Palma nana: caratteristiche e accorgimenti per la cura di questa pianta da interni

di Elle del 11 aprile 2018

Originaria dell’America centrale, la palma nana (o palma della fortuna) è una pianta sempreverde in grado di donare un tocco di eleganza all’interno dell’appartamento.

Palma nana: caratteristiche e accorgimenti per la cura di questa pianta da interni

La palma nana (Chamaedorea elegans) è una tra le più note palme utilizzate come piante da appartamento. Anche nota come palma della fortuna, appartiene alla famiglia delle Palmaceae ed è originaria delle zone tropicali.

La sua area di provenienza è quella compresa tra il Messico meridionale e il Guatemala. Nel suo habitat naturale, cresce come pianta da sottobosco nelle dense foreste pluviali, fino ad un’altitudine di 1500 metri.

Questa specie è particolarmente diffusa in Italia, dove è molto apprezzata come pianta ornamentale da interni. Caratterizzata da un portamento elegante, è facile da coltivare anche per chi non ha grande esperienza e pollice verde ed è adatta alla vita in appartamento.

Il nome comune della pianta, camadorea, deriva dal greco chamai (nano) e dory (albero o fusto d’albero). Descrive, quindi, il gruppo di esemplari accomunati dalla bassa taglia. Può rappresentare una buona idea regalo da inserire all’interno di una casa o negli studi professionali.

Palma nana caratteristiche

Conosciuta anche come Neanthe bella, in natura questa palma cresce molto rapidamente fino ad un’altezza di circa 3 metri. In appartamento, invece, di solito non supera il metro di altezza.

Presenta un tronco eretto, stretto, sottile e flessibile. Le infiorescenze sono di colore giallo ma poco appariscenti e solitamente si riuniscono a forma di pannocchie situate alla base della pianta. Le foglie, invece, sono composte da numerose foglioline e assumono col tempo la caratteristica forma a ventaglio.

Il tocco di classe della pianta è fornito proprio da queste eleganti foglie di colore verde intenso che contribuiscono a donare un aspetto tropicale.

Oltre alla finalità decorativa, come altre piante della stessa famiglia, contribuisce anche a depurare l’aria degli ambienti interni in cui si trova.

Particolarmente apprezzata è la varietà “Bella”, che si caratterizza per le ridotte dimensioni, per il portamento compatto e per il ritmo di crescita molto lento.

palma nana

Palma nana: originaria dell’America centrale, questa pianta tropicale è apprezzata come pianta da appartamento.

Palma nana cura

Le maggiori criticità per questa pianta possono essere dovute al gelo e all’abbassamento delle temperature. Data la sua origine, è abituata ad un clima caldo-umido e in Italia può essere coltivata preferibilmente nelle regioni meridionali, come Sicilia e Calabria, o in quelle più riparate, come la Liguria. In ogni caso, bisogna tener conto del fatto che rappresenta una pianta ideale per la vita in appartamento. Occorre garantirle un’esposizione ombreggiata.

La luce, infatti, è gradita ma è preferibile evitare questa pianta abbia contatto diretto con i raggi solari.

Meglio allora assicurare una luce diffusa per non rischiare di far bruciare la superficie delle foglie. La temperatura ottimale per la palma è compresa tra i 18°C e i 24°C.

Palma nana: le annaffiature

Per le annaffiature va assicurato un apporto idrico regolare ma senza eccessi. Prima di procedere con le annaffiature, è bene assicurarsi che il terreno sia asciutto. La pianta riesce, infatti, a resistere meglio alla siccità che all’eccessiva irrigazione.

Bisogna, inoltre, fare attenzione ai rischiosi ristagni idrici. Durante il periodo estivo si consiglia di vaporizzare il fogliame all’incirca ogni 2-3 giorni.

palma nana

La palma nana si adatta bene agli interni ed è adatta anche ai pollici meno verdi!

Palma nana in vaso

Pur richiedendo delle condizioni climatiche particolari, questa pianta si adatta bene alla vita in appartamento. Può essere coltivata facilmente in vaso anche se non troppo capiente. Riesce, quindi, a resistere anche se le condizioni sono lontane da quelle ideali. In alternativa, può essere piantata in giardino se il clima è abbastanza mite in inverno.

Ovviamente in natura questa pianta tropicale cresce all’interno della foresta per cui per quanto ci si sforzi non sarà mai possibile riprodurre perfettamente le condizioni naturali del suo habitat.

Grazie alla particolare forma di questa pianta, nello stesso vaso si possono coltivare anche altri esemplari vegetali. Ad esempio, può essere abbinata a piante più colorate e fiorite a cui possa fare da sfondo verde.

Palma nana: i problemi più comuni

Le camadoreee possono subire l’attacco di parassiti, come afidi e ragnetti rossi. Le patologie fungine, invece, possono colpire questo tipo di piante in caso di marciume radicale.

I maggiori problemi potrebbero, quindi, incorrere a causa di una cattiva manutenzione. Bisogna prestare attenzione soprattutto alle annaffiature, mai in eccesso, e alla giusto posizione della pianta in casa per assicurarle uno stato di salute ottimale.

Palma nana prezzo

L’acquisto di questi esemplari può presentare un costo molto contenuto. Si possono facilmente  reperire anche on-line su siti specializzati.

Il costo può variare in base alle dimensioni e alle diverse varietà i questo genere di piante.

Altre piante che ti potrebbero interessare:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment