sporco non si smacchia completamente, allora ripetere l’operazione. Infine, lavare a mano o in lavatrice come d’abitudine.

Come eliminare le macchie di bianchetto con alcol etilico

A seconda del tipo di tessuto o materiale, bisognerà provare rimedi diversi. Per cui, se il latte non funziona, si può provare a smacchiare con l’alcol etilico.

In questo caso, si tratta di una sostanza più aggressiva per cui, sia che si stia pulendo zaini, giubbotti o altri oggetti (dai semplici giochi alla carrozzeria dell’auto), anche in questo caso bisogna stare attenti a non scolorire o rovinare il materiale.

Come eliminare le macchie di bianchetto

Un altro metodo, più aggressivo e chimico, è quello di usare l’acetone o il solvente per unghie oppure la trielina. 

Potete imbibire un panno umido oppure applicare il prodotto direttamente sulla macchia, strofinando delicatamente con il panno, finché la macchia sparisce. Dopo aver rimosso la macchia, lavate il vestito in lavatrice, con un detersivo delicato.

Eliminare le macchie di bianchetto con una toppa e fantasia

Se dopo averle provate tutte la macchia non intende darvela vinta, allora ci sono due soluzioni prima di buttare il capo di abbigliamento o l’oggetto in questione.

Potete provare a metterci una bella toppa oppure date libero sfogo alla vostra creatività col riciclo creativo, trasformando i vecchi oggetti macchiati in nuove cose (avendo cura ovviamente di nascondere la macchia nella trasformazione)!

Un esempio? Trasformare il paio di jeans macchiato in una eco-borsa!

Prodotti consigliati

Potresti acquistare questi prodotti per eliminare le macchie di bianchetto naturalmente:

Toppe ricamate per abbigliamento fai da te
compra su amazon
Prezzi aggiornati il 22-04-2024 alle 12:49 PM.

Altre informazioni sulle macchie

Altri articoli a tema che ti suggeriamo:

Simona Treré

Classe 1984, si è laureata a Bologna in Scienze della Comunicazione (con una tesi su Green Marketing e Green Communication) e ha conseguito il master in Comunicazione Ambientale a Roma. Dal 2009 lavora nel settore della sostenibilità ambientale seguendo la comunicazione e la progettazione ambientale per aziende del territorio. Grazie ai suoi studi e al suo lavoro si è potuta dedicare a una delle passioni: l’ecologia e il rispetto per la natura (nei suoi vari, complicati e meravigliosi aspetti). Per divertimento ha sfilato come modella di abiti green e per hobby si è avvicinata all’affascinante mondo dei “rifiuti-non rifiuti” attraverso il riciclo creativo, creando e vendendo oggetti realizzati con materiale di recupero.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pulsante per tornare all'inizio