Come ottenere una pelle senza imperfezioni

di ScriBio del 10 Ottobre 2019

Una pelle senza imperfezioni e senza inestetismi… per molti è un miraggio! Sono tanti i piccoli problemi che affliggono il viso e a volte dipendono dall’età: è il caso dei brufoli adolescenziali, delle macchie scure in gravidanza e delle rughe dopo i 35 anni. Insomma, ogni pelle ha le sue imperfezioni. Cerchiamo di fare ordine e conoscere a fondo alcuni problemi della cute per poterli prevenire e curare, cominciando da brufoli, punti neri ed acne.

Come ottenere una pelle senza imperfezioni

Quali sono i più comuni inestetismi e imperfezioni della pelle

Inestetismi e imperfezioni sono spesso legati al tipo di pelle che abbiamo, oltre che causate da fattori esterni o psicologici.

Verifichiamo come si presenta la cute per poi far buon uso di alcuni consigli per detergerla a fondo e renderla più compatta e luminosa. Ricordate che ogni inestetismo ha delle soluzioni!

Che pelle hai?

Possiamo dividere la pelle in tre categorie:

  • grassa
  • mista
  • secca

È un buon inizio conoscere il proprio tipo, così da scegliere i prodotti più adatti alla cura delle vostre imperfezioni cutanee. Potete mostrare il viso a un professionista, il farmacista, un dermatologo o una estetista, per farvi fare l’analisi della pelle, ma potete trovare anche online dei tool di auto-analisi.

Pelle grassa

La pelle grassa si caratterizza per una eccessiva produzione di sebo, che ne causa un visibile aspetto lucido, soprattutto nella zona T del viso (fronte, naso, mento), con pori dilatati, punti neri, brufoli e, nei casi più gravi, cisti ed acne.

Cause della pelle grassa

Può essere causata da fattori che modificano l’equilibrio ormonale, come l’età e lo stress, ma in particolare è un problema che arriva nella pubertà, un periodo in cui sia nei ragazzi che nelle ragazze aumentano gli ormoni sessuali, anche quelli androgeni. Come risultato di questo aumento, le ghiandole sebacee producono più sebo. La pelle grassa può presentarsi anche in differenti fasi della vita, come la gravidanza e la menopausa, e in prima del ciclo nelle donne.

Sono fattori scatenanti anche il fumo, l’inquinamento e le condizioni climatiche, perché le sostanze tossiche causano un aumento del volume delle ghiandole sebacee.

Pelle mista – la zona T

Questa è forse la tipologia di cute più comune. Si compone sia di pelle grassa sia secca in differenti zone del viso: la famosa zona T (fronte, naso, mento) sarà più lucida, mentre altre saranno secche.

Questa pelle deve essere trattata con detergenti e creme poco aggressive, che devono pulire in profondità, ma al contempo opacizzare e idratare senza ungere.

Pelle secca

Presenta quantità insufficienti di sebo. È più comune tra le donne ed è più frequente dopo la menopausa. Delicata, fragile, poco elastica, necessita di essere profondamente idratata e non aggredita.

Gli inestetismi più frequenti sono le rughe e le smagliature.

Cause della pelle secca

Le principali cause sono da imputare alle condizioni esterne e all’età: il vento, il freddo o il caldo secco, l’inquinamento atmosferico, l’uso di acqua troppo calcarea o soggiornare in ambienti troppo riscaldati, uso di saponi e detergenti aggressivi a livello esterno. Anche gli ormoni che diminuiscono dopo la menopausa possono fragilizzare e seccare la pelle, facendo diminuire la produzione naturale di sebo.

Pori dilatati

Guardando la pelle da vicino si possono notare delle zone in cui sono visibili dei piccoli buchini, principalmente su fronte, naso e mento, ma anche ai lati del naso e sulle guance. Sono i pori dilatati.

I pori non sono altro che i follicoli delle ghiandole sebacee, presenti su tutta la cute, che permettono l’evacuazione del sudore e del sebo prodotto per fornire la giusta idratazione alla pelle e limitarne l’essiccazione.

Cause dei pori dilatati

Quando il follicolo si espande troppo perché stimolato a produrre troppo sebo, può ostruirsi e il materiale intrappolato infiammarsi, provocando una lesione.

L’azione del sole, del fumo, dell’inquinamento e degli ormoni, possono far aumentare la produzione di sebo che porta i pori ad allargarsi per permetterne l’evacuazione.

Senza un trattamento adeguato, il poro dilatato può ostruirsi. Ciò facilita la proliferazione dei batteri normalmente presenti nella pelle, in particolare i batteri Propionibacterium acnes, che provocano infiammazioni.

Brufoli & Co

Per avere una pelle senza imperfezioni vediamo intanto di fare chiarezza sulle comuni brufoli, punti neri e acne che ci creano tanto imbarazzo, soprattutto in adolescenza.

  • Brufoli. Si tratta di un’imperfezione della pelle di solito lievemente dolorosa, che si riempie di pus. I brufoli possono apparire su tutto il viso, spesso sul mento e sulla fronte, e possono essere sottopelle.
  • Comedoni. È un follicolo pilifero ostruito. Nella pelle sana si sviluppano e si dissolvono naturalmente, mentre nella pelle acneica il processo di dissolvimento è accompagnato da reazioni infiammatorie.
  • Comedoni chiusi. I cosiddetti punti bianchi sono sporgenti e di forma arrotondata, come un brufolo, ma con una copertura bianca.
  • Punti neri. Anche detti comedoni aperti, sono presenti sulle pelli miste o grasse: si tratta di un piccolo punto scuro nella pelle, la cui colorazione è causata dal sebo che reagisce all’ossigeno e si scurisce.
  • Acne. Si tratta probabilmente del problema di pelle più tipico, frequente fra adolescenti, è presente anche negli adulti. Si verifica se le ghiandole sebacee sono iperattive e quindi producono troppo sebo. I follicoli si ostruiscono, si infiammano e causano brufoli, cisti e noduli.

Le cause degli inestetismi e dei brufoli

Tutti i medici concordano sul fatto che l’acne è soprattutto un disturbo ormonale, anche se alcune pelli sono più inclini di altre alle impurità.

Fattori esterni come uso di alcuni farmaci, fumo e stress possono scatenare l’acne. Possiamo quindi dividere le cause di brufoli e acne in due fattori scatenanti:

  • fattori interni quindi legati alla tipologia di pelle e ai cambiamenti ormonali
  • fattori esterni che causano l’aumento della produzione di sebo (il fumo, la dieta alimentare, le condizioni ambientali, lo stress, i farmaci)

I brufoli a che età vengono?

È dimostrato che l’acne non dipende dall’età: si presenta laddove vi è eccesso di sebo.

Sono molti infatti i casi di acne in età adulta, soprattutto fra i 30 e i 40 anni. Spesso sono giovani donne che non hanno risolto l’acne adolescenziale, che quindi continua a manifestarsi, o che si presenta durante il ciclo per via dei picchi ormonali.

Ma vi sono anche donne oltre i 25 che vedono l’insorgere dell’acne. In questo caso l’influenza dell’inquinamento urbano, dello stile di vita irregolare, del fumo e dello stress può essere determinante.

Pelle senza brufoli: meglio prevenire!

Prevenire è sempre meglio che curare. Anche dei brufoli e dell’acne. Prevenire impurità e prendersi cura della propria pelle è fondamentale ed esistono diversi prodotti farmacologici, ma anche rimedi naturali che possono aiutare a tenere sotto controllo le impurità della pelle.

Per ridurre i brufoli e rigenerare la pelle acneica vi suggeriamo di apportare alcune modifiche prima di tutto al vostro stile di vita. In particolare, per quanto riguarda:

  • Dieta. Per avere un corpo e una pelle sana sono tutti d’accordo nel suggerire una dieta equilibrata e variegata cercando di evitare cibi grassi, zuccheri e alcool.
  • Fumo. Si consiglia di smettere di fumare.
  • Stress e stile di vita. Cercare di ridurre lo stress e condurre una vita sana, con una giusta quantità di esercizio quotidiano, magari all’aria aperta, aiuta il corpo a restare in salute.
  • Igiene. La pelle va sempre pulita adeguatamente, soprattutto dopo il make up. Utilizzate detergenti e prodotti adeguati al vostro tipo di pelle, testati e non comedogenici. Inoltre si consiglia di utilizzare federe e asciugamani puliti e di cambiarli con regolarità per ridurre la concentrazione di batteri, causa dei brufoli. Tenete lontane le mani dal brufolo e anche il cellulare, ricettacolo di batteri.
  • Sole. Esporsi al sole fa bene alla salute di pelle, capelli, ossa, però bisogna stare attenti e farlo con cautela: l’epidermide va protetta sempre con crema o trucchi SPF 15 anche in inverno.

Curare i brufoli dall’interno 

Per prevenire l’insorgenza dei brufoli si possono anche assumere degli integratori alimentari: ad esempio compresse di lievito di birra, che contiene vitamine del gruppo B e svolge un’azione antibatterica e purificante.

In alternativa il tè verde ha un effetto depurativo e svolge un’azione antiossidante e antinfiammatoria, contribuendo a ridurre l’eccessiva produzione di ormoni: si consiglia un infuso tiepido 3 volte al giorno.

Come migliorare la pelle del viso con rimedi naturali

Per avere una pelle senza imperfezioni, già ai primi sintomi di brufoli e acne possiamo rivolgersi al nostro erborista di fiducia per trovare una soluzione fai da te.

pelle senza imperfezioni

Sono tanti i rimedi naturali a cui viene riconosciuta una certa efficacia nel combattere brufoli e pelle impura. Vi diamo un elenco dei più noti che possono alleviare questi inestetismi della pelle

  • Argilla. Una maschera a base di argilla purifica la pelle, eliminando tossine e batteri. L’argilla bianca arricchisce la pelle con oligoelementi, come il silicio, il magnesio, il ferro e il calcio.
  • Bicarbonato di sodio. Mescolare 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio con 1 cucchiaino di acqua e spalmare il composto sui brufoli lasciando agire per 20 minuti circa.
  • Ippocastano. Ha proprietà decongestionanti e possiamo usare l’estratto di ippocastano sulla pelle umida, dopo il bagno quando i pori sono dilatati.
  • Miele. Il miele è un antisettico, un vero e proprio antibiotico naturale.
  • Aglio. Crudo è da strofinare sulla pelle più volte al giorno: l’aglio è un ottimo antibiotico naturale.
  • Coriandolo. Applicate le foglie fresche di coriandolo direttamente sulla parte interessata, la sera dopo aver lavato accuratamente il viso. Ottimo contro le macchie lasciate dall’acne.
  • Patata. Ottimo purificante naturale, assorbe il sebo in eccesso e pulisce i pori. È sufficiente strofinarne una fetta sulla pelle per qualche minuto e poi sciacquare abbondantemente con acqua tiepida.
  • Aloe vera. Questo meraviglioso vegetale dai molti principi attivi, come l’acido cinnamico, il resistanolo e l’aloina. è ricco di  proprietà antinfiammatorie e astringenti ed è ottimo per prevenire la comparsa dei brufoli. Applicate un gel di aloe vera per 15 minuti due volte alla settimana.
  • Tea tree oil. L’olio essenziale viene estratto dalle foglie dell’albero di melaleuca alternifolia e si applica in gocce direttamente sulla pelle. Combatte i batteri che causano l’insorgenza dei brufoli e pulisce la pelle in profondità.
  • Olio essenziale di limone. Esfoliante naturale consigliato per ridurre i segni dell’acne. L’olio essenziale di limone va strofinato direttamente sulla pelle grassa per togliere le impurità.
  • Bardana. Dall’azione depurativa e decongestionante aiuta ad eliminare le tossine e regola la produzione del sebo, grazie all’inulina. La bardana è da prendere sotto forma di capsule perché molto amara.
  • Estratto di salice nero. Ricavato dalla corteccia del Salix nigra, è una fonte di acido salicilico naturale, che apre i brufoli ed ha un effetto anti-batterico. Regola l’eccesso di sebo, deterge la pelle grazie alle sue proprietà antisettiche e favorisce il rinnovamento cellulare attraverso una delicata azione esfoliante.
  • Ortica. Ha proprietà antinfiammatorie che aiutano a combattere l’acne. Ricca di zinco, minerali, oligoelementi e vitamina B, l’ortica è una pianta depurativa e rallenta la secrezione di sebo. Può essere consumata in capsule, in infusione e in compresse imbevute applicate sulla pelle.

Come avere una pelle di porcellana

Per avere una pelle di porcellana è importante seguire una routine quotidiana che si basa su 3 passaggi obbligati: idratare, massaggiare e pulire.

Può sembrare ovvio, ma molte persone trascurano questi tre semplici gesti che invece faranno benissimo a tutti tipi di cute.

Sappiate che una buona pulizia della pelle rimuove le impurità. Un giusto livello d’idratazione sulla base di ciascun tipo di pelle la rende liscia. Un massaggio regolare ne stimola la micro-circolazione, facendola risplendere.

Come avere una pelle del viso liscia e luminosa

Una bella pelle con pori invisibili e una carnagione luminosa è il sogno di tutti. Il protocollo da seguire prevede alcuni semplici passaggi che devono però essere seguiti con costanza, e naturalmente occorrono i prodotti giusti. Vediamo assieme.

  • Pulizia. Deve essere effettuata almeno una volta al giorno. L’ideale sarebbe due, mattina e sera. Lavate il viso con un detergente dalle proprietà purificanti o un olio nutriente. Fondamentale la fase di struccatura, che aiuta a mantenere la vostra pelle pulita.
  • Idratazione. Quando si tratta di cura della pelle, l’idratazione è essenziale. Sia dall’interno, bevendo 1 l d’acqua al giorno, sia dall’esterno, passando un velo di crema idratante. La scelta del siero idratante deve essere fatta in base all’età e alla tipo di pelle (mista, secca, grassa).
  • Massaggio. Applicare la crema con un massaggio delicato è molto importante per attivarne i principi. Anche fare uno scrub una volta alla settimana permette di rinnovare lo strato più superficiale, pulendo dalle cellule morte che bloccano la penetrazione dei principi attivi idratanti. E prepara quindi la vostra pelle a ricevere i vari trattamenti.
    Esfogliare significa rinserrare i pori, detergere e purificare la pelle in profondità. È un rituale che rinnova le cellule, risveglia e riattiva la micro-circolazione superficiale. È anche una soluzione antietà che rigenera la pelle e la rende più elastica e tonica.

Un consiglio: non dimenticate di evitare il sole. Tutti gli esperti vi diranno che il sole è il peggior nemico della pelle. Proteggetela sempre, anche in città e d’inverno, per preservare elasticità e tono. I raggi ultravioletti hanno effetti devastanti (dalle rughe precoci al melanoma) e l’esposizione prolungata al sole provoca una produzione eccessiva di sebo che aumenta l’acne. Per avere la pelle radiosa, liscia e tonica, bisogna applicare una crema protettiva ogni due ore.

In generale, è importante scegliere prodotti e trucchi testati e sicuri, privi di additivi, non comedogenici, che non ostruiscano i pori, prima causa dell’acne.

Come avere un colorito uniforme del viso

Chi ha l’acne o la pelle a tendenza impura può cercare di coprire gli inestetismi del viso truccandosi, ma bisogna stare attenti nella scelta dei prodotti e nell’eseguire il make up. Ecco i nostri consigli per un maquillage coprente, ma bello da vedere, che non soffoca la pelle grassa e uniforma la grana del viso e il colorito.

Per eseguire un trucco opacizzante e duraturo, adatto alle pelle impure, ma non troppo coprente, si consiglia di rispettare questi step, da eseguire con prodotti scelti per la nostra pelle:

  1. Pulite bene la pelle e nutrirla con una crema idratante.
  2. Con lo stick coprente celare le parti più scure o coprire le imperfezioni. Tamponare delicatamente con una velina per far amalgamare il prodotto e coprire bene l’impurità.
  3. Applicate il fondotinta che deve essere opaco, del colore giusto per il vostro incarnato (meglio più chiaro, ma mai più scuro). Stendetelo con i polpastrelli e controllate di avere le mani ben pulite: le spugnette sono piene di germi. La quantità di fondotinta non deve essere eccessiva per dare un effetto naturale al volto.
    Ad esempio Dermablend 3D Correction di Normaderm è un fondotinta studiato appositamente per pelli grasse,  arricchito con acido salicilico ed eperulina, agisce sulla pelle lucida attenuando visibilmente imperfezioni e uniformando l’incarnato.
  4. Applicate il fard o una cipria leggera. Anche questi devono essere ad effetto opaco per esaltare il colorito naturale senza evidenziare le imperfezioni.

È quindi possibile realizzare un gradevole makeup antilucido che al contempo agisca sulle imperfezioni. La gamma di prodotti per il makeup di Vichy è in grado di coprire con leggerezza e sfruttare in sinergia le proprietà dei trattamenti viso Vichy.

Pelle perfetta senza trucco e senza fondotinta

Dopo una giornata con il viso truccato non deve mai mancare una adeguata detersione. Soprattutto se la pelle è grassa e impura. Lo sporco, i batteri e le cellule morte della pelle possono ostruire i pori e favorire nuove impurità.

Attenzione. Dormire con il make-up può esacerbare le imperfezioni e infiammare la pelle grassa. Durante la notte, infatti, la pelle si rigenera e respira e quindi i pori devono essere ben liberi e puliti.

Pelle senza imperfezioni con i prodotti giusti

I prodotti acquistabili in farmacia per il trattamento dell’acne o della pelle impura in generale, sono tanti e si basano su principi attivi differenti.

La scelta del prodotto deve rispondere alle nostre effettive necessità e quindi è necessario prendere coscienza di quale sia la causa scatenante. Di certo il dermatologo e il farmacista potranno aiutarvi in questa scelta. Inoltre, deve essere usato regolarmente non basta una sola applicazione.

Gamma detergenti pelle impura Normaderm 

Per la detersione profonda di pelli impure vi consigliamo la gamma Normaderm che offre un set completo di soluzioni per ogni necessità:

  • Phytosolution – Gel detergente purificante. Un detergente viso che non necessita di risciacquo e rimuove il trucco in profondità. Ricco di minerali e probiotici. Se usato quotidianamente riduce la produzione di sebo senza aggredire la pelle, che risulta levigata e purificata in profondità. Un uso abituale riduce le imperfezioni dell’85% e l’eccesso di sebo del 94%.
  • Phytosolution – Trattamento correttivo quotidiano doppia azione. Crema giorno ad uso quotidiano. Ideale su una pelle a tendenza acneica. Idrata per 24h, regola il sebo e riduce la visibilità dei pori, protegge dagli agenti atmosferici.
  • Gel detergente purificante profondo per pelli con imperfezioni o a tendenza acneica. Elimina l’eccesso di sebo e combatte le impurità. L’associazione di ingredienti dall’effetto esfoliante e di un agente lenitivo deterge il viso dal sebo in eccesso e dalle impurità, senza seccare. Il viso appare perfettamente deterso, fresco e pulito. La consistenza in gel rende la detersione un gesto rapido e fresco.
  • Tonico astringente purificante. Libera e restringe i pori dilatati donando già dalla prima applicazione una pelle meno grassa e pulita.
  • 3 in 1 Esfoliante + Crema detergente + Maschera. Il vantaggio di un solo prodotto 3 in 1. A cosa serve? Azione esfoliante per aprire i pori, azione detergente per ridurre l’eccesso di sebo e impurità, e maschera per illuminare il colorito.
  • Mousse detergente effetto mat. Grazie all’acido salicilico offre alla pelle grassa e sensibile un benefico effetto purificante e opacizzante.

Quali sono gli elementi attivi? 

Gli elementi attivi presenti nella gamma Normaderm:

  • Acido ialuronico di origine naturale: noto per apportare idratazione e tonificare la pelle
  • Acido salicilico di origine naturale: svolge un’azione esfoliante e contrasta le imperfezioni
  • Acqua termale mineralizzante di Vichy: rafforza le difese naturali della pelle, rigenera e lenisce
  • Bifidus derivato dal probiotico: rafforza la funzione della barriera cutanea
  • Caolino: aiuta a purificare la pelle
  • Glicerina: possiede proprietà idratanti ed è utilizzata per ristabilire il film idrolipidico.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment