Tende da campeggio: guida alla scelta per il camping in famiglia o l’escursionismo

di ScriBio del 30 Agosto 2019

Chi dice tende da campeggio dice viaggio in libertà e con poca spesa: immersi nella natura, lontani dal chiasso della città, circondati dalla bellezza della nottata e delle stelle, sentendosi un po’ come veri esploratori…. Quello del camping è un modo sostenibile di fare vacanza, che unisce l’amore per l’ambiente al divertimento e all’avventura per tutte le età.

Tende da campeggio: guida alla scelta per il camping in famiglia o l’escursionismo

Scopriamo come scegliere le tende più adatte alle proprie esigenze, le migliori, i vari tipi e costi, uniti alla facilità di montaggio e alla loro capienza con la nostra guida.

Tutti i tipi di tende da campeggio 

Per il campeggio in famiglia, per escursionismo, alpinismo ad alta quota, per avventure, per il trekking, per cicloturismoper oltrepassare i propri limiti… per tutto questo c’è una tenda da campeggio giusta.

Bisogna conoscere a fondo il prodotto e informarsi bene prima di scegliere la tenda più adatta alle nostre necessità per poi affrontare le notti all’aria aperta nel migliore dei modi nel rispetto del nostro comfort e della natura circostante.

A cosa serve e cosa offre una tenda

Deve riparare dal vento e dalla pioggia, proteggere da sole e freddo e garantire un riposo quanto più confortevole possibile.

Deve essere anche sicura e resistente e la tecnologia moderna grazie all’uso di materiali innovativi riesce a produrre tende più leggere, stabili, robuste, impermeabili e molto facili da montare e smontare, che occupano anche poco spazio durante il trasporto.

Tende da campeggio: quale scegliere 

Cercheremo di aiutarti nell’acquisto di una tenda da campeggio: sono tanti i modelli presenti sul mercato, è utile prima di tutto conoscere le caratteristiche principali di una tenda da campeggio, per sapere scegliere quella più adatta al nostro bisogno.

Come si compone

Una tenda è composta di vari elementi:

  • telo esterno di copertura, generalmente in poliestere, con spalmature poliuretaniche e/o alluminate, e cuciture rigorosamente nastrate e termosaldate.
  • telo interno di protezione, possibilmente in tessuto nylon ripstop per le 4 stagioni e cotone per le 3 stagioni.
  • catino, un telo alla base della tenda per isolarla dal terreno, in genere in poliestere con spalmatura poliuretanica alluminata e cuciture nastrate e termosaldate.
  • pali per sostenere la struttura, in duralluminio, leggero, flessibile e resistente. A volte sono in vetroresina.

Caratteristiche tecniche delle tende da campeggio 

Oltre alla grandezza della struttura aperta, alla facilità di montaggio e smontaggio e alla tipologia di tenda, che sono elementi importanti per stabilire il tipo di acquisto da fare, oltre naturalmente al budget, vi consigliamo comunque di controllare alcune caratteristiche tecniche legate ai materiali di cui è composta

  • impermeabilità
  • traspirabilità
  • resistenza

Per capirci, una tenda che deve affrontare un clima rigido avrà bisogno di essere molto resistente e impermeabile, mentre una tenda per il campeggio estivo deve essere soprattutto traspirante, ma più leggera.

Impermeabilità 

La tenda deve essere impermeabile, anche se si programma una gita in piena estate, perché potrebbe verificarsi un temporale e la tenda allagata non è più un riparo per la notte.

I materiali di cui è fatta possono avere diversi gradi d’impermeabilità e questa è una caratteristica fondamentale nel caso di escursionismo o alpinismo. Il grado di impermeabilità è legato ai tessuti con cui è fatta: la maggior parte delle tende sono realizzate con fibre molto fitte di nylon, di poliestere o poliammide.

Ogni fibra ha i suoi vantaggi e svantaggi. Il nylon è più resistente all’abrasione e allo strappo ed più adatto a strutture leggere, mentre il poliestere assorbe meno l’acqua, ma reagisce meglio ai raggi ultravioletti.

Si possono combinare i vantaggi di ciascuno accoppiando i rivestimenti. Ad esempio, le tende invernali sono realizzate in tessuto poliestere Ripstop antistrappo che può essere combinato con un rivestimento StormShield, per garantire impermeabilità e durata nel tempo.

Per garantirsi maggiore impermeabilità bisogna porre particolare attenzione anche alle cuciture, a nastro e termosaldate, e alle zip di chiusura, che saranno da scegliere con finiture spalmate.

Infine, per mantenere impermeabile la propria tenda esistono spray al silicone che rendono i tessuti idrorepellenti.

Traspirabilità 

Quando scegli la tenda da campeggio assicurati che sia costruita con materiali traspiranti, soprattutto la tela più interna altrimenti si surriscalderà l’ambiente come una sauna: si formerà la condensa e l’aria diventerà irrespirabile. Prima di acquistare una tenda si consiglia di controllare l’etichetta in cui è indicato se i materiali utilizzati sono traspiranti.
Non devono mancare prese d’aria con zanzariera.

Resistenza 

La tenda deve resistere a diverse situazioni climatiche, dal caldo alla pioggia estiva, dal freddo alla burrasca di neve.

Sono i materiali che compongono i teli della tenda ha garantirla, assieme ai pali, che devono essere in alluminio o acciaio, fibra di vetro.

Per conoscere il livello di resistenza del tessuto è necessario trovare il suo indice di resistenza, che viene calcolato in denari (D). Ma ricordatevi che maggiore sarà la resistenza, maggiore sarà il peso.

Varie tipologie di tende da campeggio 

In commercio esistono molte tipologie di tende da campeggio: scegliere la tenda giusta è importante per godere appieno del tempo trascorso in mezzo alla natura.

tende da campeggio

Tende a montaggio rapido a igloo 

La tenda a igloo è la più comune e deve il suo nome agli alloggi degli eschimesi.

Si tratta di una base quadrata o circolare che offre una buona abitabilità. È indicata come tenda per campeggio in famiglia. È ampia quando è montata e poco spaziosa e poco pesante se riposta nella sacca da trasporto.

L’igloo si monta e smonta facilmente ed è indicato anche per i meno esperti: negli ultimi anni sono in commercio i modelli popup, che si montano in pochi secondi semplicemente lanciandole.

  • Vantaggi: è spaziosa con buona abitabilità, adatta al campeggio con bambini.
  • Svantaggio: non è adatta a escursioni o alpinismo. Poco resistente.

Tende tepee o canadese 

La tenda tepee o canadese è quella dalla forma triangolare, che si ispira alle tende degli indiani: si tratta della classica ed  elegante tenda che tutti conoscono, con la forma a spiovente. Non sono di facile montaggio come invece l’igloo e non hanno una buona abitabilità, però sono comode da trasportare perché di dimensioni e peso riotti.

  • Vantaggi: se dotata di seconda struttura a spiovente da tendere al di sopra del tetto, diventa molto isolante dalla pioggia e umidità.
  • Svantaggi: poco spaziosa, ha una forma particolarmente sensibile al vento.

Tenda a casetta 

La tenda cosiddetta a casetta è una tenda dalla forma simile ad una casa. Si distingue per la buona abitabilità, perché può comodamente ospitare le persone in piedi, il che la rende adatta per il campeggio di tutta la famiglia per lunghi periodi.

È suddivisa in zona giorno, spesso con veranda, e zona notte: ha delle finestre, dotate di zanzariere. L’altezza può arrivare a 2 m. Essendo ampie non sono facilissime da montare e smontare e occuperà spazio nel bagagliaio dell’auto.

  • Vantaggi: per abitabilità non ha concorrenti, è comoda e perfetta per la vacanza in famiglia.
  • Svantaggi: è ingombrante e ci vuole pazienza nel montarla e smontarla, con peso notevole.

Tende da campeggio gonfiabili

Sono fatte da uno scheletro di alluminio su cui si appoggia un telone da gonfiare con una pompa ad aria. Sono a igloo e a cupola, più difficile trovarle a forma di classica canadese e a casetta, perché più complicate da montare. Quasi tutti i modelli sono poi dotati di valvole d’isolamento che impediscono alla tenda di sgonfiarsi accidentalmente e tessuti antistrappo.

  • Vantaggi: velocità di montaggio, leggerezza dei materiali e sicurezza della struttura.
  • Svantaggi: l’eccessiva leggerezza le rende adatte solo al camping estivo, inoltre non possono essere suddivise in varie stanze.

tende da campeggio

Tende da bivacco per l’escursionismo 

Si chiama bivacco l’accampamento notturno all’aperto soprattutto in riferimento al riposo degli alpinisti ad alta quota. La tenda per il bivacco quindi sono pensate per accogliere da una a tre persone limitando al minimo il peso da chiusa:

Escluse quindi tende di peso superiore ai 5,5 kg di peso, perché deve essere facilmente trasportabile dall’escursionista

  • Vantaggi: è molto piccola e trasportabile con facilità.
  • Svantaggi: ha spazio limitato per riporre le proprie cose ed è molto bassa all’interno.

Tenda a tunnel 

Cos’è la tenda a tunnel? In pratica è un igloo che si compone di più stanze diventando simile ad un lungo bruco.

  • Vantaggi: è pratica da montare e smontare, tipica della tenda a igloo, e ha l’ampio comfort della tenda a casetta.
  • Svantaggi: è ingombrante e pesante da trasportare.

Molto apprezzata dalle famiglie perché facile da montare e da trasportare, è comoda da vivere per una vacanza in campeggio estivo stanziale.

Tende da campeggio invernali

Il campeggio in inverno può essere un’esperienza molto piacevole, che permette di godersi l’aria pulita del bosco immersi nella pace e nel silenzio, magari unita ad un’escursione con le ciaspole. L’importante è prepararsi adeguatamente. E la scelta della tenda giusta è la cosa più importante per dormire sotto le stelle d’inverno.

Diversi marchi come Ferrino, Salewa, Vango, Outwell, Heimplanet, Eureka, Marmot, Mountain Hardwear e The North Face offrono tecnologie avanzate per proteggere i campeggiatori dal freddo con tende resistenti alle intemperie. Testate dai più intrepidi avventurieri professionisti, queste tende possono resistere a temperature di -51°.

Ci sono alcune cose da considerare prima di scegliere una tenda invernale.

Tessuto impermeabile e a tenuta stagna

Una tenda a 4 stagioni o invernale è progettata per essere ermetica all’aria, limitare la condensa e proteggere dal freddo causato dal vento.

Il tessuto giusto può davvero impedire al freddo tagliente del vento invernale di penetrare nell’abitacolo. Deve inoltre restare asciutto e impermeabile nonostante una forte nevicata.

Ricordate di non usare una tenda invernale oltre i 15° e soprattutto d’estate, vi sentireste come se foste in una sauna!

Per l’inverno è bene scegliere una tenda con tessuto da 70 denari per essere sempre ben protetti dalle intemperie. Inoltre, assicuratevi che sia trattato con impermeabilizzazione DWR. Se non lo fosse, potete sempre acquistare il rivestimento separatamente e trattarlo con uno spray.

molte tende invernali sono realizzate in tessuto poliestere Ripstop antistrappo che, combinato con il rivestimento StormShield, garantisce impermeabilità e durata nel tempo.

Struttura: pali, tenda a doppio tetto o singola parete

Dal momento che devono resistere alle raffiche di vento, neve, ghiaccio e a forti temporali, le tende da campeggio invernale sono sempre più pesanti di quelle estive e sono spesso a igloo.

La struttura deve avere più cerchi, di solito realizzati in alluminio per sostenere e stabilizzare la sua struttura, progettati per resistere al gelo e alle variazioni di temperatura.

Ci sono dei pali progettati per facilitare lo smontaggio e il montaggio in meno di 5 minuti senza congelarsi le dita:

  • pali in featherlite: sono realizzati in lega metallica e sono molto più leggeri dei pali in alluminio standard.
  • sistema di giunzione Pressfit: questa tecnologia facilita e velocizza il montaggio e questo può essere molto pratico se si piega la tenda con temperature sottozero.

Potete inoltre scegliere tra una tenda con doppio tetto o una a parete singola. Chi effettua più gite durante l’anno tenderà a sceglierla a parete singola, che ha il vantaggio di essere più leggera di quella a doppio tetto e quindi più facile da trasportare sulle lunghe distanze.

Vestibolo

Per proteggersi dallo shock termico quando uscite all’aperto bisogna avere uno spazio di transizione tra l’interno e l’esterno della tenda: il vestibolo. Molte tende da campeggio invernali sono dotate di un vestibolo che offre spazio sufficiente per riporre lo zaino e cucinare i pasti.

Le misure e lo spazio

A seconda dell’esperienza che si vuole fare, solitaria o in compagnia, bisogna anche pensare alle dimensioni. Se vi piacerebbe andare in campeggio con 2-3 amici, sarà necessario considerare lo spazio di cui avrete bisogno. Provate la tenda tutti assieme in negozio prima di acquistarla. Ogni persona ha le sue esigenze in termini di dimensioni e spazio.

Tende da campeggio piccole

Esistono tende monoposto, ma sono veramente molto piccole. Per questo chi è piuttosto alto o vuole avere un minimo di spazio per riporre lo zaino e i propri oggetti personali avrà bisogno di un modello a 2 posti.

Tende da campeggio 2 posti

Il grande vantaggio delle tende a 2 o 3 posti è che sono le più leggere e maneggevoli. Sta quindi a voi, a seconda dell’uso che volete farne, scegliere il giusto equilibrio tra peso, forza e stabilità.

Il peso di una tenda piccola è spesso l’elemento di scelta più importante: quelle più efficienti pesano meno di 1 kg a posto quindi calcolate un massimo di 2 kg per una tenda a 2 posti. Questo è fondamentale per chi cerca una tenda per i bivacchi. Anche se siete soli, meglio optare per una a 2 posti, dove ci sia la zona notte e un piccolo spazio per riporre i propri effetti personali.

Le tende a 2 posti sono quasi sempre a igloo o a tunnel. Essendo un tipo di tenda piuttosto adatto al trekking e ai bivacchi in montagna possono avere caratteristiche tecniche che le rendono molto performanti, e quindi arrivano a costare molto, se ne trovano da 100 a 1200 euro.

Tende da campeggio 4 posti

L’uso di una tenda familiare è il primo criterio di scelta. per il campeggio, il giardino, l’escursionismo, una tenda 4 posti avrà caratteristiche tecniche specifiche.

Se state pianificando escursioni o trekking, il peso sarà un criterio essenziale. In questo caso, una tenda a 4 posti che pesa solo 2,67 kg è perfetta. Se invece viaggiate in auto, il peso non è un criterio decisivo, ma il volume è importante. Una tenda compatta a 4 posti sarà più facile da far entrare nel baule.

  • Vantaggi: i 4 posti sono la misura ideale per vacanze in famiglia o con gli amici ma anche in coppia, perché permette di muoversi comodamente all’interno. Se volete mangiare dentro, o le condizioni meteorologiche variabili e frequenti precipitazioni, o se genitori e figli vogliono avere la propria camera da letto.
  • Svantaggi: più difficile da montare e smontare, occupa parecchio volume, a seconda dei produttori e dei modelli, possono volerci dai 20 minuti o 1 ora.

Le tende a 4 posti possono essere di varie fogge: canadesi, a igloo, a tunnel e geodetiche. Sono le più diffuse e con un’ampia gamma di prezzi, dai 150 ai 1300 euro.

Tende da campeggio a 6 posti

Adatte per una famiglia numerose o per chi anche in quattro ha bisogno comunque di spazio sufficiente per riporre tutte le proprie cose, le tende a 6 posti possono essere a tunnel, a igloo, a tepee, a pentagono e geodetiche.

Sono più ingombranti e lunghe da aprire, non esistono le versioni popup e ingombrano discretamente il baule dell’auto.

A dispetto delle misure però non hanno prezzi eccessivi e con 500 euro si trovano versioni delux.

Tende da campeggio grandi o 8 posti

Sono tende grandi che in genere sono scelte per chi ha necessità di un notevole spazio, per i centri di soccorso o in caso di rifugio per eventi catastrofici in cui ospitare diverse persone contemporaneamente o per lunghi periodi.

Hanno un notevole ingombro e sono molto pesanti, e serve del tempo per montarle e rimontarle, per questo sono adatte per un utilizzo per lungo e da campo.

Si possono trovare a partire da 600-900 euro.

Dove si acquista una tenda da campeggio 

Nelle nostre città esistono grandi centri specializzati in prodotti e accessori per il campeggio: solitamente sono negozi che trattano articoli per escursionismo, alpinismo, trekking e tutto quanto concerne il camping.

Sono diversi anche i siti web a tema dove è possibile l’acquisto online ma soprattutto utilizzati per ricevere consigli sull’utilizzo adeguato delle attrezzature per campeggio.

Tende da campeggio usate

Online troverete molti modelli usati nei rpincipali siti di vendita di articoli second hand, ma anche alcuni siti di tende nuove potrebbero avere una sezione di seconda mano. Anche i negozi di articoli da campeggio hanno una parte dedicata all’usato.

Il vantaggio del prezzo deve però essere accompagnato da un’attenta visione della tenda in tutte le sue parti prima dell’acquisto per non incappare in un danno che la renderà inutilizzabile o peggio impossibile da montare o smontare.

Si consiglia infatti di montarla per prova prima di comprarla. Un piccolo strappo nascosto può rendere la tenda inutile.

Quanto costano le tende da campeggio 

Esistono prodotti per tutte le tasche. I prezzi variano notevolmente a seconda delle marche, della qualità dei materiali utilizzati e delle caratteristiche tecniche. Oltre un certo valore però, la discriminante diventa il livello tecnico che vi volete garantire.

Per capirsi, si può partire da un prezzo davvero basico, di 35 euro, ma si tratta di un telo con cui è possibile affrontare giusto una breve gita di una notte o per portarselo in spiaggia e ripararsi dal sole.

Meglio dunque tenere conto di tutti questi elementi nella scelta e considerare l’acquisto come un investimento. Sarà la vostra casa per molte vacanze: non lesinate sulla qualità.

Se cercate delle tende per escursionismo ‘serio’ dovete considerare una struttura leggera e flessibile e materiali tecnologicamente avanzati con vari gradi di traspirabilità e impermeabilità. Le tende più performanti, isolanti e leggere arrivano facilmente a costare 2000 euro.

Trovate una notevole gamma di prodotti e la scelta dipenderà dal tipo di vacanza o escursione che state organizzando: è importante affrontare la scelta della tenda senza sottovalutare ogni aspetto – dalla resistenza, alla leggerezza, traspirabilità, facilità di montaggio e smontaggio, peso per il trasporto, abitabilità – e nella consapevolezza di ciò che ci serve per affrontare bene il camping.

La leggerezza, per esempio, può costituire l’elemento principale di scelta per chi vuole fare una vacanza a piedi o escursionismo in montagna e si dovrà caricare la tenda in spalla ogni giorno, mentre non rappresenta un elemento di scelta per chi punta al campeggio estivo al mare, magari sotto i pini marittimi, dove vincerà invece la traspirabilità.

Shop online di tende e accessori da campeggio

Un’ottima guida alla scelta della tenda giusta per noi la troviamo su addnature.it

Addnature è un’azienda europea attiva nel settore dell‘attrezzatura per sport all’aperto. Sul sito è possibile trovare tutto ciò che serve per fare una vacanza outdoor: dalle tende da campeggio fino all’equipaggiamento da trekking, dall’abbigliamento sportivo agli accessori per la vita in camping.

Si può acquistare online qualsiasi tipo di accessorio, che verrà spedito velocemente a casa, e la merce può essere resa gratuitamente fino a 100 giorni dopo l’acquisto.

Addnature non è solo un sito per acquisti facili e veloci, ma anche un portale di consigli per gli appassionati del mondo camping, escursionismo e trekking. A disposizione infatti un team di esperti che risponderanno ad ogni richiesta dando consigli su attrezzature e materiali per aiutare l’utente nella scelta all’acquisto.

Consigli utili per montare e smontare la tenda da campeggio 

Montare bene la tenda è fondamentale per poi trascorrere bene il tempo a contatto con la natura. Ecco alcuni consigli per montare e poi smontare bene e velocemente la tenda.

Cosa serve 

Per una tenda con picchetti:

  • telo robusto per la base
  • tela interna ed esterna in materiale traspirante
  • picchetti resistenti
  • bacchette o aste per la struttura
  • tiranti in corda

Se la tenda è popup, basterà lanciarla e si aprirà da sola. Più complicato poi chiuderla.

Consigli di montaggio 

Il primo consiglio è di montare la tenda subito appena si arriva in loco.

Scegliere il posto giusto, asciutto, su terreno morbido, ma lievemente in pendenza (per eventuale deflusso della pioggia), appartati ma non troppo, sotto un albero se però questo non perde resine.

Posizionare l’entrata verso una zona opposta a quella dove sorge il sole. Quindi procedere con la stesura del telo esterno e poi della tenda vera e propria con i picchetti.

Come ripiegare la tenda da campeggio 

Ripiegare la tenda necessita di un po’ di tempo e pazienza.

Una volta rimossa la struttura va pulita con attenzione e piegata: di solito si arrotola su se stessa comprimendo il più possibile in modo che rientri nel suo sacco.

Consigli di manutenzione 

Di solito la tenda viene tenuta in cantina o in garage e dimenticata per lunghi periodi di tempo. Si consiglia di manutenerla con regolarità, come segue:

  • pulire sia il tessuto che le zip
  • non lasciarla in ambiente troppo caldo o sotto i raggi diretti del sole che usurano il tessuto
  • accertarsi di aver pulito e asciugato bene la tenda prima di conservarla

Le destinazioni più ‘camping friendly’ 

Ci sono regioni dove il campeggio è particolarmente apprezzato e di conseguenza i servizi sono migliori:

In particolare si tratta di:

  • Stati Uniti: i campeggi sono molti, ben attrezzati e immersi nella natura dei parchi
  • Canada: è una delle mete preferite per una vacanza in tenda, magari in uno dei suoi tanti parchi nazionali
  • Paesi scandinavi: il campeggio è libero, si può fare ovunque ma solo nel rispetto dell’ambiente.
  • Islanda: il campeggio è libero ovunque tranne che nei parchi protetti.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment