Vino e bici lungo la Mosella per una vacanza eno-ciclica!

di Nadia Fusar Poli del 25 luglio 2011

E’ una delle piste ciclabili più frequentate della Germania, che dalla città romanica di Treviri e dalla sua antichissima Porta Nigra, dopo circa duecento chilometri, raggiunge Coblenza seguendo il corso della  Mosella che, sinuosa, si snoda  percorrendo la zona vinicola più famosa di tutta la Germania fino a confluire nel Reno.

Vino e bici lungo la Mosella per una vacanza eno-ciclica!

E’ la strada per eccellenza dedicata ai ciclisti, e per chi ama pedalare non esiste esperienza più entusiasmante. Un percorso tra borghi e vigneti, seguendo antiche ferrovie e sfiorando magnifici castelli, da attraversare lentamente per respirarne tutta la magia e l’atmosfera.

Treviri, città universitaria, svela le sue origini romane (16 secolo a.C) a cominciare dall’imponente porta Nigra, e si propone come punto di riferimento per il turismo vinicolo: la  Mosella è nota infatti per i suoi  vigneti, che si rincorrono lungo tutta la valle, e dalle cui uve si ottengono vini bianchi considerati tra i migliori della Germania.

Coblenza, la città tra il Reno e la Mosella è collocata nel punto in cui s’incontrano quattro massicci, ed è circondata per due terzi da acqua, vegetazione boschiva e campagne. Le sue origini risalgono all’impero romano: fu infatti fondata oltre 2.000 anni, con il nome di “apud Confluentes“, alla confluenza. Mosella, cicloturismo

Il ciclo-tour inizia seguendo il tracciato della vecchia ferrovia lungo le sponde della Mosella, giungendo dopo circa 40 chilometri a Trittenheim, situata su una delle sue anse più suggestive del fiume. Il bacino della Mosella rappresenta un anfiteatro naturale, abbracciato dai filari di vite e costellato di numerose fortezze e castelli.

I percorsi cicloturistici, ottimamente collegati e segnalati, conducono nel cuore dell’Hunsruck e dell’Eifel. Passando per Neumagen-Dhron, il paese vinicolo più antico della Germania e  Berkastel-Kues si giunge prima a Ekirch, famoso per le caratteristiche costruzioni a graticcio, tipiche del barocco, e poi a Zell, città romana situata nell’ansa “Zeller Hamm“.

La ciclabile diventa spettacolare quando da Bremm si apre la spettacolare vista sulla Valle della Mosella, che suggerisce ulteriori tappe e località per cui vale la pena fare una sosta. Tra queste il centro storico di Cochem, famosa per il suo castello “Reichsburg”, emblema della Germania. Quando il viaggio sta per volgere al termine, prima di approdare a Coblenza, la rotta naturale del fiume conduce a Moselkern, a pochi passi dal castello di Eltz. Ogni ora, tra le città Di Coblenza e Treviri, vengono effettuati servizi di collegamento mediante treno, che consentono di trasportare la propria bicicletta.

Gli amanti del vino e coloro che vogliono assaporarsi indimenticabili momenti in questo pittoresco palcoscenico, da maggio a novembre, la regione offre ai suoi ospiti festival, spettacoli teatrali e numerosi eventi culturali, soprattutto nella stagione estiva. Le Straußwirtschaft, le locande tipiche dei viticoltori della Mosella, servono oltre agli eccellenti vini, piatti gustosi e tradizionali come gli  Speckplätzchen, salatini allo speck, lo Schmalzbrot, pane nero e con strutto, e le squisite focacce di cipolle.

Articoli correlati:

 

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment