Piante e fiori

Il fiore simbolo di Palermo: scopriamo la Pomelia, nota anche come plumeria o frangipane

Tanti consigli utili per la cura e la coltivazione di questo profumatissimo fiore

La Pomelia è una pianta ornamentale esotica dagli splendidi fiori, molto scenografici e profumati, che presentano differenti sfumature cromatiche tali da renderla una delle più belle tra le piante ornamentali.. È diffusa in varie parti del mondo, dove le temperature ne consentano la coltivazione. Si trova anche in Sicilia ed il suo fiore è simbolo della città di Palermo. Conosciamola meglio.

Il fiore simbolo di Palermo: scopriamo la Pomelia, nota anche come plumeria o frangipane

L’albero della Pomelia

Questa pianta può svilupparsi sia sotto forma di piccoli arbusti che come alberi di notevoli dimensioni. Il nome botanico è Plumeria e deriva da Charles Plumier, botanico francese che per primo ha studiato la flora tropicale durante i suoi viaggi nei paesi caraibici al servizio del re di Francia.

Il nome Frangipani, con cui è conosciuta, è legato a Marquis Frangipani, che inventò un profumo da spruzzare sui guanti. Il profumo dei fiori di Plumeria ricorda l’essenza del profumiere francese e per questo ne ha preso il nome.

La pianta fiorisce a partire dal mese di maggio proseguendo per il tutto periodo estivo. Le infiorescenze sono grandi, riunite in grappolo come quelle dell’Oleandro. I colori possono variare dal bianco al giallo, passando per il rosso e il rosa.

Pomelia palermitana

Questo è il fiore simbolo della città di Palermo. Originaria dei Paesi tropicali e dell’America centrale, in particolare dal Messico, dal Venezuela e dai Caraibi, è arrivata in Sicilia nel Settecento grazie agli Inglesi. Qui, l’arbusto si è acclimatato facilmente, e oggi si trova sui balconi oltre ad essere reperibile lungo le varie zone costiere della Sicilia. Alcuni esemplari sono ancora oggi conservati nell’Orto botanico della città.

Secondo la tradizione, un ramo viene offerto alla sposa quando va ad abitare in una nuova casa. In questo modo le si augura fertilità e prosperità. Sempre a Palermo, i suoi fiori vengono adoperati per la realizzazione dei bouquet delle spose.

Quanto cresce la Pomelia

Nel suo habitat naturale può raggiungere i 10 m di altezza; mentre nelle nostre abitazioni, questo arbusto può arrivare al massimo a 1,5-2 m.

Come si chiama il fiore della Pomelia

Si chiama anche Frangipani, ed è caratterizzato da un delizioso fiorellino esotico candido, o al massimo sfumato di rosa chiaro, dall’intenso profumo dolce. Assomiglia molto al Tiaré il fiore di Tahiti.

Quando fiorisce la Plumeria

Il suo periodo di fioritura va da maggio a ottobre. Nell’arco di questi mesi, ci regala meravigliose e profumatissime fioriture.

Qual è il significato della Pomelia

In tutto il mondo i fiori di questa pianta sono associati a significati positivi. Sono, infatti, presenti nelle collane di benvenuto offerte dai polinesiani come segno di accoglienza.

Per i thailandesi, invece, è una pianta considerata sacra. In India viene indicata come ‘pianta del tempio’ e viene piantata in prossimità di cimiteri o portata nei templi come offerta.

Nella nostra penisola, e in particolar modo in Sicilia, questi fiori sono emblema di semplicità e bellezza. In generale nel linguaggio dei fiori, è accostata ai concetti di pace e amicizia.

Come si cura la pianta di Pomelia

La coltivazione di questa pianta non richiede particolari abilità e accortezze, ma è bene seguire alcuni utili suggerimenti. In Italia, è molto diffusa in Sicilia, ma anche in Liguria.

Inoltre, può essere sistemata all’interno di vasi con terriccio universale fertile, leggero e ben drenato. Può rivelarsi utile l’aggiunta di torba con sabbia.

Dove posizionare la Pomelia

Preferisce i climi miti e non può tollerare temperature che scendano al di sotto dei 5°. Deve essere pertanto esposta in luoghi luminosi e ben soleggiati.

Quante volte si annaffia la Pomelia

Per quanto riguarda le irrigazioni, si consiglia di assicurarle in modo costante e in abbondante quantità. La carenza di acqua, infatti, può comportare una scarsa produzione floreale.

Bisogna tuttavia evitare i ristagni idrici in grado di provocare il marciume delle radici. Per questo nei periodi più caldi dell’anno, si può spruzzare l’acqua direttamente sulla chioma.

Come e quando si pota la Pomelia

Quando la si coltiva come pianta da appartamento, non ha solitamente bisogno di alcun intervento di potatura.

In caso di rinvaso, ci si può semplicemente limitare ad eliminare i rami secchi.

In che periodo si pianta la Pomelia

Il metodo di moltiplicazione più utilizzato è per talea, procedimento che va fatto in primavera. Nelle zone del nord, a primavera inoltrata.

L’importante è che le temperature siano abbastanza alte, in modo tale che il substrato di terreno possa raggiungere i 20°.

Quali sono le malattie della Pomelia

Solitamente questi arbusti non sono colpiti da particolari malattie. Si possono, tuttavia, riscontrare problemi dovuti all’infestazione di parassiti, come la cocciniglia.

In caso si noti l’ingiallimento delle foglie, invece, è più probabile rilevare l’attacco da parte di un altro parassita, come i ragni rossi. Infine, anche la mosca bianca rischia di infestare rapidamente le foglie con numerose colonie.

Come capire se la Pomelia è morta

Basta osservarne gli steli. Se questi sono mollicci, invece di essere turgidi e sodi, allora è molto probabile che la pianta sia morta.

Perché la Pomelia non fa fiori

Questa pianta mal sopporta le basse temperatura. Se fatica a fiorire, vuol dire che l’abbiamo esposta a temperature eccessivamente basse o, comunque, non è stata adeguatamente protetta.

Perché le Pomelie hanno le foglie gialle

Un altro problema abbastanza diffuso è l’ingiallimento delle foglie, con l’insecchimento dei bordi. Questa manifestazione può essere sintomo di vari tipi di problemi.

Nello specifico, può trattarsi di un inadeguato apporto di concime (in eccesso o in difetto) o di acqua (troppa o troppo poca).

Pomelia rossa

La Plumeria rubra è una delle varietà di questa pianta più comuni e diffuse. Può raggiungere anche notevoli dimensioni. Inoltre, produce fiori di varie sfumature cromatiche, dal rosso al bianco passando per il giallo.

Quanto costa una pianta di Plumera

Nonostante la sua bellezza, non è una pianta costosa. Di media si trovano piantine in vaso a circa 35-40 euro. Ovviamente, poi, il prezzo varia anche in base alla varietà e soprattutto alle dimensioni della pianta.

Altri articoli sulle piante

Ecco alcuni articoli che trattano di piante che potreste trovare interessanti:

Published by
Elle