Ricetta delle scorzette di arancia candita

di Eryeffe del 11 novembre 2015

Scoprite la ricetta delle scorzette di arancia candita, un modo insolito e goloso di cucinare gli avanzi di un agrume invernale. Si possono fare anche le scorze di limone e di cedro.

Così profumata e aromatica, dolce e amara al tempo stesso, la scorza degli agrumi si presta a svariate ricette e preparazioni che, soprattutto nel periodo natalizio, possono tornarci utili per imbandire la nostra tavola quasi a costo zero.

In inverno il consumo di agrumi tende ad aumentare, sia per la stagionalità del prodotto che per i benefici da esso derivanti, eppure nella maggior parte dei casi dopo una buona spremuta o una sana merenda a base di frutta, la buccia di arance, di mandarini, cedri e limoni finisce inesorabilmente nel pattume, diventando ingiustamente uno scarto (e spreco) alimentare.

Ottime per guarnire e decorare dolci natalizi, arricchire creme o da sole, magari ricoperte di zucchero o cioccolato fondente, le scorzette di arancia candita, di cedro o di limone sono una ghiottoneria apprezzata sia dai grandi che dai più piccoli. Dunque, perché acquistarle quando possiamo prepararle direttamente in casa nostra utilizzando ciò che già abbiamo in dispensa? Scopriamo insieme la ricetta più semplice per realizzarle.

Ingredienti

  • la scorza di 10 arance (ma anche cedri, limoni) non trattate preferibilmente a buccia spessa
  • 400 gr di zucchero (in base al peso delle scorse bollite, 150 gr di zucchero per 150 gr di scorze)
  • 400 gr di acqua (in base al peso delle scorse bollite, 150 gr di acqua per 150 gr di scorze)

Preparazione. Dopo aver tagliato a strisce le scorse dei vostri agrumi, avendo cura di arrivare più vicino possibile alla polpa, per utilizzare anche la parte bianca del frutto, disponetele in un tegame o in una pentola, ricopritele con l’acqua e portate ad ebollizione. Dopo 2 minuti spegnete il fuoco e lasciate raffreddare a temperatura ambiente. A questo punto scolate e ripetete la bollitura per 2 volte o anche soltanto 1 volta se gradite il gusto un po’ amarognolo dell’agrume (oltre che dal gusto personale, la ripetizione della bollitura può dipendere anche dal tipo di agrume che utilizzate).

Potrebbero interessarti anche queste dolci delizie:

Terminata questa operazione, lasciate raffreddare, scolate e pesate le vostre bucce per preparare l’emulsione che utilizzerete per candirle.

Ricetta delle scorzette di arancia candita

Ricetta delle scorzette di arancia candita

Per 150 gr di scorze dovrete preparare in un tegame uno sciroppo fatto con 150 gr di acqua e 150 gr di zucchero. Attenzione però: le bucce non devono caramellare nello zucchero, ma cuocere, quindi durante la cottura dovete fare attenzione che l’emulsione si addensi gradualmente senza scurirsi.

SCOPRI ANCHE: Insalata di arance: 3 ricette

All’occorrenza, dunque, aggiungete pure un po’ di acqua e zucchero rispettando sempre le medesime proporzioni. Dopo circa un’ora lo sciroppo dovrebbe essere completamente assorbito.

orange

Non sprecahiamo le scorze di arancia o mandarino ma riutilizziamo per farne caramelle e canditi

Disponete quindi le vostre scorzette candite su un ripiano oleato o carta da forno in modo che asciughino a temperatura ambiente. Per renderle ancora più golose potreste guarnirle ripassandole nello zucchero semolato, cospargendole di altra scorzetta di agrumi grattugiata, o immergendole in un po’ di cioccolato fondente sciolto a bagnomaria.

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment