Fragoline di bosco: proprietà, utilizzi e ricette

di Erika Facciolla del 9 novembre 2016

Le fragoline sono tra i frutti di bosco più ricercati per il loro sapore e profumo intenso ma anche per le proprietà e i benefici che derivano dal loro consumo. Conosciamo meglio questa pianta così diffusa nei nostri boschi

Le fragoline di bosco non sono altro che i piccoli frutti dall’inconfondibile colore rosso vivo della fragaria, pianta erbacea appartenente alla famiglia delle rosaceae molto diffusa sia nell’emisfero asiatico che in quello occidentale.

Chiunque abbia avuto il piacere di andare per boschi alla ricerca di questi frutti prelibati, sa benissimo che le fragoline, rispetto alle comuni fragole, hanno un profumo e un gusto molto più intenso e inebriante che le rende davvero uniche e speciali.

Le fragoline di bosco rappresentano un frutto apprezzato e consumato dall’uomo sin da tempi antichissimi.

Pare, infatti, che ben 10.000 anni fa questa pianta cominciò a diffondersi nelle aree boschive americane, europee e asiatiche e già nel Neolitico gli uomini iniziarono a cibarsene per poi imparare a coltivarle.

Scopri anche altre bacche e frutti di bosco:

Secondo alcune fonti, il nome ‘fragaria‘ è di origine indeuropea ed è legato in qualche modo alla parola sanscrita ‘ghra’ che significa ‘fragranza‘.

Oggi le fragoline di bosco sono diffuse in tutte le aree boschive e sotto-boschive del Pianeta e sono facilmente coltivabili in quasi tutti i terreni e zone climatiche.

fragoline

Fragoline di bosco: la pianta

In Italia, la pianta delle fragoline di bosco cresce spontanea nei sottoboschi di tutto lo Stivale.

Si distingue bene dalla varietà coltivata per le dimensioni molto più contenute del frutto, per il profumo intenso e per il sapore molto persistente in bocca .

La pianta presenta piccoli ciuffi di foglioline dentellate e produce fiori bianchi che sbocciano da aprile a luglio, con fioriture anche in autunno specie nelle zone climatiche più temperate.

Scopri… Come coltivare le fragole in vaso

Le fragoline di bosco preferiscono i terreni freschi, asciutti, leggermente acidi e non disdegnano l’esposizione diretta al sole o la mezz’ombra.

Nelle varietà coltivate, le fragoline possono essere raccolte non prima di 8 mesi dalla messa a dimora delle piantine, piantine che si riproducono facilmente per moltiplicazione vegetativa atavica.

fragoline

Fragoline di bosco proprietà

Oltre a produrre frutti dolci e succulenti, la pianta delle fragoline di bosco è anche un’erba officinale molto apprezzata per le sue proprietà benefiche. In particolare:

  • zuccheri: presenti saccarosio, destrosio e soprattutto fruttosio, che ne fa un frutto adatto ai diabetici perché ben tollerato.
  • sali minerali: ricche di iodio, ferro, zinco, rame, calcio, potassio e fosforo, ma anche selenio, magnesio e manganese.
  • vitamine: presente elevata vitamina C, vitamina A, vitamine B1, B2, B3, B5, B6 e B9, vitamina E, K e J. Contengono inoltre folati, beta-carotene, luteina e zeaxantina.
  • aminoacidi: buon contenuto di acido salicilico, acido aspartico e acido glutammico, ma anche arginina, cistina, fenilalanina, lisina, prolina, triptofano, e anche acido ellagico che pare essere una delle sostanze con provate proprietà antitumorali.
  • acidi grassi: medie quantità di omega 3.
  • fibre: sono ricche di fibre che aiutano l’organismo nel processo digestivo.

Fragoline di bosco utilizzi terapeutici

Le fragoline di bosco e le altre parti della pianta (rizomi e foglie) sono considerate utili per favorire la diuresi, depurare l’organismo e sfiammare le alterazioni del cavo orale. 

Le foglie giovani e intatte sono perfette per preparare infusi rinfrescanti dallo spiccato effetto diuretico e depurativo.

I frutti, invece, sono consigliati nei nei regimi ipocalorici per l’ottima fonte di vitamine e sali minerali che assicurano e il modesto apporto calorico.

Inoltre, possono essere consumate anche dai diabetici come spuntino di metà mattina naturale e saporito.

fragoline

Tuttavia la loro proprietà più importante è quella di controllare gli sbalzi della pressione arteriosa, molto frequenti durante i cambi di stagione e nei periodi di forte stress.

Non a caso, le fragoline di bosco sono considerate un vero toccasana per chi soffre di ipertensione leggera e transitoria.

L’alto contenuto di magnesio garantisce una potente azione drenante utile sopratutto a chi soffre di ritenzione idrica o di ipertensione.

La vitamina C così massicciamente presente nelle fragoline è un valido antiossidante naturale che contrasta la degenerazione dei tessuti e l’invecchiamento cellulare provocato dall’azione dei radicali liberi.

La fragaria è utile in caso di disturbi intestinali di varia natura per via dei suoi principi attivi (oli essenziali, tannini e flavone).

fragoline di bosco

Fragoline di bosco ricette

Le fragoline di bosco sono un ingrediente davvero perfetto per preparare un’infinità di ricette dolci senza l’aggiunta di zucchero.

Con le fragoline si possono realizzare deliziose gelatine di frutta, dolci, marmellate e farciture decorative per i dessert.

Per sfruttare al meglio le proprietà benefiche delle fragoline di bosco si possono preparare anche frullati e frappè da bere al mattino, tre volte la settimana.

Ecco alcune ricette per gustare le fragoline di bosco:

Se invece volete realizzare la ricetta della gelatina di fragoline di bosco ecco gli ingredienti che vi occorrono e i passi da seguire per la perfetta riuscita del dolce.

Fragoline di bosco

Aspic alle fragoline di bosco

Ingredienti

  • 300 gr di fragoline fresche
  • 300 gr di zucchero
  • 20 gr di colla di pesce
  • 1 bicchierino di brandy
  • 1 stecca di cannella
  • 1 punta di vanillina

Preparazione. Fate bollire l’acqua con la cannella, la vanillina e lo zucchero. Unite le fragoline bene lavate e lasciate cuocere per qualche minuto.

Eliminate la cannella e frullate il tutto fino ad ottenere un puré. Lasciate raffreddare e aggiungete il brandy e la colla di pesce ben strizzata. Dividete il composto in coppette e riponetele in frigo per almeno 3 ore. Servite le vostre gelatine con una spruzzata di panna montata.

Potete anche trovare online dei prodotti a base di fragoline di bosco:

Fragoline di bosco velenose

Poche persone sanno che esiste una varietà di fragoline di bosco non commestibile che si chiama ‘fragola matta’ o ‘duchesnea indica‘.

Occorre fare attenzione perché le fragoline ‘matte’ non sono tossiche o velenose, ma se ingerite in grandi quantità possono provocare dissenterie anche serie.

All’aspetto non è facile distinguere le due varietà: la fragolina di bosco non commestibile è leggermente più grande e presenta un colore rosso molto acceso, non punteggiato da semini gialli ma da piccole protuberanze. Anche il fiore è differente: quello della fragolina ‘matta’ è di colore giallo, non bianco.

Questo frutto, inoltre, segue uno sviluppo molto più eretto, decisamente diverso da quello a ‘campanellino’ della fragolina di bosco.

Cosa ancora più importante è il sapore: la fragolina non commestibile è amara e acidula, decisamente sgradevole! Tuttavia il suo aspetto può trarre facilmente in inganno anche i ‘raccoglitori’ più esperti…

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment

Inserisci il numero esatto *