Alimenti

Scorzobianca: tutti i segreti di questa radice commestibile

Un alimento ipocalorico con un elevato contenuto di fibre adatto a tutti

La scorzobianca, come la scorzonera, è un ortaggio da radice caratterizzato dal tipico sapore dolciastro. Rinomata soprattutto per il suo elevato contenuto di fibre, è un alimento ipocalorico adatto a grandi e piccoli. Questa radice commestibile riserva interessanti proprietà nutrizionali e salutarli nonostante sia poco conosciuta e diffuse nelle nostre cucine.

Scorzobianca: tutti i segreti di questa radice commestibile

Scorzobianca cos’è

Quest’ortaggio invernale (nome scientificoTragopogon porrifolius) è un alimento consigliato soprattutto in caso di costipazione e adatto ad essere consumato anche dai bambini, a partire dai 15 mesi di età.

Questa pianta erbacea appartiene alla famiglia delle Asteraceae, la stessa di cui fanno parte anche indivia, lattuga e topinambur. Nonostante sia molto salutare, questo ortaggio non è facile da reperire presso i nostri mercati ortofrutticoli. Rappresenta, quindi, un ingrediente ideale da riscoprire soprattutto per chi segue uno sitle dietetico a base vegetale ma non solo.

La pianta, infatti, produce una lunga radice di colore bianco-giallastro dalla consistenza carnosa.

Scorzobianca fiore

Questa pianta può essente distinta facilmente dalla scorzonera grazie ai colori delle sue infiorescenze. Mentre la scorzobianca è gialla con fiori di colori violetto, la scorzonera presenta un colore esterno nero e fiori gialli.

La pianta in questione è non a caso conosciuta anche come barba di becco viola, per via dei suoi fiori, o anche sassefrica.

scorzobianca
La scorzobianca si distingue da un’altra radice commestibile come la scorzonera per il tipico colore violetto dei suoi fiori.

Scorzobianca e scorzonera

Queste antiche radici, un po’ dimenticate ma oggetto di recente riscoperta, rappresentano degli alimenti commestibili a basso contenuto calorico ed in grado di favorire un ottimo effetto depurativo.

Si distinguono sia per le caratteristiche esteriori sia per le differenze nel gusto. La scorzonera, infatti, si rivela tra le due quella con gusto più amarognolo, mentre la scorzobianca risulta più dolce.

scorzobianca radici

Scorzobianca calorie

Si tratta di un alimento decisamente ipocalorico e facile da inserire all’interno delle ricette. Può, inoltre, essere considerato un ingrediente a basso indice glicemico.

Pertanto, con le dovute accortezze può essere consigliato anche per chi soffre di diabete come alimento a ridotto indice glicemico.

Scorzobianca cottura

Per utilizzare quest’ortaggio come ingrediente all’interno delle pietanze, si consiglia di cucinarla prima di pulirla della sua buccia esterna, coriacea soprattutto nella variante scorzonera.

Occorre, infatti, pelarla e poi versare del succo di limone. In alternativa, la si può raschiare in acqua fredda oppure pelarla con l’aiuto dei guanti. Questo ingrediente naturale preserva un gusto delicato e dolciastro, dovuto alla presenza di una sostanza chiamata inulina.

Scorzobianca ricette

Si può assaporare cruda, grattugiata in insalata ed insaporita con l’aggiunta di una vinaigrette. Questo però è possibile soltanto per i germogli più giovani e teneri. Nella maggior parte dei casi, invece, è preferibile la cottura dell’ortaggio.

In tal caso lo si può abbinare ad esempio con del formaggio fuso. Inoltre, questa particolare radice dolciastra può essere bollita, fritta e fatta saltare in padella.

La parte commestibile della radice, che sembra come una carota lunga, è un ingrediente della cucina tradizionale di alcune zone d’Italia, in particolare una città come Zagarolo, località in provincia di Roma.

Scorzobianca conservazione

Trattandosi di una radice delicata, è opportuno prestare particolare attenzione alla sua conservazione. Meglio quindi conservarla in frigorifero e per breve tempo dopo averla pulita e sottoposta a cottura.

Scorzobianca proprietà

Ideale per favorire la motilità intestinale, questo ingrediente ha un buon contenuto di fibre. Alimento ipocalorico, è conosciuto anche come “scopa dell’intestino” proprio per la sua capacità stimolante e depurativa senza tuttavia provocare particolari fastidi o disturbi.

Quest’ortaggio presenta anche un’interessante concentrazione di vitamine, soprattutto B9 ed E, e sali minerali, tra cui in particolare il potassio.

Meglio, tuttavia, consumarlo con cautela se si soffre di particolari disturbi gastrici o intestinali. Questa radice commestibile possiede anche delle interessanti proprietà diuretiche.

scorzobianca
La scorzobianca è una pianta erbacea conosciuta anche con il nome di sassefrica o barba di becco.

Scorzobianca coltivazione

Facile da inserire nell’orto, quest’ortaggio antico può essere coltivato per avere facilmente a disposizione il suo gusto e le sue proprietà salutari.

Quest’ortaggio tipico del periodo invernale, si raccoglie da ottobre a marzo. Presenta una buona tolleranza alle basse temperature ma non tollera le gelate. Anche le temperature troppo sono temute da questa pianta, che predilige una temperatura intorno ai 20 gradi in condizioni ideali. Il terreno adatto per la sua coltivazione è di tipo sabbioso, morbido, drenante e arieggiato.

Come la scorzonera, non presenta particolari esigenze in termini di irrigazione. Occorre fare tuttavia attenzione al rischio di un eccesso apporto di acqua ed al conseguente ristagno idrico che potrebbe provocare il problema del marciume delle radici.

La scorzobianca, come la scorzonera, può infine subire l’attacco di lumache, afidi e larve.

Approfondimenti consigliati

Ecco anche altri articoli che ti potrebbero interessare:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close