Cacao: storia, valori nutrizionali e proprietà

di Elle del 29 novembre 2017

Già noto in epoca precolombiana, il cacao è un prodotto ricco di antiossidanti da cui derivano le sue notevoli proprietà salutari.

Cacao: storia, valori nutrizionali e proprietà

La pianta del cacao

Il cacao (nome scientifico Theobroma cacao) è una pianta originaria dell’America del Sud, ormai nota in tutto in mondo. Letteralmente il nome scientifico significa ‘cibo degli dei’ e ricorda l’importanza attribuita a questo prodotto fin dall’antichità.

La pianta è un albero sempreverde che può raggiungere fino ai 10 metri di altezza. I semi, o fave, da cui si ricava la polvere sono contenuti nei frutti e vengono sottoposti a vari processi di lavorazione. In particolare, possono essere sottoposti a torrefazione, triturazione e fermentazione.

Il grasso ottenuto dal processo di raffinazione permette di ricavare il burro, utilizzato come ingrediente per il cioccolato. Amato da grandi e piccoli, può esser gustato con la cioccolata, soprattutto fondente, o spolverato su dessert.

Ricco di proprietà nutrizionali e salutari, è un cibo dall’elevato potere calorico ed energetico. Meglio quindi consumarlo in modo moderato per beneficiare pienamente delle sue proprietà.

La storia

Nella storia di questo prezioso alimento figura l’antica popolazione dei Maya. Sembra che siano stati i primi scopritori e coltivatori del cacao.

Considerato alimento divino, era riservato a persone appartenenti alle più alte classi sociali. Grazie a Cristoforo Colombo, che li ricevette in dono, gli europei scoprirono i semi di questa pianta.

Solo con Hernan Cortes, tuttavia, giunsero in Europa e furono utilizzati per produrre la cioccolata, con l’aggiunta di altri aromi. Sembra che alla civiltà azteca sia stato dato il testimone per la coltivazione di questa pianta e la produzione della cioccolata. Anticamente la bevanda veniva consumata da pochi eletti nel corso di importanti cerimonie religiose e offerta come sacrificio alle divinità.

Nelle Americhe era chiamata xocoatl e aromatizzata con vaniglia, peperoncino e pepe. Grazie alla teobromina in essa contenuta era utile per riuscire ad alleviare la sensazione di fatica e stanchezza.

Cacao: la polvere si ottiene dalla lavorazione dei semi.

I valori nutrizionali

Presenta una notevole concentrazione di sali minerali, tra cui potassio, fosforo, zinco, rame, ferro e soprattutto magnesio. Quest’ultimo è utile per assicurare la salute dell’apparato cardiovascolare e monitorare la pressione sanguigna.

Buono è l’apporto vitaminico, nello specifico sono presenti alcune vitamine del gruppo B e le vitamina K e J. Sono ben rappresentati gli aminoacidi. Tra questi, in particolare, vi sono l’acido aspartico e l’acido glutammico.

Ricco di carboidrati, ha un buona quota di fibre. Pertanto questo prodotto alimentare è indicato anche per contrastare le condizioni di stitichezza.

Le proprietà

Grazie ai composti polifenolici, in particolare flavonoidi, in esso contenuti, è rinomato per il suo potere antiossidante. Questa sostanze, presenti in maggiori quantità nel cioccolato fondente, sono in grado di rallentare i processi di invecchiamento contrastando l’azione dei radicali liberi.

Le sostanze antiossidanti naturali in esso contenute sono inoltre responsabili della riduzione dei livelli di colesterolo ‘cattivo’ (LDL) nel sangue e dell’aumento della percentuale di quello ‘buono’ (HDL).

Anche il sistema immunitario beneficia dell’azione rinforzante prodotta dall’assunzione moderata di questo prezioso alimento. Grazie ai flavonoidi, è utile per garantire il benessere della pelle migliorandone elasticità e idratazione.

È indicato, inoltre, per contrastare la sensazione di stanchezza fisica o mentale. Bastano circa 40 grammi di cioccolato, preferibilmente fondente, per beneficiare delle proprietà attribuite al cacao.

Può altresì facilitare il buon funzionamento intestinale. Inoltre, si tratta di un alimento dall’elevato potere energetico. Si rivela pertanto adatto nella dieta degli sportivi e dei bambini.

Effetti stimolanti del cacao

La polvere ottenuta dalla lavorazione dei semi contiene due sostanze alcaloidi, la teobromina e la caffeina. Entrambe esercitano un’azione stimolante sul sistema nervoso. Sono, infatti, in grado di aumentare i riflessi, la concentrazione e lo stato di veglia.

In particolare, la teobromina ha anche un effetto vasodilatatore sia coronarico che renale stimolando la diuresi in misura maggiore rispetto alla caffeina.Entrambe queste sostanze, inoltre, aiutano a stimolare le endorfine. Dunque, gli alimenti che le contengono possono essere considerati degli antidepressivi naturali. Per gli effetti stimolanti, questo prodotto alimentare è controindicato a bambini al di sotto dei tre anni di età.

Cacao: è presente in una percentuale maggiore nel cioccolato fondente ed extra-fondente.

Cacao amaro nella dieta

Pur essendo un cibo calorico, il cioccolato fondente con bassa quantità di burro di cacao, può essere introdotto anche in una dieta dimagrante. Secondo alcuni studi un consumo moderato permetterebbe anche di prevenire la condizione di obesità.

Meglio evitare, invece, il cioccolato al latte o quello bianco, ricchi di burro, latte e zucchero, ingredienti poco indicati per un regime dietetico.

In ogni caso è preferibile non eccedere con il consumo di cioccolato e propendere per un’alimentazione equilibrata e sana. In commercio sono disponibili anche le fave, crude o tostate, da consumare direttamente o come ingredienti di altre ricette.

Scoprite tutte le nostre deliziose ricette a base di cacao e diversi tipi di cioccolato:

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment