Rimedi naturali

Ecklonia cava, un’alga bruna che fa tanto bene alla salute

Arriva dal Pacifico l’alga commestibile che si assume come integratore alimentare

Esistono alghe commestibili e altre dalle mille proprietà curative, tra queste l’Ecklonia Cava. La medicina popolare asiatica faceva già uso di alcune specie di alga bruna da secoli. Ma solo da poco in Occidente si è iniziato a studiarne gli effetti benefici e ad apprezzarne i risultati su varie patologie comuni che affliggono l’uomo.

Ecklonia cava, un’alga bruna che fa tanto bene alla salute

Quest’alga bruna dell’OceanoPacifico è anche una specie commestibile e si trova al largo delle coste di Giappone, Cina e Corea.

Raccolta e utilizzata come base per realizzare diversi integratori alimentari da impiegare nella medicina alternativa, ha ottimi risultati nella cura di patologie come diabete, colesterolo alto, pressione alta e problemi cardiaci, ed uno dei migliori antinfiammatori naturali.

Conosciamo meglio quest’alga e come assumerla, per ottenere il massimo dei suoi benefici.

Ecklonia Cava: l’alga

Si tratta di un’alga bruna perenne della stessa famiglia della Wakame, della Kombu e della Laminaria, ricca di caroteni e iodio.

Per fare chiarezza, ci sono tre famiglie di alghe: le alghe verdi e azzurre, quali la salicornia, la Klamath e l’alga fucus, che sono ricche di clorofilla, mentre le alghe rosse, come la Nori e l’Agar Agar, sono ricche di sali minerali e arginina.

L’Ecklonia prolifera al largo delle coste del Giappone, Cina e Corea in pieno Oceano Pacifico. Si trova nelle acque profonde tra 2 e 25 m.  Questo vegetale marino svolge un importante ruolo nel mantenimento dell’ecosistema oceanico, perché è fonte primaria di alimentazione per diverse specie che vivono in quell’habitat.

Ecklonia cava Si tratta inoltre di piante marine alte fino a 130 cm, e quindi costituiscono un rifugio sicuro per diversi pesci, che li vanno a deporre le uova.

Un’importante vegetale per mantenere inalterato l’ecosistema, che però negli ultimi anni sta diminuendo e le cause, come sempre, potrebbero trovarsi

  • nell’aumento della temperatura delle acque legata al surriscaldamento
  • nell’eccessivo pascolo di varie specie di pesci
  • nella bassa disponibilità di azoto nelle acque
  • nell’improvviso interesse dell’uomo verso la raccolta di quest’alga

Tutti questi fattori stanno causando una diminuzione della quantità disponibile. Ma perché l’uomo è tanto interessato a questa alga bruna commestibile?

Cosa contiene l’Eklonia cava

È ricca di componenti preziosi che hanno effetti antiossidanti e antibatterici, antinfiammatorie e antisettiche.

Contiene numerosi composti vegetali, come:

  • florotannini dalle proprietà antiossidanti, antitumorali, anti diabetiche, tra questi il dieckol
  • fucoidani, polisaccaridi particolarmente interessanti in caso di deficit immunitari
  • alti quantitativi di iodio

Alimento prezioso che apporta molti benefici, se assunto regolarmente, all’organismo umano.

Ecklonia cava

Ecklonia cava: tutti i benefici per la salute

Diversi studi scientifici hanno dimostrato che assumerne regolarmente porta a benefici per la salute, se si soffre di:

  • colesterolo alto
  • pressione alta
  • diabete grazie alla presenza del dieckol (un tipo di florotannina) che ha contribuito a ridurre i livelli di zucchero nel sangue riducendo anche lo stress ossidativo
  • osteo-artrosi gli estratti ricchi di clorotannino possono aiutare a combattere l’artrosi riducendo l’infiammazione
  • asma perchè riduce l’infiammazione delle vie aeree associata a reazioni asmatiche
  • rafforza il sistema immunitario grazie ai fucoidani in essa contenuti che sono molto più potenti della vitamina C
  • regola gli ormoni della tiroide, come tutte le alghe ricche di iodio

Inoltre, l’assunzione di integratori alimentari a base di questa alga bruna aiuterebbe a migliorare le prestazioni fisiche durante attività sportive, a perdere peso quando si segue un regime ipocalorico, e anche stimolare la crescita dei capelli, riducendo i livelli di stress, e svolgere un’azione battericida efficace su salmonelle e stafilococchi.

Quando assumere l’Ecklonia cava

In compresse o come estratto naturale è una delle cure utilizzate in medicina alternativa, ed è consigliata come coadiuvante alla medicina tradizionale se si soffre di

Si consiglia anche come rimedio naturale nei casi di:

  • stanchezza persistente
  • insonnia
  • prima delle prestazioni sportive può aiutare a rafforzare la resistenza durante le prestazioni atletiche
  • per aumentare la libido perché è un naturale vasodilatatore periferico
  • perdita di capelli perché sembrerebbe stimolare la crescita dei capelli umani
  • obesità in quanto aiuta a ridurre peso stimolando la lipolisi

Dove si compra l’Ecklonia cava

Compresse o estratto di questa alga bruna sono disponibili in diversi negozi specializzati in prodotti naturali, presso erboristerie oppure online.

Attenzione a verificare l’origine del prodotto e la sua componente in percentuale di alga del Pacifico.

Quanto costa e dosaggio dell’Ecklonia cava

Una confezione da 120 capsule costa da 20 euro a 50 euro in base alla quantità di estratto naturale di alga in esse contenuto.

Si consiglia di consumare fino a 2 capsule al giorno, circa 140 mg al giorno, ma è sempre meglio comunicarlo prima al proprio medico curante per evidenziare possibili controindicazioni e allergie.

Ecklonia cava: ha effetti antitumorali?

Ancora oggi sono diversi in tutto il mondo gli studi scientifici che puntano ad affermare la veridicità degli effetti antitumorali di quest’alga. Ecco ciò che si è scoperto durante gli studi su cavie sulla florotannina, conosciuta con il nome di dieckol:

  • sembrerebbe ridurre la diffusione delle cellule del cancro al seno e limitare la formazione di escrescenze tumorali secondarie.
  • sembra ridurre la crescita delle cellule tumorali ovariche normalizzando alcune delle vie proteiche coinvolte nella morte cellulare.
  • assieme ad alcune proteine vegetali può inibire la crescita delle cellule collegate al cancro del colon.

Si può dunque può sostenere che questa preziosa alga non possa ancora ad oggi ritenersi rimedio ma sicuramente è ottimale come prevenzione per alcune forme tumorali.

Ecklania cava: controindicazioni

L’alga non ha particolari controindicazioni e si può generalmente assumere in sicurezza. Ma bisogna fare attenzione alle possibili reazioni allergiche, soprattutto se si assume un integratore alimentare composto da più elementi e quindi contaminato da altre sostanze.

Non assumere queste alghe se

  • si verificano sintomi allergici come prurito o eruzione cutanea
  • si hanno patologie a carico della tiroide perché non vanno assunte grandi quantità di iodio
  • durante gravidanza e allattamento
  • da bambini

In ogni caso se si vuole ricorrere a questo integratore in presenza di patologie o durante una dieta ipocalorica è sempre meglio prima consultare il proprio medico.

ScriBio

Siciliana di nascita (1970) e milanese di adozione dal 1988. Ha svolto tanti lavori e per ognuno di essi ha dato il meglio con passione e voglia di imparare. Fino al 2011: licenziata, separata, due figli. Anno della svolta: seguire la sua attitudine, la scrittura. Inizia per caso a lavorare come free lance per una casa editrice milanese specializzata in riviste tecniche. Scrive di edilizia e architettura per Imprese Edili e viene attirata dal mondo della bioedilizia e dell’architettura sostenibile (collabora anche con architetturaecosostenibile.it). Arriva la digitalizzazione, le riviste sono quasi totalmente online: si specializza e anche oggi continua a tenersi aggiornata, non smettendo mai di ascoltare, guardare e imparare.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sullo stesso argomento
Close
Back to top button