Tutto sul canarino: dall’alimentazione alla gabbia, le cose cui fare attenzione per il suo benessere

di Elle del 27 Marzo 2018

Il canarino è un animale da tempo immemore tenuto in casa: richiede tuttavia una scelta oculata della gabbia e della posizione in cui sistemarla. Vediamo qualche consiglio utile a questo proposito.

Tutto sul canarino: dall’alimentazione alla gabbia, le cose cui fare attenzione per il suo benessere

Il canarino (nome scientifico Serinus canaria) è un uccello dotato di colori vivaci e dall’indole allegra. Questi passeriformi, appartenenti alla famiglia dei Fringillidi, sono rinomati soprattutto per le loro capacità sonore.

Originario delle Isole Canarie, il volatile deve il suo nome proprio a questi luoghi, un po’ come succede al Dogo Canario.

I canarini selvatici presentavano un piumaggio solitamente di colore giallo-verde con striature marroni sulla schiena. Le dimensioni erano leggermente più ridotte rispetto agli attuali esemplari domestici.

Il colore del piumaggio era verde con striature giallo-grigio e favoriva la capacità mimetica nell’ambiente.

Nonostante sia stato reso nei secoli un animale domestico, resta pur sempre un volatile il cui habitat è l’aria. Ogni soluzione domestica, quindi, lo costringe ad una vita di prigionia. Se proprio si decide di adottare questo uccellino è opportuno conoscerne le principali esigenze etologiche per assicurargli il giusto benessere.

SPECIALE: Tom Regan, il filosofo dei diritti animali

Canarino domestico

Scoperti dagli Spagnoli all’inizio del 1400, questi animali sono stati subito allevati e venduti facilmente grazie alla loro capacità di cantare. La diffusione di questi animali domestici va rintracciata anche nella storia degli Stati Uniti. Nel 1800, infatti, erano adoperati per poter rilevare i gas nocivi all’interno delle miniere di carbone.

Nel corso del 1900, invece, questo animale è diventato sempre più popolare con il celebre personaggio dei cartoni, Titti. Come animali da compagnia, i canarini sono ancora molto diffusi e apprezzati.

Vengono allevati da soli, a coppie oppure in piccoli gruppi. Questi animali tendono a vivere fino a 10-15 anni ma potrebbero arrivare fino ai 20.

Per l’alimentazione di questo volatile è necessario assicurare cibo e acqua freschi ogni giorno. Non devono, inoltre, mancare le cure e le attenzioni quotidiane a questo animale. È necessario assicurare un ambiente pulito e la possibilità di eseguire dei semplici esercizi.

canarino

Canarino: è un animale domestico dall’indole allegra e in grado di allietare con il suo bel canto.

Canarino: aspetto caratteristico

L’aspetto di questo simpatico volatile è facile da riconoscere ed è ormai entrato nell’immaginario comune. Gli esemplari di questa specie hanno solitamente piccole dimensioni. Generalmente la loro lunghezza oscilla tra i 12 e i 20 cm.

Il colore del piumaggio e altre caratteristiche possono, invece, variare in relazione alle razze di appartenenza. Le sfumature cromatiche prevalenti del piumaggio sono relativi al giallo. Un esemplare in buona salute è facilmente identificabile dal piumaggio folto e con un colore vivace. Il becco si presenta privo di malformazioni e gli occhi sono vivi e di forma perfettamente rotonda.

Anche le zampe con eventuali ferite possono essere segno di scarsa cura da parte dell’allevatore. Infine, occorre tener conto della delicatezza dell’apparato respiratorio del canarino.

Fumo, spray o vapori provenienti dalla cucina potrebbero arrecargli danno.

SCOPRI ANCHE: Il merlo indiano

Canarino: carattere

I canarini sono animali amichevoli e socievoli. Sono altresì sensibili all’ambiente in cui si trovano e preferiscono la tranquillità.

Per questo è importante conoscere le loro necessità per permettere loro di vivere a proprio agio sebbene in cattività. È importante, ad esempio, evitare fonti di stress eccessive quali la presenza di forti e improvvisi rumori e luci accese anche di notte.

I canarini amano gli spazi aperti in cui potersi muovere ed esplorare. Quando li si priva della libertà è imprescindibile assicurare loro una sistemazione molto ampia. Con alcune accortezze si può assicurare loro il giusto benessere.

canarino

Canarino: è un animale che ama la tranquillità e può allietare con il suo canto melodioso.

Il canto del canarino: una magia che sorprende

La melodia così armoniosa dei canarini è dovuta alla possibilità di emettere tre note diverse allo stesso tempo. Queste capacità canore, tuttavia, rappresentano una prerogativa degli esemplari di sesso maschile.

Inoltre, questi animali allietano con il loro canto quando si trovano nelle migliori condizioni possibili nonostante la cattività. Per questo è importante curare la loro alimentazione e garantire un’ottima sistemazione in una buona posizione all’interno della casa.

La sistemazione della gabbietta

Le gabbie o voliere devono essere piuttosto ampie. Devono anche contenere una vaschetta piena di acqua in cui i volatili possano fare il bagno. Questi animali, infatti, amano molto lavarsi. Non devono mancare acqua fresca e cibo fornito quotidianamente. Mangiatoie e abbeveratoi in plastica devono essere agganciati all’esterno nell’apposito sportellino.

In tal modo si evita di dover entrare con la mano all’interno della gabbia. Installare nella gabbietta uno o due trespoli è importante per garantire agli uccellini la possibilità di spostarsi e posarsi.

Non è necessario, invece, inserire giochi, altalene o campanellini. Diversamente da quanto si potrebbe pensare, non sono oggetti particolarmente amati o utili per questi animali.

Occorre sistemare la gabbia in una posizione ben illuminata e ventilata. Tuttavia, si consiglia di evitare l’esposizione a correnti d’aria che possano far ammalare questi piccoli volatili. Inoltre, per quanto questi esemplari amino la luce, è meglio evitare l’esposizione diretta al sole.

Forse ti potrebbe interessare anche:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment