Mangiare sano

Come funziona una friggitrice ad aria e quali sono i migliori prodotti in circolazione?

Scopriamone caratteristiche e benefici, ma anche gli svantaggi

La friggitrice ad aria calda o comunemente nota come friggitrice senza olio, è una macchina che consente di friggere gli alimenti non con i grassi (olio o burro) ma con il calore accumulato nella camera di cottura.

Come funziona una friggitrice ad aria e quali sono i migliori prodotti in circolazione?

In realtà non è del tutto corretto dire che la friggitrice ad aria non utilizzi olio per friggere. Nella realtà, però, ne basta al massimo un cucchiaio poiché è l’aria calda accumulata nella camera di cottura che fa tutto il lavoro. In questo spazio l’aria circola velocemente e così facendo raggiunge temperature molto elevate, idonee alla cottura dei cibi.

Tutti noi siamo portati a credere che la frittura, in quanto tale, presupponga una preparazione a base di olio o burro che, a temperature elevate, consente di ottenere una parte esterna croccante e una interna più morbida. Questa tecnica di cottura ottiene lo stesso risultato e anche se è difficile crederlo l’olio non è affatto imprescindibile.

Come per la cottura in forno, e quella al vapore, questo metodo di cottura evita anche l’effetto bruciacchiato, tanto buono quanto poco salutare.

Vediamo nello specifico di cosa si tratta, come funziona, anche alcuni modelli  disponibili sul mercato e i prezzi con i consigli per scegliere quello più adatto alle proprie esigenze.

Cos’è una friggitrice ad aria

Le friggitrici ad aria sono macchine che promettono di ottenere analoghi risultati alle friggitrici tradizionali ma con metodi di cottura decisamente più sani ed ecologici.

Un vantaggio non da poco se consideriamo che con queste friggitrici si può dire ‘basta’ anche alla puzza di fritto che pervade la cucina per giorni e giorni.

Vediamo ora a grandi linee il funzionamento.

Come funziona una friggitrice ad aria

La friggitrice ad aria calda funziona grazie ad una speciale camera di cottura dove l’aria circola talmente veloce da raggiungere temperature molto elevate.

Le friggitrici fanno circolare aria calda intorno al cibo per creare la stessa croccantezza dei cibi fritti tradizionali.

Svolgono questo compito eliminando gli oli ad alto contenuto di grassi e calorie dal processo di cottura.

A differenza di una friggitrice tradizionale, con la friggitrice ad aria non occorre immergere le pietanze in una grande quantità di olio da frittura e non serve girare gli alimenti durante la cottura.

Utilizzando solo un cucchiaio di olio da cucina, si possono ottenere risultati simili a quelli di una friggitrice con una frazione dei grassi e delle calorie.

Le friggitrici ad aria utilizzano aria calda contenente sottili gocce d’olio per rimuovere l’umidità dagli alimenti. Il risultato è un prodotto che presenta caratteristiche simili a quelle dei cibi fritti, ma con livelli di grassi significativamente inferiori.

Grazie alle alte temperature l’olio raggiunge un grado di calore idoneo a friggere gli alimenti, ma in quanto semplice vettore di calore poiché è l’aria calda che assicura una cottura uniforme.

Come molti altri metodi di cottura, la frittura ad aria innesca una reazione chimica – l’effetto Maillard – che migliora il colore e il sapore degli alimenti fritti ad aria.

Che temperature raggiungono?

L’aria calda contenuta nella camera di calore, infatti, può raggiungere temperature vicine ai 200°. Ciò fa delle friggitrici ad aria elettrodomestici estremamente utili, ma anche molto energivori: il consumo elettrico medio, infatti, va dagli 800 ai 2.000 watt. Tuttavia il ritorno economico (meno olio impiegato) e salutistico non deve essere sottovalutato.

Friggitrice ad aria

I cibi sono completamente circondati da aria caldissima e  divengono croccanti fuori e morbidi dentro nel giro di una manciata di minuti. Inoltre questa tecnica si rivela utile a mantenere intatte proprietà degli alimenti.

Che differenza c’è fra forno e friggitrice ad aria?

Sia la friggtrice ad aria che la cottura con forno a convezione utilizzano elementi di riscaldamento a convezione, bruciatori e ventola.

La cottura a convezione è più progressiva rispetto a quella ad aria ed è destinata alla cottura e al grigliatura su più livelli. La cottura in forno può essere utilizzata per tutti i tipi di alimenti, a volte anche per cucinare più di un alimento alla volta.

La cottura con friggitrice ad aria è diversa dalla normale cottura con il forno a convezione. L’elemento di convezione è due volte più potente di un elemento di convezione standard e sono progettate appositamente per i cibi fritti.  Quando si mette il cibo nella friggitrice, l’aria calda funziona come l’olio caldo quando si frigge, avvolgendo completamente il cibo con un calore intenso e uniformemente distribuito.

Queste differenze consentono alle friggitrici di produrre e far circolare prima l’aria surriscaldata. Sono progettate per una cottura a cestello singolo, in modo che l’aria calda possa circolare intorno al cibo per ottenere la massima croccantezza,

In pratica una friggitrice ad aria è come un piccolo forno elettrico ventilato, col vantaggio che è in grado di eliminare molta più umidità dalle pietanze e garantire un risultato croccante e asciutto.

Friggitrice ad aria

Ovviamente, la resa e l’efficienza dell’elettrodomestico varia anche in base al modello utilizzato e alla potenza che è in grado di generare, dunque è importante scegliere la friggitrice ad aria più adatta alle nostre esigenze dopo aver valutato con criterio diversi aspetti.

A differenza di un forno ventilato, la friggitrice ad aria deve essere utilizzata con prodotti freschi. In realtà è possibile cuocere anche alimenti precotti (panzerotti, cotolette, crocchette, polpette, ecc) ma in questo modo l’apporto di grassi e la genuinità del prodotto finale verrà meno, quindi sarà come non averla usata.

Altro consiglio importante, è di utilizzare degli oli vegetali adatti alle alte temperature, cioè con un punto di fumo elevato, perché non si trasformino in sostanze pericolose.

Cosa si fa con la friggitrice ad aria

A differenza di una friggitrice tradizionale, con la friggitrice ad aria si possono realizzare ottime fritture ma anche altre ricette e preparazioni. Si va dalle classiche patatine, crocchette, cotolette, verdure miste, crostacei e pesce fino ad arrivare a dolci e torte salate.

Il consiglio, a tal proposito, è di scegliere un modello provvisto di un buon ricettario, perché sarà fondamentale per avere spunti e guide alla cottura degli alimenti con questo elettrodomestico.

Infine, la friggitrice ad aria è perfetta anche per scaldare gli alimenti già cotti, ma a differenza di un normale forno elettrico o a microonde, non secca i cibi.

Quali sono le controindicazioni di una friggitrice ad aria

Alcune sono di carattere particolare, altre invece riferite al fatto che il cibo cotto in questa maniera sia più sano sono di tema generale.

Partiamo da quelle più di prodotto:

  • Lo svantaggio è il prezzo iniziale da sostenere (da 200 euro in su) abbastanza elevato se poi non la utilizzate.
  • Un ulteriore svantaggio è la necessità di avere uno spazio adatto in cucina
  • Da ultimo ma non meno importante, richiedono un consumo energetico considerevole

Parliamo infine del tema cibo salutare.

Il fritto fa male?

Chi non ama il fritto alzi la mano. Che si tratti di dolce o salato, di verdure, carni rosse o bianche, pesce, uova e crostacei, grandi e piccini difficilmente resistono a questa tentazione.

Tuttavia, il consumo abituale di alimenti fritti nei grassi non è esattamente salutare. Da un punto di vista nutrizionale, infatti, la frittura è ricca di grassi saturi, altamente calorica e difficilmente digeribile. E non c’è nutrizionista o dietologo che si rispetti disposto a non vietare categoricamente questo tipo di preparazione all’interno di un regime alimentare ipocalorico o comunque salutistico.

Le ricerche sugli effetti dei cibi cotti con una friggitrice ad aria sono attualmente limitate, ma gli esperti hanno generalmente raccomandato di limitare il consumo di cibi fritti in generale.

Il fatto che qualcuno abbia cucinato un cibo in una friggitrice ad aria non significa che sia più sano di qualsiasi altro cibo. Assicuratevi di includere altri metodi di cottura nelle vostre abitudini alimentari per una salute ottimale come ad esempio quelli che vi indichiamo di seguito..

Altri metodi di cottura

Scopri tutte le metodologie di cottura dei cibi:

Cosa bisogna sapere prima di acquistare una friggitrice ad aria

In commercio esistono molti modelli con caratteristiche e prezzi diversi. I parametri di riferimento da tenere presenti per scegliere la friggitrice ad aria più adatta a noi, generalmente sono:

  • Temperatura massima (non inferiore ai 200°)
  • Capacità del cestello (1 l per due persone)
  • Temperatura regolabile (garantisce il giusto livello di croccantezza per ogni pietanza)
  • Tempi di riscaldamento (non più di 3 minuti)
  • Timer

Quanto costa una friggitrice ad aria?

I prezzi vanno dai 70 ai 400 euro. Ci sono modelli più tecnologici e performanti che superano i 200 euro. Il modello più venduto è senza dubbio si attesta su una fascia media, il cui prezzo si aggira intorno ai 150 euro.

Si tratta di una friggitrice ad aria con 1.500 Watt di potenza, e capacità inferiore a 1 l, dotata solo di timer e rotella.

I modelli più avanzati, invece, hanno potenze superiori ai 1.800 Watt, alta capacità di cestello e dispongono di diversi programmi di cottura, molti accessori e timer digitali. Il prezzo medio è dai circa 250 euro in su.

Quali sono i vantaggi ed i benefici anche per la salute

Se utilizzate correttamente, le friggitrici ad aria offrono molti benefici per la salute:

  • Possibilità di realizzare fritti con meno grassi, più leggeri e salutari
  • Possibilità di consumare fritti saltuariamente anche per chi ha problemi colesterolo
  • Non raggiungendo il punto di fumo, l’olio non rischia di diventare tossico.

Un’elevata assunzione di cibi fritti è direttamente collegata a un maggior rischio di obesità. Questo perché i cibi fritti tendono ad essere ricchi di grassi e calorie.

Sostituire i cibi fritti con quelli derivanti da una friggitrice ad aria e ridurre il consumo regolare di oli non salutari può aiutare a perdere peso.

A questi si sommano vantaggi tipici del prodotto:

  • Meno sporco e niente cattivi odori
  • Maggiore igiene
  • Pulizia della macchina semplice e rapida
  • Cottura senza rischi di incidenti domestici
  • Risparmio nelle quantità di olio utilizzate

In particolare la frittura “classica” richiede il riscaldamento di un grande contenitore di olio bollente. Ciò può costituire un pericolo per la sicurezza. Anche se le friggitrici ad aria si riscaldano, non c’è il rischio di fuoriuscite, schizzi o contatti accidentali con l’olio caldo.

Le persone devono comunque utilizzare le friggitrici ad aria con attenzione e seguire le istruzioni per garantire la sicurezza.

friggitrice ad aria

La selezione delle migliori friggitrici ad aria

Ed ora ecco alcuni modelli scelti per voi.

La nostra scelta top: Innsky 5,5L 1700W

Si tratta di un vero e proprio multicooker, un vero e proprio piccolo forno ventilato, con qui preparare un vasto assortimento di piatti. Una macchina affidabile, robusta in grado di arrostire, cuocere al forno, grigliare e naturalmente fare un fritto asciutto e croccante e asciutto.

La trovate in offerta su Amazon:

L’alternativa economica: Moulinex EZ4018 Easy Fry Deluxe

Dalle dimensioni compatte, ma pur sempre con una capacità di 4,2L (quindi fino a 6 porzioni), questa friggitrice ad aria ci è sembrata particolarmente ben progettata e funzionale, come del resto tutti i prodotti di questa marca.

Molto comoda e maneggevole con l’impugnatura anti-scottatura, è dotata anche di una efficace protezione contro il surriscaldamento e di 6 comodi programmi preimpostati.

Eccola in offerta su Amazon:

Altri modelli di friggitrice ad aria

Se volete acquistare la vostra friggitrice ad aria, ecco alcuni modelli che possono fare per voi:

Ultratec 331400000105 Smart Fryer Friggitrice ad Aria Calda, 1500 W
Prezzi aggiornati il 5-02-2023 alle 10:33 AM.

Erika Facciolla

Giornalista pubblicista e web editor free lance. Nata a Cosenza il 25 febbraio 1980, all'età di 4 anni si trasferisce dalla città alla campagna, dove trascorre un'infanzia felice a contatto con la natura: un piccolo orticello, un giardino, campi incolti in cui giocare e amici a 4 zampe sullo sfondo. Assieme a lattughe, broccoli e zucchine coltiva anche la passione per la scrittura e la letteratura. Frequenta il liceo classico della città natale e dopo la maturità si trasferisce a Bologna dove si laurea in Scienze della Comunicazione. Dal 2005 è pubblicista e cura una serie di collaborazioni con redazioni locali, uffici stampa e agenzie editoriali del bolognese. Nel 2011 approda alla redazione di TuttoGreen con grande carica ed entusiasmo. Determinata, volitiva, idealista e sognatrice, spera che un giorno il Pianeta Terra possa tornare ad essere un bel posto in cui vivere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button