Categories: Alimenti

La barbabietola, un alimento dalle grandi proprietà salutistiche e ancora sottovalutato

Tutto su questa radice che può essere utilizzata in tanti modi in cucina

Chi non conosce la barbabietola? Questa radice dal colore intenso e vivace è buona e salutare: in cucina può essere utilizzata per preparare una molteplicità di piatti. Scopriamone le proprietà e come usarla in cucina.

La barbabietola (Beta vulgaris), nota anche come rapa rossa, è un tubero ricco di proprietà benefiche. Questa è la varietà più comune, ma ne esistono anche altre come la barbabietola da zucchero.

Barbabietola proprietà

Composta prevalentemente da acqua, è anche ricca di zuccheri e sali minerali, tra cui ferro, magnesio, zinco, rame, fosforo e calcio. Tra le vitamine prevalgono la A, C e alcune del gruppo B. Importante è anche l’apporto proteico della rapa rossa, soprattutto per la presenza di alcuni importanti amminoacidi.

Questo tubero è rinomato per le sue notevoli proprietà depurative e dietetiche, poiché agevola la diuresi. Favorisce inoltre la digestione ed è in grado di alleviare le infiammazioni a carico dell’apparato digerente.

L’elevato contenuto di fibre permette anche di contrastare la stitichezza. Ricca di antiossidanti, ha un’efficacia ricostituente per cui è consigliata a bambini e persone che soffrono di anemia. È un ortaggio ipocalorico, che può essere facilmente inserito in una dieta dimagrante. Grazie alla presenza di nitrati inorganici, permette di ridurre la pressione e favorire la dilatazione dei vasi sanguigni.

Rappresenta quindi un alimento che riduce il rischio di patologie dell’apparato cardiocircolatorio. Occorre fare, tuttavia, attenzione agli ossalati in essa contenuti. Questi antinutrienti rischiano di ridurre l’assimilazione di minerali e vitamine e possono favorire la formazione dei calcoli renali.

SPECIALE: Rapa, come si cucina e alcune proprietà da conoscere

E il succo di barbabietola?

Il succo estratto dalla rapa è un concentrato di sostanze benefiche per il nostro organismo e dalla notevole efficacia depurativa. Può essere preparato in casa con l’impiego di un estrattore di succo, ma è preferibile aggiungere del succo di limone se è puro.

Barbabietola: si può gustare anche il suo succo dalla notevole azione depurativa.

In alternativa, si possono aggiungere fette di mela e di zenzero per stemperare il suo sapore intenso.

Barbabietola ricette

Foglie e radici sono le parti commestibili della pianta. Buona da consumare sia cruda che cotta, la radice della rapa ha un caratteristico sapore dolciastro, da abbinare ad altri ingredienti o condire a piacimento.

Può essere adoperata per la preparazione di originali e sfiziosi primi piatti, come risotto o pasta.

Barbabietola: è un ottimo ingrediente da usare nella preparazione di risotti o pasta.

Da cruda, può essere grattugiata o tagliata a fette sottili come ingrediente di una ricca insalata di stagione. In alternativa, può essere bollita e preparata in agrodolce come sfizioso contorno o antipasto.

Molto utilizzata nelle cucine di centro ed est Europa, la barbabietola a volte sveste i panni del contorno e diventa l’assoluta protagonista, come nel caso della shuba (letteralmente “pelliccia”) ossia l’insalata in pelliccia, piatto tipico russo. Vediamo la ricetta casalinga.

Insalata in pelliccia

Ecco gli ingredienti e le istruzioni per preparare questo piatto per 4 persone.

Ingredienti:

  • 300 gr di barbabietole lessate
  • 200 gr di carote
  • 250 gr di patate
  • 200 gr di filetti di aringa affumicata
  • 200 gr di maionese
  • 1 uovo
  • 1 cipolla bianca

Istruzioni:

  • Per prima cosa prepariamo le carote: una volta mondate e bollite, devono essere tagliate sottili, alla julienne.
  • A parte facciamo bollire le patate con buccia: appena diventano morbide, togliamo la buccia e le decomponiamo passandole allo schiacciapatate o lavorandole con una forchetta.
  • Grattugiamo le barbabietole, ma non troppo sottili: usiamo una grattugia a fori larghi.
  • Affettiamo sottile la cipolla, i filetti di aringa affumicata e tritiamo l’uovo bollito.
  • Ora si può cominciare a “costruire” la nostra shuba: prendiamo un contenitore della forma che più ci aggrada (tondo, ovale o quadrato non importa) e facciamo un primo strato inferiore con le patate. Aggiungiamo uno secondo strato di maionese, spalmandola con un coltello e un terzo strato di barbietola. Poi un quarto strato ancora di maionese, un quinto strato di aringhe, un sesto strato di carote e cipolla tritata e un settimo e ultimo strato di barbabietola.
  • Mettiamo il tutto in frigo per 3 ore e serviamo ben fredda l’insalata in pelliccia, magari impreziosendola un po’ con prezzemolo fresco.
Piatti con barbabietola: questa è l’insalata in pelliccia, piatto tipico russo

Approfondimenti consigliati

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Outbrain
Share
Published by
Elle

Utilizziamo i cookie insieme ai nostri partner per personalizzare i contenuti e gli annunci pubblicitari, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico.