Guida alle bici senza catena con modelli ed offerte sul mercato

di Chiara Greco del 20 Novembre 2019

Sul mercato sono arrivate le bici senza catena per adattarsi meccanicamente  alle dimensioni di chi la guida, Scopriamole insieme.

Guida alle bici senza catena con modelli ed offerte sul mercato

Cosa sono le bici senza catena

Le proposte e i progetti che promettono di realizzare biciclette sempre più performanti e studiate con dettagli che diano una mano anche all’ambiente sono in continua evoluzione.

Una bicicletta senza catena  trasmette la potenza alla ruota motrice attraverso un meccanismo diverso da quello della classica catena metallica.

Bici elettrica senza catena pieghevole

Ma vediamo subito anche qualche modello di bici elettrica senza catena.

Mando Footlose

Si chiama Footloose ed è la prima bici al mondo senza catena, elettrica e per di più pieghevole. E’ stata realizzata dai coreani Mando Corp e Meister Inc e potrebbe rivoluzionare il mondo delle bici elettriche.

Oramai sono sempre più i cittadini che scelgono di muoversi in modo eco-sostenibile, consapevoli dell’impatto che anche un piccolo spostamento può produrre sull’intero sistema ambientale. E’ per questo che i vari produttori stanno studiando come migliorare ogni singolo dettaglio, dalla potenza all’autonomia alle caratteristiche ergonomiche.

Bici senza catena pieghevole: il modello Footloose

Bici senza catena pieghevole: il modello Footloose

Footloose è una  bici diversa dalle altre: la potenza viene generata direttamente dall’utente pedalando ma mentre le comuni bici elettriche dirottano l’energia meccanica della pedalata sulla catena e quindi sulle ruote, in Footloose l’energia è accumulata in una batteria a litio che poi va ad azionare il motore.

E’ proprio l’assenza della catena che consente al ciclista di poter ripiegare la bici in dimensioni  molto piccole, facilitandone il trasporto.

SPECIALE: il nostro listino dellebici elettrichesul mercato

Guarda le foto

Grazie ad una centralina elettronica (ECU), Footloose funziona con dei sensori che monitorano il terreno e regolano l’uscita del motore mediante un cambio automatico, di modo da gestire la velocità in base alle caratteristiche della strada.

Si possono percorrere almeno 35 km con una  batteria completamente carica, ma se durante il tragitto si pedala si può estendere l’autonomia.

Ma per capire meglio il concept di Footlose, ecco anche un bel video di questa singolare bicicletta:

Sul manubrio è presente anche un piccolo display che riporta le informazioni sullo stato della bici, dalla velocità all’energia prodotta e la distanza percorsa.

Questa bici senza catena elettrica è anche disponibile su Amazon ma purtroppo non per il mercato italiano.

Suyanouz

Ed ora questa bici con ruote da 10 Pollici realizzata in Lega di Alluminio.
E’ una bicilcetta pieghevole Elettrica senza catena, leggera e veloce, dotata anche di seggiolino per bambini

Sono disponibili due modelli su Amazon


Cannondale Continously Ergonomic Race Bike

I progetti in circolazione sono tanti, ma una bici senza catena sportiva ancora non ve l’avevamo presentata.

Infatti, vi abbiamo parlato della bici realizzata in legno, che può essere montata dal guidatore direttamente prima dell’utilizzo, della bici senza raggi capace di aumentare la velocità, o una bici capace di ricaricarsi con il movimento delle ruote, per aiutarci nei momenti di maggiore necessità come in salita e su percorsi particolarmente impegnativi, e persino una bici multi-accessoriata, dotate di dispositivi hi-tech per vari compiti.

Insomma, ormai tagliate su esigenze e gusti più particolari di ciclisti amatori o dei professionisti , si aggiunge un nuovo progetto, una due ruote senza l’accessorio di trasmissione più importante: la catena.

E’ infatti da una partnership tra un’azienda produttrice di due ruote, Cannondale, e lo studio di design, Priority Design, nasce una nuova idea di bici. Si chiama Continously Ergonomic Race Bike, ed è la prima bici senza catena e in grado di adattarsi meccanicamente e in modo dinamico ai percorsi effettuati.

Dotata di un manubrio che sale o scende a seconda che si stia affrontando un percorso in discesa o in salita, la super-bici applica un sistema meccanico che regola la pedalata e la posizione del guidatore rendendola più confortevole e adatta alla strada che si sta affrontando.

Se per ora il prototipo è stato testato in occasione del salone Eurobike, il progetto fa sperare che nelle prossime competizioni di respiro internazionale, come il Tour de France, potrà essere fonte di ammirazione insieme all’atleta che la monta e, perchè no, diventare anche oggetto del desiderio che si realizza per i semplici appassionati di due ruote che vogliono affrontare al meglio trail in salita o percorsi mozzafiato di downhill.

Altri consigli per la bici

Se questo approfondimento sulla bici senza catena vi è piaciuto ed amate le biciclette e la mobilità sostenibile ecco altri articoli da leggere:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment