Arginina: che cos’è, a cosa serve e dove si trova

di Alessia del 20 dicembre 2017

Arginina: andiamo a conoscere effetti e benefici di questa sostanza fondamentale per il benessere di tutto il nostro organismo. Si tratta di un aminoacido considerato essenziale in particolare per la crescita dei bambini.

Arginina: che cos’è, a cosa serve e dove si trova

L’arginina rientra nella categoria degli aminoacidi condizionatamente essenziali, come la glicina, la glutamina, la prolina e la taurina.

Questo significa che viene assunto mediante l’alimentazione per tutta la fase di crescita di bambini e ragazzi.

Una volta raggiunta l’età adulta, il nostro corpo inizia invece a sintetizzarlo nelle giuste quantità. Il termine deriva da “argentum“, in quanto venne isolato per la prima volta mediante il sale d’argento, nel 1886.

Arginina: struttura e caratteristiche

L’arginina si presenta come un aminoacido polare basico, avente una catena laterale idrofilica composta dal gruppo guanidinico. Lo troviamo in tutte le proteine che hanno una struttura a L.

La sua conformazione è quella di un solido cristallino di colore biancastro.

Viene integrata attraverso la dieta, mediante il consumo di carne rossa e carne bianca, pesce, latticini, frutta secca come ad esempio arachidi, mandorle, noci e nocciole. La troviamo anche nel riso, nell’avena, nel mais e nel grano saraceno.

Una volta entrato nel nostro corpo, viene assorbito a livello intestinale. Le dosi giornaliere comunemente assunte mediante l’alimentazione oscillano in un range che va da 3,5 a 5 gr.

È un precursore di creatina e Lglutammato e viene trasformata in ossido nitrico per migliorare la circolazione sanguigna.

arginina dove si trova

L’arginina si trova in quasi tutta la frutta secca

Arginina proprietà

Molti studi hanno dimostrato come una carenza di arginina possa determinare numerose problematiche.

Si è visto difatti che questa sostanza assolve a diverse funzioni. Ecco alcuni dei principali effetti:

  • Rinforza il sistema immunitario: potenzia le difese immunitarie del nostro corpo in breve tempo, mettendoci al riparo da infezioni e malattie.
  • Arginina ed erezione: essendo in grado di aumentare il flusso sanguigno, viene spesso impiegata per il trattamento della disfunzione erettile. La sua funzione viene esercitata grazie all’aumento dell’ossido di azoto, il quale potenzia la sua efficacia sui muscoli che avvolgono i vasi sanguigni.
  • Disintossicante: elimina la concentrazione di ammoniaca dopo un’attività muscolare intensa, alleviando il senso di fatica. Gli sportivi difatti spesso ne fanno uso sotto forma di integratori.
  • Prevenzione da patologie cardiovascolari: grazie all’effetto vasodilatatorio, abbassa la pressione arteriosa. Questo potrebbe aiutare in caso di angina pectoris, aterosclerosi, ipercolesterolemia e così via.
  • Cicatrizzante ed anti-invecchiamento: stimolando la produzione dell’amminoacido L-prolina, viene agevolata anche la sintesi del collagene. Questo determina una buona cicatrizzazione delle ferite ed un effetto anti-età. Difatti è presente come ingrediente in numerose creme e prodotti anti-age.
  • Arginina e capelli: alcune ricerche ipotizzano che possa incentivare la ricrescita dei capelli.
  • Regola la funzione ormonale: un altro ruolo chiave è quello legato alla stimolazione dell’ormone della crescita, della prolattina, dell’insulina e del glucagone.
  • Ripara i tessuti: questa piccola molecola favorisce la sintesi della prolina, aminoacido costituente il collagene. Di conseguenza vengono incentivati i processi riparativi a carico della struttura dei tessuti, in seguito a lesioni e traumi.

Inoltre stimola la produzione di insulina e dell’ormone della crescita e, combinata con altri farmaci, viene impiegata nella cura del cancro al seno. Buoni risultati si sono avuti anche nel trattamento di cefalea e cistite.

arginina effetti

L’arginina viene utilizzata nel trattamento di numerose patologie

Arginina dosaggio

L’arginina viene usata sotto forma di compresse e, in alcuni casi, di pomate da utilizzare localmente. Il dosaggio viene stabilito dal medico, in base alle condizioni di salute del soggetto, la sua costituzione fisica e la problematica da trattare.

In condizioni normali, non è necessario ricorrere a questo integratore, dal momento che ne assumiamo in quantità sufficienti grazie alla dieta.

Arginina controindicazioni

Un dosaggio errato di arginina può comportare degli effetti collaterali, quali abbassamento della pressione sanguigna, nausea, mal di testa, acidità di stomaco, ulcere, cattiva digestione.

arginina controindicazioni

Il dosaggio va prescritto sempre dal medico

Potrebbe verificarsi un’alterazione dei livelli di alcune sostanze chimiche come potassio, fosfati, zucchero. Tutti coloro che hanno avuto un infarto, sono affetti da malattie renali o al fegato, devono evitare il consumo di arginina. Parimenti è bene prestare attenzione nel caso si soffra di diabete. Assumere questa sostanza senza il controllo medico potrebbe compromettere l’efficacia di alcuni farmaci, come anticoagulanti e antiaggreganti piastrinici. Per questo, per evitare problematiche molto più serie, è fondamentale consultare sempre il proprio medico di fiducia.

L’arginina non deve essere somministrata a chi è soggetto a ripetute infezioni legate al virus dell’herpes. Si è visto difatti che questo aminoacido potrebbe favorire le ricadute. Inoltre è sconsigliato in chi soffre di patologie renali.

Donne incinte e che allattano devono assolutamente evitare l’utilizzo dell’integratore.

Approfondimenti a tema

Ecco comunque dove trovare online capsule di arginina, qualora ve ne sia stata consigliata l’assunzione:

Per il tuo benessere, non perdere le nostre guide naturali:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment