Come scegliere le migliori pompe per la bicicletta, tutte le tipologie per le vostre esigenze

di Rossella del 28 Maggio 2019

Ecco la nostra guida per aiutarvi a scegliere le migliori pompe per bicicletta in base alle vostre reali esigenze, sia che siate un ciclista occasionale che un amatore che vuole usare la bici tutti i giorni.

Come scegliere le migliori pompe per la bicicletta, tutte le tipologie per le vostre esigenze

A cosa servono

Una corretta pressione dei pneumatici è essenziale per una pedalata più fluida che vi permetta di ottimizzare le energie, ridurre gli urti e limitare anche il rischio di forature.

In caso vi accorgiate di una perdita di pressione dei pneumatici, avere una pompa per biciclette a portata di mano è fondamentale. Un rapido gonfiaggio e potrete usare la vostra bici con sicurezza.

Per un ciclista, un pneumatico mal gonfiato rende più difficile la pedalata.

La pompa è essenziale anche per la riparazione di una foratura. È anche uno strumento pratico per l’uso quotidiano.

Un modello dotato di manometro come vedremo in seguito è utile per poter controllare la pressione dei pneumatici. Infatti, una pressione eccessiva o insufficiente nei pneumatici è sempre un rischio. La lettura dei dati del manometro ci permette di leggere la pressione esatta dei nostri pneumatici.

migliori pompe per la bicicletta

migliori pompe per bicicletta: seguite i nostri consigli per scegliere il tipo più adatto alle vostre esigenze

Come funziona

La pompa della bicicletta è un utensile manuale (o elettrico o a gas) strutturato da un cilindro all’interno del quale ruota un pistone pneumatico dotato di una membrana (guarnizione) e di una valvola di non ritorno

È collegato direttamente all’arresto del pistone o è dotato di un giunto in gomma (tubo).

Spingendo il pistone fino all’arresto, l’aria all’interno del cilindro viene compressa e costretta a passare attraverso la valvola di non ritorno. Al contrario, tirandola verso l’alto, crea una depressione che aspira l’aria esterna da un’altra membrana, che viene invece sigillata al momento della spinta.

Collegando il terminale alla valvola della camera d’aria, la camera d’aria viene gonfiata.

Per evitare qualsiasi inconveniente ed aiutarvi a scegliere le migliori pompe per bicicletta per le vostre esigenze, vi guideremo a conoscere tutto su questo accessorio essenziale.

Diversi tipi di pompe per bicicletta

Proprio come un buon lucchetto, delle luci efficienti o un casco sicuro, la pompa per biciclette è un accessorio essenziale per i ciclisti.

Avere una pompa per biciclette sempre a portata di mano può aiutarci ad evitare molti inconvenienti.

Esistono diversi tipi di pompe per diversi usi, vediamole tutte rapidamente.

Pompe a mano

Come suggerisce il nome, le mini-pompe sono piccole pompe da bicicletta. Molto comode, si caratterizzano per il loro formato pratico. Infatti, grazie alle loro piccole dimensioni, queste mini-pompe hanno la particolarità e il vantaggio di essere facilmente trasportabili.

  • Salvaspazio, possono essere facilmente riposte in uno zaino, in una sacca sul manubrio o fissate direttamente al telaio della vostra bicicletta.
  • Possono seguire il ciclista ovunque.

Questi modelli sono indipensabili per riparazioni di emergenza. Io che vado spesso in bici da corsa la porto sempre con me.

Svantaggi: Sebbene siano stati apportati miglioramenti a questi modelli, è ancora difficile ottenere una pressione di gonfiaggio superiore a 7 bar, se necessario. Si può fare ma serve molto più tempo, per non parlare della fatica e dispendio di energia richiesto per raggiungere questa pressione.

Un modello molto performante ed in alluminio è questo della Michelin con manometro e supporto per valvole Presta & Schrader. Ha una capacità massima di 120 PSI / 8 Bar. Ideale per Ebike, Strada, Montagna, BMX, Cyclocross.

Pompa a pavimento

Per gonfiare facilmente i pneumatici per biciclette ad una pressione superiore a 7 bar, è quindi logico che si utilizzino pompe più performanti di una  a mano. Le pompe a pavimento sono state progettate proprio per questo e sono i modelli di pompe consigliati per un gonfiaggio accurato, più veloce e senza sforzo.

A differenza di una mini-pompa, la pompa a pedale per biciclette è in grado di erogare una pressione molto più elevata. Spesso è accoppiata ad un manometro ed offre quindi un’elevata precisione.

Svantaggio: quello principale di questo tipo  è la dimensione. Più grande, più pesante e quindi più difficile da trasportare.

È anche una pompa che viene utilizzata al meglio a casa od in garage per la manutenzione periodica dei vostri pneumatici.

Fra i modelli migliori ecco questa SKS della Aron, con compressore per Bici da Corsa.

Pompe a pedale

Sono ancora più performanti di quelle a pavimento ma a mio avviso leggermente più scomode quindi non ve le consiglierei.

Un ottimo modello è quello della Dunlop con manometro che trovate in vendita anche su Amazon.

Le cartucce  di C02

Gonfiare un pneumatico con una cartuccia di CO2 è un’alternativa molto pratica. Permettono di gonfiare un pneumatico abbastanza velocemente e senza dover fare troppa fatica.

Tutto quello di cui avete bisogno e’ un compressorino e delle ricariche. Sono venduti insieme in kit molto compatti e  leggeri, ancora più piccoli di una tradizionale pompa a mano.

Sono facili da trasportare in una sacca da fissare al manubrio.

Svantaggi; la cartuccia di CO2 deve essere utilizzata solo quando realmente necessario, ad esempio in caso di foratura.

A differenza della molecola di azoto che si trova nell’aria fornita da una normale pompa per biciclette, la molecola di C02 tende a filtrare attraverso il lattice o la gomma, fatto che porta ad una graduale perdita di pressione dei pneumatici.

Fra i modelli più venduti su Amazon vi segnalo questa: Pro Bike Tool, Compatibile con Valvole Presta e Schrader. Pompa per Gomme per Bici da Strada e Montagna (MTB) con Guaina Isolante.

Le Cartucce CO2 non sono incluse, le dovete acquistare separatamente.
Eccovi un kit da sei cartucce:

Come scegliere le migliori pompe per bicicletta?

Una volta capite le varie tipologie, è ora importante prendere in considerazione alcuni criteri per trovare il modello di pompa per biciclette adatto alle vostre esigenze.

Ad esempio la compatibilità con le valvole, la leggerezza o la precisione della pompa. Sarà inoltre necessario tener conto della situazione in cui la utilizzerete. Ecco alcuni suggerimenti per aiutarvi.

Compatibilità con le valvole

Prima di scegliere la vostra pompa per biciclette, è essenziale, come per ogni accessorio, verificare sempre la compatibilità con la vostra attrezzatura.

In questo caso, la questione principale è la compatibilità con la valvola del pneumatico.

Generalmente si utilizzano due tipi di valvole: la valvola Presta e la valvola Schrader.

  • La valvola Presta si trova principalmente sulle biciclette da strada. Può anche equipaggiare alcune mountain Bike con pneumatici tubeless.
  • La valvola Schrader si trova più in generale sugli sulle moiuntain bike. È simile alle valvole che equipaggiano i pneumatici delle auto.
migliori pompe per la bicicletta

migliori pompe per bicicletta: le valvole Presta

La principale differenza tra i due tipi è il loro diametro.

  • Le valvole Presta sono più piccole della Schrader.
  • La valvola Presta ha anche una forma più allungata rispetto alla Schrader.
  • Sono montate ad esempio sulle Brompton e su quasi tutte le bici vendute da Decathlon.
valvole schrader

migliori pompe per bicicletta: valvole Schrader

Prima di scegliere la pompa, non dimenticare di controllare questo primo fattore. Tuttavia, le migliori pompe per bicicletta dispongono di sono adattatori da fissare sulla valvola per consentire un facile gonfiaggio di entrambe le tipologie.

Capacità

Le pompe per biciclette offrono diverse capacità di pressione di gonfiaggio, quindi dovete assicurarvi di scegliere una pompa che vi dia una capacità superiore a quella necessaria per i vostri pneumatici. Questa capacità è molto più elevata con una pompa a pedale che è più conveniente in quanto vi permetterà di ottenere una pressione più elevata con il minimo sforzo.

Con una pompa a mano, questo richiederà più tempo ed energia. Scegliete  comunque il tipo di pompa che meglio si adatta alla vostra situazione.

Peso

La leggerezza è un altro criterio importante nella scelta di una pompa. Infatti, se avete intenzione di portarla con voi, soprattutto su lunghe pedalate in bicicletta, il peso può diventare rapidamente un vantaggio o uno svantaggio.

Le pompe a mano sono più leggere delle pompe a pedale e sono più comode da trasportare con possibilità di fissarle al telaio,

Tuttavia, tra due pompe dello stesso tipo, possono verificarsi differenze di peso a seconda della loro composizione e dei materiali di fabbricazione utilizzati.

Per una maggiore durata, è sempre meglio scegliere pompe realizzate con materiali più robusti. L’alluminio rimane un ottimo compromesso tra peso e resistenza.

Precisione

L’accuratezza delle misurazioni del manometro della pompa della bicicletta è uno dei fattori da non trascurare nella vostra scelta.

Infatti, avere la giusta pressione dei pneumatici è essenziale per la buona riuscita delle vostre gite.

Quando scegliete la vostra pompa, scegliete sempre un modello che vi dica l’esatta pressione che state dando al momento del gonfiaggio.

Alcune pompe a pedale hanno manometri ad ago che permettono di vedere la pressione degli pneumatici. Questi manometri sono disponibili anche sui modelli con pompa manuale.

È anche possibile dotarsi di manometri indipendenti. Per una lettura molto più accurata, si consiglia di utilizzare un manometro elettronico.

Compattezza

Per comodità, è anche importante scegliere la pompa in base alla sua compattezza. Una buona pompa per biciclette dovrebbe, per quanto possibile, essere una pompa facile da trasportare e quindi non ingombrante.

È ovvio che in questo caso le pompe a mano hanno la precedenza sulle pompe a pedale. Tuttavia, esistono anche pompe a pedale compatte. Alcuni modelli offrono, ad esempio, piedini pieghevoli e maniglia che facilitano notevolmente il loro trasporto e anche la conservazione.

Stabilità

Infine, va tenuto conto anche del criterio di stabilità. Per un gonfiaggio facile e veloce, è più facile fare affidamento su una pompa a pedale. Questo tipo di pompa di fatto sta su da sola e permette di concentrare meglio la propria energia facendo meno fatica.

Come gonfiare correttamente le gomme?

Ed ora ecco alcuni consigli pratici.

Se li seguirete sarete in grado di gonfiare correttamente i vostri pneumatici in base al tipo di pompa. In questo modo si eviterà di aumentare il rischio di forature o perdite di pressione durante le vostre uscite con maggiore priorità alla vostra sicurezza.

Con pompa a mano

Dovete svitare prima il tappo dalla valvola della camera d’aria ed inserire l’ugello della pompa.

Attenzione: in caso di valvole presta dovete anche svitare la “sicura” della valvola prima di inserire l’ugello della pompa altrimenti non solo non gonfierete nulla ma rischiate di danneggiare seriamente la valvola.

Cominciate quindi a gonfiare fino a quando la pompa inizia a fare una forte resistenza. Controllate bene che il pneumatico sia fermo, ad esempio premendo con le mani, se non lo fate rischiate di danneggiare la valvola.

Una volta che la pressione è stata giudicata corretta, togliete l’ugello, avvitate la sicura e rimettete il tappo della valvola e il gioco è fatto.

Questo tipo di gonfiaggio è consigliato solo in caso di problemi. Non appena possibile, dovete utilizzare una pompa a pedale dotata di manometro per ricontrollare la pressione e correggerla se necessario.

Con pompa a pedale

Come si è detto in precedenza, una pompa a pedale vi permetterà di gonfiare il pneumatico più velocemente e con maggiore precisione e ancora di più se è dotata di un manometro.

Valgono molte delle raccomandazioni dette per la pompa a mano.

Per gonfiare correttamente i pneumatici con la pompa a pedale iniziate svitando il tappo e la sicura  della valvola. Nel caso in cui siano disponibili diversi ugelli, selezionate quella corrispondente alla vostra valvola. Avvitate l’ugello alla valvola e poi iniziate a pompare dal basso verso l’alto.

Non dimenticate di consultare le istruzioni per l’uso del manometro. Continuate fino a quando il manometro indica che la pressione massima è stata raggiunta. Alla fine, svitate l’ugello e riavvitate la sicura e il tappo della valvola.

manometro - migliori pompe per bicicletta

migliori pompe per bicicletta: anche per le bici è importante l’utilizzo del manometro

Con cartucce di CO2

Dovete ovviamente rimuovere il tappo della valvola. Se si dispone di una valvola Presta, ricordatevi di rimuovere il blocco. Installate l’erogatore sulla valvola e collegatelo alla cartuccia di CO2. L’anello di protezione sulla ricarica deve prima essere rimosso.

Cominciate a gonfiare ora: è possibile controllare la portata inviata nella camera d’aria tramite un Manometro che può essere posizionato sull’erogatore.

Una volta raggiunta la pressione desiderata, è possibile allentare l’erogatore dalla valvola. Ricordatevi di rimettere il blocco e riavvitare bene il tappo della valvola.

Consigli finale

Se la vostra bicicletta è rimasta inutilizzata per un po di tempo, è consigliabile controllare sempre la pressione dei pneumatici prima di riutilizzarla.

Meglio spendere qualcosa in più ed ottenere un prodotto di qualità che duri più a lungo.

Ecco la tabella riepilogativa delle migliori pompe per bicicletta che abbiamo selezionato per voi.

Selezione delle migliori pompe per bicicletta:

ModelloTipoValveManometroCapacitàDimensioneMaterialePesoFornita con kit fissaggio al telaio
MichelinA manoPresta
Schrader
SI120 PSI
8 bar
34,2 x 10,8 x 4,8 cmAlluminio200 gSI
SksA PavimentoPresta
Schrader
SI230 PSI
16bar
Altezza 65 cmx300gNO
DunlopA PedalePresta
Schrader
SI7 bar27 x 12 x 10 cmX840 gNO
Pro BikeCO2Presta
Schrader
SI130 PSI
9 bar
5 x 2,3 x 2,5 cmX60 gNO

Domande e risposte

Ecco le risposte a molti interrogativi che ci avete mandato via mail.

Qual’è la pressione giusta per i pneumatici?

La risposta dipende dalla natura dei pneumatici e di conseguenza dalla dimensione delle camere d’aria associate. Le pressioni ideali sono indicate sulla camera d’aria stessa. C’è un valore minimo ed un massimo che non deve essere mai superato.

Consigliamo per un uso su strade sconnesse di tenere la pressione al livello leggermente superiore al minimo per avere un massimo confort di guida. Una pressione al livello massimo permesso renderebbe la conduzione della bici nervosa ed irregolare su piccoli ostacoli.

Una pressione troppo bassa invece rischia di far rilassare la camera d’aria e esporla a pizzicature con rischio di perdita di pressione e forature.

Altri consigli per la vostra bici

Se amate la bici ecco altri articoli da leggere:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment