Bevande

Latte di farro: proprietà, utilizzi e la ricetta per farlo in casa

Ottima fonte di calcio e ricco di proteine, è perfetto da bere ma anche per realizzare ricette dolci e salate

Alternativa vegetale a quello di origine animale, il latte di farro è un alimento adatto sia ai vegetariani e vegani, sia a chi soffre di intolleranza al lattosio. Più dolce e gradevole rispetto al latte di soia, viene consumato regolarmente dagli sportivi e da chi preferisce un’alimentazione sana e bilanciata.

Latte di farro: proprietà, utilizzi e la ricetta per farlo in casa

Cremoso e delicato, è un’ottima bevanda da bere al naturale e da utilizzare per preparazioni sia dolci che salate. Molto apprezzato dai bambini, dal sapore dolce, è molto nutriente.

Si tratta di un’ottima alternativa naturale al latte vaccino per chi, per scelte etiche o motivi di salute vuole – o deve – evitare il latte di origine animale. Scopriamone i vantaggi, gli utilizzi e le controindicazioni.

Latte di farro: proprietà e valori nutrizionali

Il latte di farro è una bevanda poco calorica e altamente digeribile. Tra tutti i tipi di latte vegetale è il più ricco di calcio ed è naturalmente privo di lattosio e di colesterolo.

Analogamente ad altre bevande vegetali che arrivano dai cereali o dai pseudo-cereali, come il latte di riso, il latte di avena, il latte di miglio, il latte di amaranto, viene ricavato dai chicchi del farro decorticato o perlato, e ne mantiene molti valori nutritivi e proprietà.

Andiamo a scoprire le sue proprietà e le caratteristiche nutrizionali:

Ecco la tabella nutrizionale dettagliata per 100 gr di latte:

  • Calorie: 33 Kcal
  • Carboidrati: 6.90 gr
  • Proteine: 1.20 g
  • Grassi: 0.20 gr
  • Colesterolo: 0.00 mg
  • Fibre: 0.90 gr

Latte di farro: i suoi benefici

Grazie a tutte le proprietà sopra indicate, ecco quali sono i benefici concreti:

  • adatto a chi soffre di intolleranza al lattosio, essendo un latte vegetale.
  • adatto agli sportivi, grazie a proteine e sali minerali.
  • ha un basso indice glicemico, cosa che lo rende ideale per coloro che devono tenere sotto controllo il livello degli zuccheri nel sangue.
  • adatto a chi soffre di osteoporosi perchè favorisce la salute di ossa e denti, essendo ricco di calcio
  • adatto all’alimentazione dei bambini essendo un’ottima fonte di calcio
  • favorisce la regolarità intestinale perchè ricco di fibre.
  • l’assenza di colesterolo lo rende una bevanda fondamentale nella dieta di chi soffre di problemi cardiovascolari, è in sovrappeso o è affetto da malattie metaboliche.
  • si può consumare in alternativa al latte di mandorle o al latte di soia in caso di allergie alla frutta secca o alla soia

Latte di farro

Non da ultimo, ricordiamo che consumare questo latte, come qualsiasi altro di origine vegetale, è molto più rispettoso nei confronti di ambiente ed animali, rispetto al classico latte vaccino.

Latte di farro: controindicazioni

Dovrebbero evitarlo i celiaci e gli intolleranti, perchè nel farro è presente il glutine.

Anche chi soffre di problemi intestinali o digestivi dovrebbe starne alla larga, per via dell’alto contenuto di fibre che può aggravare patologie come il colon irritabile.

Latte di farro: i suoi utilizzi

Dalla consistenza densa e cremosa, questo latte ha un gusto delicato ed è un’ottima bevanda da sorseggiare, sia calda che fredda, a colazione o per uno spuntino, in particolare sostituisce in modo sano le merendine per bambini.

Come qualsiasi altro latte, anche questo può essere bevuto insieme al caffè, con il cacao o accompagnato dai cereali.

latte di farro
In cucina può essere usato nelle ricette sia dolci che salate. Può essere aggiunto all’impasto di focacce o muffin salati, così come all’impasto di torte, plumcake e biscotti. Ottimo come base per creme dolci e besciamella.

Dove si compra il latte di farro

Seppur poco diffuso, è utilizzato, in Italia, più che in altri Paesi, ed anche le aziende che lo producono sono prevalentemente italiane.

Per questo lo si trova abbastanza facilmente nella grande distribuzione, di sicuro nei negozi specializzati in prodotti biologici ed ovviamente online. Venduto in brick da mezzo litro o da un litro, una volta aperto può essere conservato in frigorifero per 4/5 giorni.

Latte di farro fatto in casa: la ricetta passo per passo

Come tante altre bevande vegetali, anche questo latte vegetale può essere preparato facilmente in casa con pochi e semplici passaggi. Si conserva in frigorifero per massimo di 2 giorni. A seconda se usate il farro decorticato o perlato la cottura varia. Il decorticato ha bisogno di 1 ora, per quello perlato basta mezz’oretta.

Vi occorrono 1 colino, 1 mixer a immersione, 1 pentolino ed eventualmente 1 telo di cotone. Ingredienti:

  • 100 gr di farro biologico decorticato (da lasciare in ammollo una notte)
  • 700-800 ml di acqua
  • 2 cucchiai di dolcificante vegetale (stevia, sciroppo di acero, di riso, di malto) opzionale

Preparazione. Lavate bene il farro sotto l’acqua corrente e ammollatelo in acqua fredda per 6-12 ore. Poi scolatelo e fatelo cuocere per circa 30 o 60 minuti in 800 ml di acqua a cui potete aggiungere un pizzico di sale se volete. Scolate e frullatelo fino a ridurlo in poltiglia. Lasciate intiepidire e passate con un colino a maglia fine, eventualmente coperto da un telo. Versate in una bottiglia di vetro con tappo ermetico. Se volete, aggiungete il dolcificante.

Approfondimenti sui vari latti vegetali

Ecco tanti altri articoli interessanti su vari tipi di latte vegetale:

  • Quello che c’è da sapere sul latte di mandorla, un latte vegetale dalle interessanti proprietà

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close