Cani

Perché i cani abbaiano?

Una guida completa su questo comportamento

Perché i cani abbaiano? Ve lo sarete chiesti spesso, l’abbaiare è uno dei modi principali con cui questi amici a quattro zampe comunicano con noi e con il mondo esterno. Ma cosa significa quando un cane abbaia? E come possiamo gestire l’abbaiare del nostro amico peloso? Cerchiamo di capire insieme il significato del loro abbaiare, cosa vogliono comunicarci, le differenze nell’abbaiare in base alla razza o al temperamento, e qualche consiglio su come gestire il comportamento del vostro cane.

Perché i cani abbaiano?

Perché i cani abbaiano?

L’abbaiare è una forma di comunicazione, esattamente come gli esseri umani usano la parola. I cani abbaiano per una serie di motivi, tra cui allerta, paura, eccitazione, ansia, noia o per attirare l’attenzione.

A volte però può anche essere un segnale di disagio o di malattia.

Cosa significa quando un cane abbaia?

L’abbaiare del tuo cane può avere significati diversi a seconda del contesto, del tono dell’abbaiare e della frequenza.

  • Un abbaiare acuto e ripetuto potrebbe indicare che il tuo cane è eccitato o vuole giocare.
  • Un cane che abbaia in modo più profondo e prolungato potrebbe comunicare un segnale di allerta o di paura.
  • Infine se il vostro cane abbaia costantemente quando siete fuori casa, potrebbe soffrire di ansia da separazione.

Come capire cosa il cane sta cercando di comunicarvi

Non è facilissimo ma osservare il contesto in cui il vostro cane abbaia può aiutarvi a capire cosa sta cercando di comunicare.

Ad esempio, se il tuo cane abbaia alla finestra, potrebbe aver visto qualcosa che ha attirato la sua attenzione o che lo ha preoccupato.

Se il cane abbaia quando suona il campanello di casa, potrebbe essere un segnale di allerta che qualcuno si sta avvicinando alla casa.

Ricordatevi anche di prestare attenzione al linguaggio corporeo: la posizione delle orecchie, la coda e il corpo possono dare ulteriori indizi sul suo stato d’animo.

Differenze nell’abbaiare dei cani in base alla razza

Sì, esistono differenze, alcune razze di cani sono note per essere più “loquaci” di altre.

Ad esempio, i Beagle e i Bassotti sono noti per il loro abbaiare frequente, mentre i Greyhound ad esempio sono generalmente più silenziosi.

Anche il temperamento del cane può influenzare il suo abbaiare, se il cane è ansioso o iperattivo potrebbe abbaiare più di un cane calmo e rilassato.

Ecco comunque un approfondimento specifico: la top 10 delle razze di cani che abbaiano di più.

Come evitare che il cane abbai in modo eccessivo

Se il vostro cane abbaia in modo eccessivo, ci sono diverse strategie che potete provare.

Innanzitutto, cercate di capirne la causa:

  • Se il cane abbaia per noia, ad esempio, provate a fornirgli più stimoli mentali e fisici, potrebbe aiutare.
  • Se invece sta abbaiando per attirare la vostra attenzione,  dovete cercare di ignorarlo fino a quando non si calma. Questo può insegnargli che abbaiare non porta a ottenere ciò che vuole, come con il pianto dei bambini piccoli se ci pensate.

Cosa devo fare se il mio cane abbaia in modo aggressivo

Se il vostro cane abbaia in modo aggressivo, è importante affrontare il problema con l’aiuto di un professionista.

Un addestratore di cani o un comportamentalista canino può aiutarti a capire la causa dell’aggressività e a elaborare un piano per gestirla.

Quali sono le tecniche di addestramento per gestire l’abbaiare dei cani

Esistono molte tecniche di addestramento per gestire l’abbaiare dei cani. Alcuni proprietari ad esempio trovano utile l’addestramento con il clicker, che premia il cane per il comportamento desiderato, vediamo in dettaglio.

Addestramento con il clicker

Il clicker è un dispositivo che produce un suono (un click) quando viene premuto.

L’uso del clicker si basa su un principio chiamato “condizionamento operante”, un concetto sviluppato dallo psicologo B.F. Skinner.

In pratica il suono del click viene utilizzato come “segno” per comunicare al cane che ha fatto qualcosa di positivo.

Si inizia con il “caricamento” del clicker, con una fase dove si crea un’associazione positiva tra il suono  e la ricompensa: facendo clic sul clicker e dando immediatamente al cane una ricompensa.

Dopo averlo ripetuto per alcune volte  il cane assocerà il suono del click a un comportamento positivo.

Una volta che ha fatto questa associazione, potete iniziare ad usarlo per rinforzare i comportamenti desiderati.

Per esempio, se volete insegnare al cane a sedersi, dovete fare clic sul clicker nel momento esatto in cui il cane si siede e poi dargli subito una ricompensa. Con il tempo, il cane  inizierà ad associare l’atto di sedersi con il suono del click e la ricompensa, e sarà più propenso a ripetere il comportamento

Ed infine una curiosità all’opposto: sai quali sono le razze di cani che non abbaiano?

Tutto sul comportamento dei cani

Ecco altri approfondimenti sui comportamenti più comuni dei cani.

Valerio Guiggi

Classe 1988. Laureato in Veterinaria e abilitato alla professione, si è sempre interessato alla branca della veterinaria che si occupa di Sicurezza Alimentare e Ispezione degli Alimenti, discipline per le quali a fine 2016 diventa specialista. Nella vita si occupa di consulenza sanitaria e normativa ad aziende che producono alimenti. Da sempre appassionato di scrittura, diventa articolista parlando di tematiche tecnologiche nel 2011 per unire la sua passione alla sua professione dopo la laurea. Scrive su Tuttogreen da giugno 2015, occupandosi di tematiche inerenti la sicurezza e la qualità alimentare.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sullo stesso argomento
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio