Vaniglia: le proprietà e i suoi utilizzi

di Rossella del 30 novembre 2015

Le numerose proprietà della vaniglia fanno sì che questo baccello dal profumo intenso e inebriante sia utilizzato sia in cucina che in cosmetica.

I dolci alla vaniglia sono tanto graditi e apprezzati da tutti, e il suo voluttuoso profumo è utilizzato in cosmetica. Questa bacca ha origine dallo stesso continente da cui proviene il cioccolato.

Ad essere utilizzati in realtà sono i baccelli, cioé i frutti prodotti da un’orchidea, la vanilla planifolia, un rampicante molto bello e profumato originario del Messico. Coltivata anche in altri paesi a clima caldo annovera tra i maggiori produttori, oltre al Messico, anche il Madagascar, da cui proviene la vaniglia Bourbon, e Tahiti.

Scopri come fare il gelato senza yogurtiera

La storia della vaniglia

Le popolazioni precolombiane che ci hanno fatto conoscere l’utilizzo del cacao hanno anche fatto conoscere al Vecchio Continente il potere aromatizzante e profumante di questa spezia che si può utilizzare in vari modi, lasciando i baccelli a contatto con cibi e bevande da aromatizzare, ad esempio latte, zucchero, e poi elimindandoli, oppure cospargendo direttamente i cibi con i semini in essi contenuti.

Potrebbero interessarti anche:

Nota fin dall’antichità presso le popolazioni americane per le sue virtù afrodisiache, tanto che nell’800 viene riconosciuta la malattia del vanillismo, che insorge in chi manipola troppo questa spezia e causa anche l’eccessiva eccitazione sessuale.

In cucina era già usata dagli Aztechi, che la associavano al cacao per farne una bevanda antenata del cioccolato. Sembra in Europa sia stata portata da Hernando Cortés, a cui  il sovrano azteco Montezuma offrì del cioccolato alla vaniglia.

Proprietà e benefici

I baccelli e i semi contengono una molecola aromatica, la vanillina, che è un polifenolo con proprietà antiossidanti e antinvecchiamento, benefiche per il sistema cardiocircolatorio e per contrastare i radicali liberi e le malattie tumorali. Ma la vanillina è largamente utilizzata nella preparazione di dolci.

vaniglia

La vaniglia ha un delicato e dolce profumo e deriva da un’orchidea

Normalmente commercializzata in negozi e supermercati, occorre però sapere che gran parte della vanillina in commercio è di origine sintetica, non deriva quindi dalla pianta, ma è prodotta a livello industriale dai residui della polpa di legno, ha proprietà aromatiche abbastanza simili alla vanillina naturale ma non ne possiede le stesse proprietà benefiche.

Per distinguere l’origine della vanillina che acquistiamo occorre fare attenzione a quanto scritto sulle confezione, se la confezione riporta “aroma naturale” si tratta di vanillina vera, se riporta solo “aroma” si tratta di prodotto di sintesi, anche il prezzo di acquisto sarà, evidentemente, diverso.

baccelli di vaniglia

Le proprietà della vaniglia e i suoi utilizzi: baccelli e semini interni

Oltre alla proprietà antinvecchiamento, è antisettica, digestiva e calmante.

L’olio essenziale di vaniglia è utilizzato come terapia per i disturbi dell’apparato genitale femminile, in particolare per amenorrea e dismenorrea, per l’acidità di stomaco, per combattere il senso di fame in caso di diete dimagranti, è efficace come calmante e contro la depressione.

Utilizzi in cucina

In cucina e in profumeria questa spezia si utilizza sotto forma di estratto, oppure in polvere, oltre che direttamente i baccelli. L’estratto è ottenuto mediante macerazione dei baccelli nell’alcool, mentre la polvere deriva dalla frantumazione dei baccelli e viene miscelata con amido e zucchero in polvere. In genere è utilizzata in pasticceria.

Potrebbero interessarti altri ingredienti della cucina naturale

frollini alla vaniglia

Ecco la ricetta dei semplici frollini alla vaniglia

Per gustare appieno la sua fragranza, si possono fare dei deliziosi biscottini aromatizzati. Vi occorrerà:

  • 300 gr di farina 00
  • 2 uova
  • 75 gr di zucchero al velo
  • 50 ml di olio di semi
  • 1  bustina di vanillina
  • 1 cucchiaino di lievito
  • 1 pizzico di sale

Preparazione. In una terrina lavorate le uova con lo zucchero e poi aggiungete l’olio e la vanillina. Mescolate bene e unite  la farina setacciata e il sale. Amalgamate fino ad ottenere un composto omogeneo e denso e unite anche il lievito. Su una placca coperta da carta da forno posizionate distanti 2 cm delle palline del composto, appiattite col dorso del cucchiaio. Infornate a 180° per 15 minuti. Spolverizzate con zucchero al velo se vi piace, oppure uniteli due a due farcendoli con della crema di latte.

Se ti piace l’odore e il sapore della vaniglia, potresti trovare interessanti questi prodotti aromatizzati come ad esempio candele profumate e libri che ne parlano:

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment