Conoscete i semi di annatto? Ricavati dall’achiote, sono una spezia e un colorante per gli alimenti e i tessuti

di ScriBio del 29 Marzo 2019

Annatto è il nome di una spezia molto diffusa in Asia e Sud America: è ricavato dai semi dell’achiote, pianta tipica dell’Amazzonia. In occidente questa spezia non è molto conosciuta per le sue proprietà, ma solo come colorante E160b.

Conoscete i semi di annatto? Ricavati dall’achiote, sono una spezia e un colorante per gli alimenti e i tessuti

Semi di annatto: colorante naturale 

I suoi semi sono piccoli, rossicci e di forma irregolare. Si ricavano dalla pianta di Achiote (Bixa orellana), un arbusto che appartiene alla famiglia delle Bixacee ed è originaria del Sud America. Oggi il maggior esportatore di questa spezia è il Brasile.

Dalla pianta di achiote si ricavano i semi di annatto di un colore giallo-rosso causato dall’alta quantità di carotene contenuto: con questi semi si produce un colorante naturale catalogato come E160b.

Caratteristiche della pianta di achiote 

L’achiote, la pianta da cui si estraggono i semi, è un arbusto con foglie ovali a forma di cuore.

  • I fiori sono molto belli e hanno 5 petali bianco rosati e un centro lilla. La fioritura si sviluppa tra luglio e gennaio in base alla zona in cui viene coltivato.I fiori possono essere bianchi, bianco-rosati e rosa- violacei.
  • I frutti (bacelli) sono rossi con un interno giallo, sono rivestiti da una peluria rossa e sono a grappoli. Quando il frutto è maturo, si spacca a metà e all’interno ci sono circa 50 semi. I frutti sono raccolti e macerati in acqua mentre i semi vengono fatti essiccare.
  • I semi sono piccoli e di colore rosso-mattone, di forma trapezioidale, leggermente appuntiti da un lato, lunghi 4 mm e larghi 3 mm.

Origine della pianta 

Arriva dalle Isole dei Caraibi, dal Centro America e la parte occidentale del Sud America. Oggi viene prodotta ed esportata soprattutto dal Brasile e dal Perù.

Veniva utilizzata come colorante in cucina e come spezia in Messico e sud America, Filippine, Caraibi, Cina e Vietnam. In molti altri paesi tropicali invece è solo una pianta ornamentale.

annatto 

Proprietà curative dei semi di annatto 

Sono molte le proprietà curative della pianta di achiote:

  • aiuta a perdere peso essendo un diuretico naturale.
  • è lassativa per i suoi principi attivi quali fibre e pectina, che stimolano la peristalsi intestinale, favorendo l’eliminazione di tossine e scorie.
  • contrasta dissenteria, febbre e malattie dei reni, nella medicina alternativa
  • è un antiossidante naturale: contiene i carotenoidi che agiscono come antiossidanti e migliorano la combustione dei grassi.

I principi attivi nei semi di annatto

I principali principi attivi presenti nella pianta sono i carotenoidi tra i quali il principale è la bixina, che può raggiungere fino al 7% della massa del seme ed è  responsabili del suo colore rosso.

I principi attivi presenti nei semi sono la bixina, la norbixina e la cisbixina. Tutti carotenoidi coloranti.

I semi vengono fatti dapprima essiccare e poi vengono macinati per ottenere una polvere facilmente utilizzabile in cucina. La caratteristica che lo rende utile in ambito sia culinario che nel tessile è sicuramente la colorazione rosso mattone che dona ai cibi e alle stoffe, oltre ad avere anche un gradevole aroma e profumo simile alla noce moscata.

Come e dove comprare l’ annatto 

Soltanto i semi vengono utilizzati e si trovano in commercio sia interi sia in polvere, sia in pasta oleosa, soprattutto in Messico.

Se vengono acquistati online i semi, bisogna verificare che siano interi, colore mattone e profumati: solo così sono buoni e ben conservati.

Come usare l’annatto 

Si tratta di un colorante naturale di un bel rosso mattone estratto dai semi immersi in acqua bollente e lasciati per il tempo necessario a dare colorazione all’acqua, che poi colorerà il tessuto.

I semi e la polvere vanno conservati in un contenitore al riparo dalla luce.

Annatto: uso in cucina 

I semi sono una delle spezie usate in cucina per insaporire pietanze e per conferire una colorazione rossiccia alla pietanza o al dolce. L’acqua dove si fanno bollire i semi, che gli fa perdere il colore, può essere poi utilizzata per cuocere verdura, carne o riso.

Nell’America centrale e meridionale viene usato soprattutto come colorante. In particolare

  • nei Carabi i semi sono fritti con olio o altro grasso animale e il condimento colorato che si ottiene viene utilizzato per cuocere carni e verdure.
  • in Messico viene usata la pasta di semi mescolata insieme ad aceto per marinare la carne.
  • nelle Filippine, i semi vengono macinati e aggiunti alle zuppe.
  • in Vietnam, viene usato per colorare le zuppe, il curry o per la laccatura dell’anatra.
  • in Occidente è poco utilizzato, solo come colorante alimentare naturale

Ha un gusto lievemente piccante ed è ammesso dall’Unione Europea come colorante, con il nome di E160b, per il pesce affumicato, la margarina, alcuni formaggi come il cheddar. In passato veniva utilizzato anche per colorare il burro di qualità inferiore, facendogli acquisire un delicato colore giallo, tipico burro di pascolo.

annatto 

Come preparare l’olio all’annatto 

Per preparare l’olio di annatto prendete 1/2 tazza di olio di oliva, aggiungere 2 cucchiai di semi d’annatto e fate scaldare per 5 minuti. L’olio diventa giallo rossiccio e può essere usato sulle patate, nell’insalata oper condire il riso.

Annatto in cosmesi

Proprio per il suo bel colore rosso è utilizzato in cosmetica per prodotti di makeup come i rossetti, oppure come colorante per capelli.  Quest’ultimo utilizzo è in particolare, un’usanza tipica di alcune popolazioni indios dell’Ecuador.

Viene anche impiegato nella produzione del dentifricio, nelle emulsioni e nel sapone per dare una colorazione arancione.

Non esistono controindicazioni alle dosi normali tranne che nei casi di ipersensibilità individuale.

Annatto: per i capelli l’olio di roucou 

L’olio di roucou è anche chiamato sussurro dei capelli per la sua elevata capacità di proteggere i capelli dai raggi UV. Poco conosciuto nonostante le tante proprietà, deriva anch’esso come l’annatto, dalla pianta dell’anchiote.

annatto 

Le sue proprietà principali:

  • protezione dei capelli dal sole e dai raggi UV
  • proprietà antibatteriche ed antisettiche, importanti per il cuoio capelluto.
  • stimola la produzione di melanina e allontana la comparsa dei capelli bianchi
  • proprietà anti crespo e nutritive per i capelli più indisciplinati
  • contrasta anche gli effetti del calore del phon e viene usato per la produzione di shampoo, crema per capelli modellante, prodotti anti crespo.
  • previene l’invecchiamento e mantiene l’elasticità cutanea.
  • neutralizza i radicali liberi grazie all’acido ellagico

Utilizzi alternativi 

Aiuta a prevenire le punture di zanzare e vespee d è un repellente naturale.

Nella medicina dolce venivano usati i semi contro dissenteria, febbre e malattie dei reni. Viene utilizzato per colorare unguenti e pomate

Annatto e sicurezza alimentare

L’EFSA, l’autorità europea per la sicurezza alimentare, conduce da qualche anno delle indagini sull’annatto utilizzato come colorante in molti cibi di uso quotidiano (formaggi, dolci, ghiaccioli, snack per bambini…) per garantire che la quantità di bixina e norbixinacontenute non sia nociva all’essere umano.

Ancora oggi non si è in grado di dare certezza sulla sicurezza alimentare di questo colorante. Per questo l’EFSA ha permesso l’uso di:

  • 6 mg di bixina per ogni kg di peso corporeo al giorno
  • 0,3 mg di norbixina per ogni kg di peso corporeo al giorno

E ne ha sconsigliato l’uso ai bambini, perché potrebbe causare allergia.

Curiosità sull’annatto 

Gli Atzechi utilizzavano i semi di achiote come colorante per il corpo per cerimonie e riti. Alcune tribù di indios lo usano per tingersi i capelli (uomini rossi).

In India usano il bacello di achiote come repellente degli insetti.

In molte comunità Hindu è conosciuto come sindoor ed è considerato di buon auspicio per i matrimoni. Applicato in mezzo alla fronte vicino all’attaccatura dei capelli indica che la donna è sposata.

Altre spezie importanti

Se volete conoscere altre spezie e i loro benefici e utilizzi ecco le nostre schede, ricche d’informazioni, ricette e curiosità:

  • Anice stellato: antibatterico e antinfiammatorio.
  • Anice verde: cura i disturbi intestinali.
  • Cannella: disinfettante e antibatterica.
  • Cardamomo: digestivo, tonico e antiacido.
  • Cartamo: migliora l’elasticità della pelle.
  • Chiodi di garofano: antiossidante, analgesico e antinfiammatorio.
  • Coriandolo: fungicida e antibatterico, riduce il gonfiore intestinale.
  • Cubebe: per la digestione, antiossidante e afrodisiaco.
  • Cumino: cura molti disturbi.
  • Cumino nero: calmante e digestivo, per disturbi mestruali.
  • Carvi: agisce sul sistema respiratorio e sui vari processi digestivi.
  • Carum ajowan o Radhuni: allieva l’artrite.
  • Curcuma: per perdere peso, antitumorale.
  • Curryaiuta il diabete e le malattie cardiache.
  • Ginepro: antimicotico, antiossidante e stimola la diuresi.
  • Noce moscataafrodisiaco.
  • Macis: contro stress, depressione e ansia.
  • Paprika: contro reumatismi e caduta dei capelli.
  • Pepe nero: per acne, cellulite e cura della pelle.
  • Pepe rosa: antidolorifico e insetticida naturale.
  • Pepe lungo: vasodilatatore, combatte l’asma.
  • Pepe di Sichuan: antispasmodico e antidolorifico.
  • Peperoncino: protegge il sistema cardio-circolatorio e antitumorale.
  • Pimento o Pepe garofanato: contro raffreddamento, analgesico, antisettico e antibatterico.
  • Zafferano: antinfiammatorio, aiuta la digestione e antidepressivo.

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment