Piante e fiori

Tutto sul ginepro: varietà, caratteristiche e coltivazione della pianta

Una pianta sempreverde che si riconosce dal profumo intenso e le caratteristiche bacche

Il ginepro (nome scientifico Juniperus communis) è una specie botanica sempreverde che si fa notare per il suo profumo intenso e per le caratteristiche bacche. Ricca di proprietà versatili, viene utilizzata sia a scopo ornamentale in giardino sia in cucina come spezia. Inoltre, dalle bacche di questa pianta si ricava un olio essenziale utile per massaggiare parti del corpo doloranti o contratte.

Tutto sul ginepro: varietà, caratteristiche e coltivazione della pianta

Ginepro pianta

Appartenente alla famiglia delle Cupressaceae, comprende sia specie arboree che arbustive ed è noto fin dall’antichità.

Come arbusto può assumere un portamento cespuglioso, che lo rende ideale come siepe di confini in giardini e spazi aperti.

ginepro Juniperus communis
Ginepro: è una pianta nota fin dall’antichità per le sue proprietà benefiche e con usi molto versatili.

Ginepro varietà

Le varietà di questa pianta non includono solo quella ‘communis’. Si possono distinguere anche la varietà botanica ‘sabina’, le cui bacche non sono commestibili oppure quella ‘conferta’ originaria del Giappone.

Ginepro comune

La varietà ‘communis’ si presenta generalmente come un cespuglio o piccola conifera, che può presentare uno sviluppo tappezzante.

Ginepro bacche

Le bacche di colore blu-viola presentano un tipico sapore acre-dolciastro e sono pertanto molto note per il loro tocco aromatico. Occorre fare molta attenzione, però, poiché non tutte le bacche di questa pianta sono commestibili. Quelle della varietà Juniperus communis, o ginepro comune, possono essere utilizzate in cucina o masticate per ottenere un rapido effetto digestivo.

Habitat e coltivazione

Amante dei climi temperati, questa pianta può crescere sia nelle zone marine che in quelle montane.

La coltivazione di questa pianta può essere realizzata sia in vaso sia in giardino. Predilige i terreni asciutti e non ama molto l’umidità, quindi meglio evitare ristagni idrici anche per evitare il rischio di marciume radicale.

Ginepro olio essenziale

Dai frutti di questo arbusto si ottiene un olio essenziale dalle molteplici proprietà terapeutiche. Si presenta come un liquido di colore chiaro e con la caratteristica profumazione legnosa.

L’uso di quest’olio, tuttavia, richiede delle particolari cautele. Sconsigliato alle donne in gravidanza e allattamento, non va mai utilizzato puro sulla pelle, ma sempre diluito utilizzando un altro olio vegetale.

Va inoltre tenuto fuori dalla portata dei bambini. Per soggetti sensibili o a rischio allergico è bene testare poche gocce del prodotto su una ridotta area della pelle per verificare eventuali reazioni.

Ginepro proprietà

Tra le proprietà più comunemente attribuite alle bacche di questa piante spiccano quelle diuretiche. Non meno importanti, inoltre, sono gli effetti antimicrobici ed antimicotici attribuiti alla pianta.

Rinomate sono anche le proprietà antiossidanti attribuite a queste bacche, in grado così di contrastare il processo di invecchiamento cellulare e favorire un effetto ringiovanente sulla pelle.

ginepro
Ginepro comune: presenta bacche commestibili rinomate per il tipico sapore acre-dolciastro.

Ginepro benefici

Tra le azioni benefiche principalmente attribuite a questa pianta troviamo l’efficacia digestiva. Il consumo delle bacche, infatti, oltre a facilitare il processo della digestione, contribuisce a ridurre sintomi legati al gonfiore.

Inoltre, grazie alle loro proprietà diuretiche, i frutti di questa pianta riescono a favorire un’azione preventiva rispetto ad infezioni del tratto urinario. L’olio essenziale può essere adoperato durante i massaggi per beneficiare delle sue proprietà.

Ginepro utilizzo

Grazie alle sue molteplici proprietà, questa specie botanica rivela numerose e versatili possibilità di utilizzo. Oltre agli usi culinari e a quelli ornamentali, rappresenta un rimedio fitoterapico per il trattamento di alcuni tipi di disturbi.

Per uso esterno, può essere adoperato come unguento al fine di contrastare dolori reumatici e disturbi cutanei, come gli eczemi.

Ginepro zanzare

Bruciare i rami di ginepro sembra una strategia utile per allontanare gli insetti quando si sta all’aria aperta. In particolare, l’olio essenziale ottenuto dalle bacche di questa pianta si rivela una rimedio utile anche per allontanare le zanzare.

Ginepro in cucina

Le bacche di questa sono adoperata fin dall’antichità per arricchire di sapore le pietanze. In particolare tendono ad essere utilizzate spesso come condimento alternativo al pepe. A livello industriale, può essere utilizzato anche per l’affumicatura dei salumi.

Ginepro liquore

Dalle bacche di questa pianta si ottengono liquori e bevande digestive. In particolare, rappresentano l’ingrediente essenziale per preparare una bevanda alcolica molto nota, come il gin, ottenuto dalla distillazione delle bacche.

Ginepro tisana

Con le bacche si può preparare anche un infuso in grado di avere un effetto sedativo in caso della tosse o utile per favorire la diuresi e prevenire infezioni a carico delle vie urinarie.

Ginepro controindicazioni

Si consiglia di evitare l’uso di prodotti a base di ginepro in caso di gravidanza o allattamento o se si presentano particolari condizioni di sensibilità.

LEGGI ANCHE:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close