Alimenti

Come conservare il basilico per averlo tutto l’anno

In freezer, sott'olio, sotto sale o essiccato

Con il suo inconfondibile profumo fresco e intenso, il basilico è una delle erbe aromatiche fra le più amate. Qualche fogliolina nel sugo di pomodoro, e un semplice piatto di pasta acquista subito tutto un altro sapore. Nelle insalate, sulla pizza, con la caprese… Sono davvero tante le pietanze su cui il tocco fresco del basilico sta bene. Esistono diverse varietà di basilico ma, sicuramente, il più famoso è quello genovese, ingrediente principe del gustosissimo pesto.

Come conservare il basilico per averlo tutto l’anno

Il basilico è l’erba aromatica estiva per eccellenza. In molti lo coltivano nell’orto o anche semplicemente in un vasetto da tenere sul balcone. Per avere a disposizione tutto l’anno tutta la sua profumata bontà, in questo articolo vi spieghiamo come conservare il basilico.

Come conservare il basilico fresco

Avete acquistato qualche rametto di basilico fresco o, più probabilmente, l’ortolano ve l’ha omaggiato. Per mantenerlo il più a lungo possibile, ci sono varie accortezze da poter mettere in pratica.

Anzitutto, provate ad immergere i fusti di basilico provvisti di radici in un vasetto o un bicchiere pieni di acqua, e ricordate di cambiare l’acqua ogni 2 giorni circa. Per prolungare l’effetto, sistemate il vasetto in frigorifero.

In alternativa, potete avvolgere gli steli del basilico in carta assorbente da cucina e riporlo nella parte meno fredda del frigorifero.

Come conservare il basilico fresco in frigo

Il basilico fresco, si conserva fino a 5 giorni in frigorifero. Per prima cosa dovete lavare accuratamente le foglie, e poi disporle su un canovaccio inumidito oppure su un paio di fogli di carta assorbente da cucina, sempre inumidito. Dovete distanziare per bene le foglie, quindi chiudere l’involucro su se stesso affinché non disperda umidità. A questo punto, sistemate il pacchettino col basilico all’interno del cassetto del frigorifero designato a frutta e verdura, facendo attenzione a non schiacciarlo con altri ortaggi.

In alternativa, potete inserire le foglie o ira metti di basilico all’interno di un sacchetto di plastica per alimenti. Chiudetelo e riponetelo in frigo. Per 3-4 giorni, il basilico manterrà consistenza e profumo.

Congelare le foglie di basilico intere

Per prima cosa, lavate le foglie di basilico con cura e disponetele su un canovaccio pulito o su della carta assorbente da cucina in modo da tamponare l’acqua in eccesso. Una volta che le foglie saranno perfettamente asciutte, disponetele su una teglia rivestita di carta stagnola, e mettete la teglia nel congelatore per un paio d’ore circa. Quando congelate, con delicatezza, inserite le foglie di basilico in un apposito sacchetto per alimenti oppure in un contenitore dotato di chiusura ermetica. Conservate nel congelatore.

Fare i cubetti di ghiaccio con le foglie di basilico

Poiché le foglie intere di basilico congelato tendono a sbriciolarsi, potete spezzettare a mano le foglie di basilico già ben pulite ed asciugate. Inserirle negli spazi delle classiche vaschette per fare il ghiaccio e coprire con dell’olio. Questa soluzione, oltre che veloce, è anche molto pratica per l’utilizzo del basilico. Al bisogno, infatti, basterà semplicemente estrarre uno o due cubetti di basilico e utilizzarli in sughi e condimenti vari. Messi in padella, i cubetti si scioglieranno in pochi minuti, e sono perfetti per la preparazione del soffritto o da aggiungere a fine cottura.

conservare il basilico

Come conservare il basilico in freezer

Ci sono vari modi per congelare il basilico.

Preparate il pesto

Del tutto simile al metodo delle “foglie cubetto di ghiaccio”, in questo caso, preparerete direttamente la salsa, così da utilizzarla in qualsiasi momento come vero e proprio condimento.

Mettete nel boccale del frullatore una bella manciata di foglie di basilico. Azionate il mixer, avendo cura di farlo andare a intermittenza per non far surriscaldare la lama. Una volta che le foglie saranno ridotte in poltiglia, aggiungete del buon olio EVO e aggiustate di sale. Travasate la crema ottenuta in tanti piccoli contenitori mono-porzione. Potete sempre utilizzare le vaschette del ghiaccio oppure dei contenitori sottovuoto.

Al bisogno, scongelate la salsa e, volendo, ultimate la preparazione del pesto aggiungendo gli ingredienti mancanti e che prevede la ricetta classica: pinoli, formaggio grattugiato tipo pecorino e (se piace) aglio. Passate ancora tutto al frullatore e condite la vostra pasta, i vostri pomodori o qualunque altra pietanza.

SCOPRI ANCHE: la vera ricetta del pesto alla genovese

Come conservare il basilico per tutto l’anno

Passiamo ora a dei metodi che garantiscono una lunga conservazione del basilico. Qui di seguito andremo infatti a proporvi alcune tecniche di conservazione che vi permetteranno di godere della profumatissima bontà di questa erba aromatica fra le più amate, praticamente tutto l’anno, anche in pieno inverno!

Come essiccare il basilico

Come tutte le erbe aromatiche, anche il basilico può essere essiccato. Per essiccare le foglie di basilico ci sono 2 metodi.

  • In forno. Dopo aver pulito ed asciugato con cura le foglie di basilico, distribuitele su una teglia da forno fra loro ben distanziate. Quindi inserite la teglia in forno impostandolo a 80° e fate cuocere per 1 ora e mezza circa. Trascorso il tempo indicato, estraete la teglia dal forno e tritate le foglioline. Travasatele in un barattolo con chiusura ermetica e conservate in un luogo fresco e asciutto
  • Al naturale. Procuratevi dei mazzetti di basilico fresco. Legateli e appendeteli a testa in giù in una zona della cucina calda e ben ventilata. Dopo una decina di giorni circa, le foglie saranno diventate secche. Potrete quindi sbriciolarle e travasarle in un contenitore con chiusura ermetica, da tenere chiuso in dispensa

Pur non avendo la stessa freschezza, il basilico secco è una garanzia sempre a disposizione per insaporire sughi, salse, verdure e intingoli vari. È ottima, ad esempio, una spolverata distribuita sulla pizza.

Come conservare il basilico sottolio

La conservazione del basilico è sottolio è molto semplice ed è il metodo migliore per conservare il colore e il profumo della pianta.

Dopo aver lavato e asciugato con cura le foglie, riponetele in un barattolo di vetro sterilizzato e copritele con olio. Chiudete ermeticamente e conservate in frigorifero. Una volta aperto il barattolo, consumatelo entro un paio di settimane.

Come conservare il basilico sotto sale

Vediamo ora la conservazione del basilico sotto sale, un metodo molto antico.

  • Prendete un contenitore di vetro o ceramica provvisto di coperchio e distribuitevi sul fondo un centimetro di sale
  • Sistemate sul letto di sale alcune foglie di basilico lavate e accuratamente asciugate
  • Procedete quindi creando più strati, alternando sale e foglie. Ad ogni strato aggiunto, con delicatezza premete per compattare la pila che via via si va formando
  • Chiudete il barattolo e scuotetelo in modo che i granellini di sale si inseriscano in maniera omogenea fra le foglie
  • In ultimo, rifinite con uno strato di olio
  • Riponete il contenitore in un luogo fresco e asciutto
  • Al bisogno, estraete le foglie che vi necessitano e utilizzatele a piacere

La scelta delle foglie

Se avete una piantina di basilico e volete raccoglierne le foglie per conservarle, è importante sapere quali foglie prelevare.

Scartate subito le foglie secche o rovinate, e preferite quelle più grandi, sode e dal colore uniforme.

Lavatele e poi immergetele in una ciotola con dell’acqua fredda. Quindi asciugatele molto accuratamente e conservatele nel modo che più preferite, fra tutti quelli proposti.

Gli errori da non fare per conservare il basilico al meglio

Ora che abbiamo visto vari modi per conservare il basilico, vediamo anche alcuni errori da non fare.

  • In qualunque modo vogliate conservare il basilico, ricordate che le foglie vanno lavate per bene sotto l’acqua corrente e poi asciugate con molta cura usando un canovaccio pulito o della carta assorbente da cucina
  • Se volete congelare le foglie di basilico, evitate di sbollentarle, altrimenti perderanno gli oli essenziali che gli conferiscono il suo caratteristico profumo

Altri approfondimenti

Ed ecco altri post che potrebbero interessarvi sulla corretta conservazione degli alimenti

Federica Ermete

Nata a Busto Arsizio nel 1982, dopo il diploma si trasferisce a Cremona – dove vive tutt’ora – per conseguire la laurea in ambito umanistico. Sia per formazione professionale che per passione personale, i suoi ambiti di specializzazione sono l’alimentazione, la salute, il fitness di cui è appassionata anche nella vita quotidiana, ed il benessere naturale. Collabora con entusiasmo con la redazione di Tuttogreen dal giugno 2020.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pulsante per tornare all'inizio