Come preparare in casa la marmellata di uva senza zucchero e pectina

di Elle del 28 dicembre 2017

Buone da gustare a colazione o per accompagnare formaggi stagionati, le marmellate si possono facilmente preparare anche in casa. Scopriamo allora alcune ricette per realizzare la marmellata di uva, in versione senza zucchero o senza pectina.

Come preparare in casa la marmellata di uva senza zucchero e pectina

La marmellata di uva si può preparare facilmente in casa seguendo delle semplici e veloci ricette. Può essere realizzata con l’impiego delle differenti varietà di uva, sia bianca che nera.

Più che la varietà, infatti, ciò che conta è scegliere l’uva al giusto grado di maturazione per ottenere un prodotto della giusta densità.

Alcune ricette permettono di preparare la marmellata senza necessariamente dover utilizzare la pectina, sostituibile con una mela. Si può anche evitare l’uso dello zucchero scegliendo un tipo di uva piuttosto matura e già molto zuccherina di suo.

Una volta realizzata, la marmellata può essere conservata in frigorifero oppure in dispensa. In quest’ultimo caso è importante che sia tenuta al riparo da fonti di luce e di calore. Si presta ad essere consumata in modo versatile.

Per i più tradizionalisti può essere gustata a colazione, spalmata su qualche fetta di pane o sulle fette biscottate. Anche assaggiarne un po’ insieme ai pancakes può rivelarsi una scelta particolarmente sfiziosa.

Per chi ama ricercare i sapori contrastanti, invece, si può abbinare durante la degustazione di formaggi stagionati.

Marmellata di uva senza zucchero

Utilizzando dell’uva matura, è possibile preparare una confettura casalinga senza l’aggiunta di zucchero. In questo modo si ha la possibilità di ottenere un prodotto più dietetico e salutare. Al contempo non ha nulla da invidiare alle altre confetture o marmellate sia in termini di gusto che di densità.

INGREDIENTI (per 3 persone):

  • 1 kg di uva matura (bianca o nera)
marmellata di uva

Marmellata di uva: si può preparare anche senza zucchero utilizzando uva matura.

PREPARAZIONE:

  • Dopo aver lavato bene il grappolo d’uva, staccate tutti gli acini e pestateli in una ciotola. Non è necessario privarli delle bucce esterne.
  • Versate gli acini pestati in un pentolino e lasciateli cuocere a fiamma bassa. Attendete il raggiungimento del bollore e continuate quindi la cottura a fiamma più bassa.
  • Coprite la pentola con un coperchio e aspettate che il succo si riduca gradualmente procedendo con la cottura. Occorre un tempo pari almeno a 30 minuti. Potrebbe tuttavia variare in base alla densità desiderata per la marmellata.
  • Una volta terminata la cottura, versate la marmellata ancora tiepida nei vasetti di vetro da chiudere poi ermeticamente.

Conservate i vasetti così preparati in un luogo fresco e asciutto prima di consumarli.

Marmellata di uva senza pectina

Utilizzando l’uva fragola si può ottenere una marmellata rinomata per il suo buon profumo e il suo gusto delicato.

In questa ricetta la pectina viene sostituita da un frutto come la mela, che è molto ricco di questo sostanza.

In tal modo si può ottenere ugualmente l’effetto addensante senza aggiungere altro. Il risultato finale, infatti, è simile a quello di altre confetture grazie alla presenza della mela.

Le sostanze come la pectina presente in alte concentrazioni, agiscono come agente gelificante.

INGREDIENTI (per circa 2 vasetti)

marmellata di uva

Marmellata di uva: si può preparare senza pectina aggiungendo una mela.

PREPARAZIONE:

  • Dopo aver lavato accuratamente l’uva, staccate ogni acino dal grappolo.
  • Lasciatela cuocere a fuoco lento per circa 15 minuti all’interno di una pentola capiente. Quando l’uva inizia a sfaldarsi, spegnete il fuoco.
  • Filtrate il composto così ottenuto lasciando passare solo il succo di uva. Nel frattempo sbucciate la mela e tagliatela a cubetti. Inserite la mela insieme ai chicchi d’uva sfaldati e allo zucchero nella pentola.
  • Lasciate cuocere ancora a fuoco medio per circa 40 minuti e mescolate di tanto in tanto. Frullate infine il tutto con l’aiuto di un frullatore ad immersione.
  • Verificata che la marmellata ottenuto abbia la consistenza desiderata. A questo punto, quando è ancora calda, versatela nei vasetti di vetro e chiudeteli con gli appositi tappi.
  • Quindi capovolgeteli fino a che non si raffreddano completamente.

Conservate la marmellata così ottenuta all’interno di una dispensa lontano da fonti luminose.

Marmellata di uva: come togliere i semi

Per la preparazione di questa marmellata potrebbe essere necessario eliminare i semi dagli acini. Un metodo lungo e laborioso consiste nel tagliare a metà ogni acino e privarlo manualmente dei semi di uva.

In alternativa, si può procedere in un modo più pratico e veloce. Innanzitutto si sgrana l’uva già lavata e la si lascia ad asciugare. Si pestano quindi gli acini mettendo poi la polpa con i semi in una pentola.

Dopo aver fatto cuocere per circa dieci minuti, si lascia intiepidire per poi versare in un colino con fori piccoli.

In tal modo sarà possibile recuperare facilmente i semi che resteranno all’interno del colino.

Le bucce e la polpa potranno essere a questo punto utilizzate come ingredienti per la preparazione di una gustosa marmellata.

Altre ricette di marmellata che ti potrebbero interessare:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment