Proprietà della bacche di ginepro: in cucina e come liquore

di Elle del 20 novembre 2017

Oggi scopriremo le caratteristiche di un altro ingrediente della cucina naturale: le bacche di ginepro.

Il ginepro (Juniperus communis) è un arbusto sempreverde che produce bacche (dette anche coccole) dal caratteristico colore blu-violaceo; le bacche di ginepro sono ricoperte da una pellicola opaca chiamata pruina.

SPECIALE: qui trovate tutte le nostre ricette vegetariane e vegane.

Proprietà della bacche di ginepro

A questo alimento vengono associate quattro tipologie di proprietà benefiche:

Miglioramento della digestione

Uno dei principali benefici delle erbe amare è la loro capacità di migliorare la digestione. Anche le bacche di ginepro non fanno eccezione da questo punto di vista. Il loro consumo moderato contribuisce ad un aumento della saliva, degli enzimi digestivi e delle secrezioni acide nello stomaco. Tutti questi fattori hanno ricadute positive per quanto riguarda la digestione.

Proprietà diuretiche

Oltre a migliorare la digestione, le bacche di ginepro possono contribuire ad alleviare i sintomi di gonfiore di stomaco e ritenzione idrica. Proprio così, il ginepro è anche un diuretico, il che significa banalmente che contribuisce ad aumentare la produzione di urina. E i diuretici sono utili quando si cerca di combattere la ritenzione idrica in eccesso nel corpo, che è spesso causata dal fatto di assumere troppo sodio oppure da infiammazioni e lesioni. Proprio grazie della sua azione diuretica, è stato osservato come il ginepro possa contribuire a prevenire le infezioni del tratto urinario, eliminando tossine e batteri nel sistema urinario.

Proprietà antimicrobiche e antimicotiche

Il consumo di bacche di ginepro aiuta a combattere i batteri gram-negativi e gram-positivi. I batteri gram-negativi sono la causa di Escherichia coli, polmonite e gonorrea, mentre i batteri gram-positivi causano Staphylococcus aureus. Quaest’ultima è un’infezione comune che è spesso resistente agli antibiotici. Dato che i prodotti farmaceutici sono spesso inefficaci nel trattamento dello Staphylococcus aureus, il contributo che questo alimento offre per prevenire questa infezione non è da sottovalutare.

Proprietà antiossidanti

Infine, le bacche di ginepro contengono elevate quantità di antiossidanti. Questi composti aiutano a neutralizzare i radicali liberi nel corpo, che contribuiscono all’insorgere di varie malattie. Com’è noto, la riduzione nella produzione interna di antiossidanti che avviene con l’avanzare dell’età, porta il nostro organismo in una situazione in cui non è più in grado di ostacolare gli effetti collaterali provocati da un sovrannumero di radicali liberi. Tra questi, solo per citare i più comuni, cancro, obesità, cataratta, artrite, malattie cardiovascolari, morbo di Parkinson e invecchiamento precoce..

Gli antiossidanti hanno anche una funzione estetica: mantengono una pelle sana e giovane, combattendo le rughe, favorendo la rigenerazione cellulare e riducendo gli stati infiammatori.

LO SAI? Ecco quali sono le bacche commestibili in cucina?

Valori nutrizionali e calorie delle bacche ginepro

Di seguito, l’etichetta nutrizionale per 100g di bacche di ginepro:

Calorie10 kcal
Carboidrati0,04 g
Grassi0,01 g
Proteine0,02 g

Utilizzi delle bacche di ginepro in cucina

Noto e amato fin dall’antichità, il ginepro, oltre a possedere notevoli qualità fitoterapiche, trova largo uso in cucina, dove può essere impiegato come sostituto di un’altra spezia come il pepe.

Il caratteristico sapore acre o acidulo del ginepro rende questa una spezia molto ricercata in cucina per la preparazione di piatti a base di carne o, come avviene nella tradizione gastronomica del Trentino Alto Adige per insaporire pietanze realizzate con patate e crauti.

Il legno di questo albero sempreverde, grazie al suo intenso profumo, viene impiegato per aromatizzare il pane durante la sua cottura in forno o per aromatizzare insaccati.

FOCUS: Bacche di Goji, il nuovo superfood?

Proprietà della bacche di ginepro

Proprietà della bacche di ginepro: dal ginepro si ricavano ottimi liquori digestivi anche in Italia

Bacche di ginepro per preparare liquori digestivi

Le bacche di ginepro, inoltre, trovano spazio nella preparazione di alcuni tra i più conosciuti alcolici. Per esempio, il gin si ottiene proprio dalla distillazione delle bacche di ginepro (Juniperus communis).

La curiosità: lo sapevate che sull’altipiano di Asiago (più precisamente nella distilleria Rossi, “la più alta d’Europa”) dalle bacche di ginepro e genziana si ricava il kranebet? Questo liquore – ottenuto dalla distillazione di queste bacche e di alcune radici alpine – è davvero un ottimo digestivo! Nei paesi scandinavi, invece, le bacche di ginepro vengono spesso usate per aromatizzare birre artigianali o distillati.

Potrebbero interessarti anche altre ricette di liquori e digestivi a base di erbe e altri ingredienti naturali da fare in casa:

Bacche di ginepro: dove acquistarle

Queste bacche possono essere acquistate secche in barattoli di vetro o, in alternativa, le si possono comprare fresche per poi essiccarle.

Ginepro Bacche
€ 2.57

Eccovi altre bacche commestibili ed ingredienti della cucina naturale che vi consigliamo di approfondire:

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment