Piante e fiori

Ecco la Perovskia dal profumo di salvia e simile alla lavanda, per decorare le aiuole

Detta salvia russa, è una pianta ornamentale con fiori blu estivi

La Perovskia è una pianta dal delicato profumo di salvia, ma originaria dei più freddi paesi dell’Asia. Riesce infatti a resistere a terreni aridi e poveri e alle temperature rigide. Diffusa anche in Europa, dove se ne fa uso all’interno di giardini urbani proprio per le sue caratteristiche di resistenza e facilità di coltivazione, cresce a cespuglio, e in estate esplode in fiori simili alla lavanda.

Ecco la Perovskia dal profumo di salvia e simile alla lavanda, per decorare le aiuole

Coltivarla è semplice, basta avere qualche piccolo accorgimento, per esempio posizionarla in posizione soleggiata. Si adatta perfettamente ad ogni tipo di terreno, anche a bordo delle strade urbane, e può crescere anche in grandi vasi in balcone. Spesso viene confusa con la lavanda per la fioritura, ma il suo profumo è più simile alla salvia. Conosciamola meglio!

Com’è la Perovskia?

Anche detta ‘salvia russa’ o ‘salvia siberiana’ perché proviene da questa terra lontana, è una pianta erbacea perenne che cresce fino a sembrare un piccolo arbusto o un cespuglio.

Confusa spesso con la lavanda, per la sua fioritura molto simile, in realtà appartiene alla famiglia della salvia e di questa specie ne porta il profumo.

Il suo nome deriva dal generale russo V. A. Perovski, le sue origini sono in Asia e in particolare nel territorio tra Russia e Siberia, dove si può trovare fino ai 3000 m di altezza.

La pianta, nome botanico Perovskia atriplicifolia, si presenta con portamento eretto e può raggiungere il metro di altezza.

Le sue foglie hanno un colore tendente al grigio proprio come la salvia e strofinandole emanano un buon profumo simile a un mix di salvia e lavanda.

La sua lunga fioritura estiva è il tratto distintivo della pianta, da luglio a settembre, che per questo viene scelta per ornare i giardini e le aiuole urbane. La fioritura è estiva e il fiore a pannocchie blu è davvero molto simile al fiore di lavanda.

Come coltivare la Perovskia

La salvia russa è facile da coltivare, basta avere alcune piccole accortezze, come ad esempio posizionarla al sole per favorire una bella fioritura, metterla in vasi molto grandi perché tende a espandersi come cespuglio fino a circa 1 m di diametro. Si tratta di una tra le piante per esterno più resistenti che ci siano.

Ecco alcuni semplici consigli per la sua cura.

  • Habitat e clima. Si adatta facilmente a qualsiasi situazione climatica, tollera sia il caldo sia il freddo, la siccità non le fa paura. Ideale nei giardini decorativi delle aree urbane, nei giardini pubblici e negli spazi verdi cittadini, ma anche nei giardini privati, perché la resa è di molto superiore all’impegno necessario per farla crescere.
  • Terreno. Può crescere anche in un suolo arido di elementi nutritivi, ma per una fioritura rigogliosa si consiglia di usare un terriccio sabbioso, gessoso o argilloso, o addirittura terreno argilloso pesante con drenaggio sufficiente. Le radici si sviluppano in profondità recuperando così umidità dal terreno, non teme né la siccità né la salinità.
  • Potatura. La potatura regolare della perovskia non è necessaria, ma è meglio tagliare i rami secchi di tanto in tanto. Prima del risveglio della primavera si suggerisce di tagliare gli steli sfioriti a 20-30 cm dal terreno per favorirne la crescita e la fioritura.
  • Moltiplicazione. Avviene per semina in primavera con le nuove piantine tenute in vaso al riparo per poi essere messe a dimora in autunno. Si può fare per talea in estate, prelevando delle porzioni di ramo semilegnoso e senza fiori.

Dove posizionare la salvia russa

Sarebbe ideale un luogo soleggiato, o che goda di almeno 4-6 ore di sole diretto al giorno.

La pianta, infatti, non teme il freddo, ma per una fioritura eccellente predilige il sole e il caldo. Se è giovane, meglio proteggerla durante l’inverno con una pacciamatura di paglia e foglie secche.

Si pianta in primavera (marzo e aprile) o in autunno (ottobre e novembre).

Quando annaffiare la Perovskia

Essendo una pianta rustica ha bisogno di poca acqua e resiste anche in caso di siccità prolungata.

Nel caso di coltivazione a terra ricordatevi che non è necessario annaffiare in inverno, mentre in primavera può essere sufficiente l’apporto di acqua piovana, che in estate invece ha bisogno di acqua ogni volta che il terreno è secco.

Nel caso di piante in vaso dovreste prestare più attenzione al terreno e bagnare quando è molto secco. L’importante è che la terra sia drenata e non trattenga troppo l’acqua perché le radici della salvia russa temono il ristagno idrico.

Quando fiorisce la Perovskia

La salvia siberiana fiorisce in abbondanza da luglio fino a fine settembre, soprattutto se in posizione soleggiata.

Cosa teme la Perovskia

Essendo una pianta piuttosto rustica e resistente, è capace di sopravvivere ad ogni situazione climatica e all’incuria.

Può però subire gli attacchi delle afidi. In questo caso è possibile utilizzare prodotti specifici anche 100% naturali come il preparato a base di aglio da spruzzare sulle foglie. Teme anche il marciume radicale.

Utilizzi della Perowskia

Una bella pianta da fiori, un cespuglio rigoglioso ma anche una pianta officinale. Oggi è utilizzata principalmente come cespuglio decorativo grazie alla sua bella fioritura, alla sua somiglianza con la lavanda, al fatto che sia così resistente alle avversità tipiche di una città.

Si adatta benissimo in combinazione con rose, graminacee, piante perenni per ottenere un’aiuola sempreverde e profumata.

  • I Tibetani la utilizzano come antipiretico, antiparassitario e analgesico
  • In Pakistan il decotto di foglie e fiori è stato considerato un farmaco antidiabetico e per il trattamento della dissenteria
  • In Russia le sue foglie vengono utilizzate come aroma da usare in cucina.
  • I fiori sono utilizzati per fare un colorante naturale blu, usato nelle zone del Kasmir come tinta tessile

Altri fiori resistenti per il vostro spazio verde

Se avete un terrazzo, un giardino o anche un piccolo balconcino, potrebbero interessarvi queste piante molto resistenti e facili da coltivare, che si adattano a tutte le situazioni, all’ombra e al sole:

Published by
Giovanna Ferraresi