Rimedi naturali

Il burro di mafura rimedio naturale per idratare pelle e capelli

Un burro di origine africana che si utilizza come ingrediente nei prodotti cosmetici

Il burro di mafura si ricava dalla spremitura dei semi essiccati di una pianta che cresce spontanea in Mozambico. Si presenta spesso sotto forma di olio, perchè solidifica appena sotto i 30°, come l’olio di cocco, e diventa un burro, facilmente spalmabile, ottimo per la preparazione di prodotti idratanti per la pelle.

Il burro di mafura rimedio naturale per idratare pelle e capelli

Ricchissimo di acidi grassi essenziali, come acido oleico, acido palmitico ed acido linoleico, è un rimedio ottimo nei casi di prurito o rossore della pelle, disidratazione e secchezza. Si consiglia per la pelle matura perchè contrasta l’azione dei radicali liberi.

Svolge anche un importante azione antinfiammatoria e antimicrobica naturale ristabilendo la giusta idratazione alla pelle e al cuoio capelluto.

La mafura viene anche consumata come frutta fresca, oppure utilizzata per piatti tradizionali africani.
Conosciamone i tanti benefici e utilizzi.

Cosa è il burro di mafura

Questo burro vegetale estratto dai semi di Trichilia Emetica – un albero sempreverde che cresce spontaneamente in Africa – è di colore giallo chiaro.

Tramite la tecnica della spremitura a freddo dei semi essiccati si ottiene un olio leggero e poco unto che solidifica a temperatura ambiente, assumendo l’aspetto di un burro. Facile da spalmare, non lascia la pelle unta, ed è un ottimo rimedio idratante e nutriente per pelle e capelli.

burro di mafura

Mafura, la pianta

La mafura è una pianta che cresce spontanea nelle zone costiere della parte meridionale del Mozambico e in alcune aree del Sudafrica.

Esistono anche coltivazioni finalizzate al commercio del suo olio per scopi cosmetici.

  • L’albero raggiunge i 20 m d’altezza e ha una corteccia rosso-bruna
  • Le foglie sono verde scure
  • I frutti si raccolgono da dicembre a marzo e contengono semi color arancio-chiaro.

Dai suoi semi si produce un olio che le popolazioni locali chiamano munhantsi o óleo de mhova, che viene esportato in tutto il mondo e soprattutto utilizzato nell’industria cosmetica naturale.

Come si consuma la mafura

Il frutto della mafura può essere mangiato fresco oppure può essere lavorato per creare un olio alimentare e lo xibêhe, la parte solida, utilizzato nei piatti tradizionali africani.

burro di mafura

Per produrli si usa ancora una tecnica artigianale:

  • si lasciano i frutti 2 giorni in ammollo nell’acqua, per ammorbidirli e riuscire a separare manualmente i semi dalla polpa.
  • si fanno bollire i semi ricoperti di polpa per 3 ore in grandi pentole: si forma in superficie un’emulsione chiara – l’olio – e un residuo denso si raccoglie sul fondo della pentola. Questo è lo xibêhe o massa da mafura.

Lo xibêhe viene mangiata dai popoli africani insieme alla polenta di mais e alle verdure. L’olio viene usato per cucinare o per lavorare meglio la farina di manioca. In Mozambico l’olio di mafura è utilizzato per cucinare. Ma dalla pianta si ricavano tante altre cose.

  • I semi essiccati e pressati danno il burro cosmetico, freschi, ammollati e bolliti l’olio alimentare
  • Le foglie permettono di fare un decotto per curare le malattie dell’apparato digestivo
  • Il frutto fresco si consuma in tutta l’Africa e può essere consumato miscelato ad acqua o latte: si ottiene una salsa che serve per condire carne o pesce.

Burro di mafura: le proprietà

Dalla pressatura o spremitura dei semi lasciati essiccare al sole per giorni si ottiene questo burro di consistenza simile al burro di cacao e al burro di karité, se lasciato a temperatura ambiente.

Questo prodotto è ottimo per la cura della pelle, dei capelli perché ricco di acidi grassi essenziali come acido oleico, acido palmitico ed acido linoleico, e anche per preparare candele naturali, ma non è usato in cucina perché amaro di sapore.

Benefici del burro di mafura

Gli acidi grassi contenuti rendono questo burro un ingrediente cosmetico fondamentale per mantenere l’elasticità cutanea e ricostituire la pelle.

Svolge importanti azioni a beneficio della pelle:

  • allevia prurito e rossore grazia all’azione lenitiva
  • idrata la pelle secca perché blocca la perdita di acqua transepidermica
  • ha un’azione antiage naturale per le proprietà antiossidanti ed è in grado di contrastare l’azione dei radicali liberi
  • antinfiammatorio e antimicrobico naturale grazie alla presenza di Trichilina, un limonoide.

Viste le principali azioni curative svolte dal burro di mafura è sempre più usato come ingrediente naturale nei prodotti antirughe, creme viso e per il corpo, nelle maschere nutritive per capelli secchi, nelle lozioni per la ricrescita dei capelli e nei preparati e pomate naturali contro secchezza della pelle.

burro di mafura

Si trova facilmente anche nei cosmetici per le sue qualità idratanti: ad esempio nei rossetti, eyeliner, mascara.

Come applicare il burro di mafura

Si scioglie facilmente con il solo calore delle mani ed è consigliato come olio da massaggio, perché:

  • si assorbe rapidamente sulla pelle e non unge. La pelle appare subito più morbida, aumenta l’elasticità e mantiene sana la pelle
  • si stende abbondantemente sulla pelle per idratarla a fondo, è adatto anche a pelle screpolata, molto secca e soggetta e xerosi
  • nutre i capelli sfibrati: è un ottimo balsamo per capelli sfibrati da usare dopo lo shampoo
  • antimicrobico naturale per il cuoio capelluto secco e pruriginoso da applicare massaggiando

Quanto costa e dove si compre

Non si trova facilmente in Italia. Va ricercato in negozi di cosmetica naturale molto ben forniti e prodotti africani oppure si può acqiustare online, ma bisogna prestare attenzione:

  • l’INCI deve indicare Seed Butter Trichilia Emetica
  • la confezione deve essere ermeticamente chiusa perché fonde già a 30° e si rischia di trovare un contenitore completamente sporco di olio per la fuoriuscita del prodotto

Un contenitore da 250 gr costa circa 20 euro. ma ne basta veramente la punta di un coltello. Sono disponibili più di un prodotto a base di burro di mafura: creme, lozioni per capelli, balsami e cosmetici di vario genere.

ScriBio

Siciliana di nascita (1970) e milanese di adozione dal 1988. Ha svolto tanti lavori e per ognuno di essi ha dato il meglio con passione e voglia di imparare. Fino al 2011: licenziata, separata, due figli. Anno della svolta: seguire la sua attitudine, la scrittura. Inizia per caso a lavorare come free lance per una casa editrice milanese specializzata in riviste tecniche. Scrive di edilizia e architettura per Imprese Edili e viene attirata dal mondo della bioedilizia e dell’architettura sostenibile (collabora anche con architetturaecosostenibile.it). Arriva la digitalizzazione, le riviste sono quasi totalmente online: si specializza e anche oggi continua a tenersi aggiornata, non smettendo mai di ascoltare, guardare e imparare.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button