Latte di nocciole e noci: proprietà e ricetta

di Viola Carmilla del 5 ottobre 2016

Latte di nocciole : il latte vegetale, generalmente più leggero e digeribile di quello di origine animale, è ormai un alimento diffuso e apprezzato anche dai non vegetariani

In particolare le varianti più conosciute sono il latte di soia, il latte di avena ed il latte di riso.

Ma per chi compie una scelta di vita vegetariana e ancor più per i vegani, che escludono dalla loro dieta anche le uova e i latticini, si presenta spesso la necessità di alternare e combinare diversi tipi di latte vegetale, per avere accesso alla maggiore varietà possibile di nutrienti che il mondo vegetale ci può offrire ed evitare così il rischio di carenze nutrizionali.

Ecco allora due ricette per preparare in casa due tipi di latte vegetale poco presenti sul mercato: il latte di nocciole ed il latte di noci.

Entrambe le ricette possono essere eseguite con l’apposita macchina per fare il latte di soia.

E’ reperibile nei negozi specializzati o su internet, ma si può avere il solo ausilio di un frullatore e di un colino, in modo che anche i neofiti le possano sperimentare e chi ha voglia (e tempo) da dedicare alla cucina, possa risparmiarsi l’acquisto dell’ennesimo elettrodomestico.

Latte di nocciole e noci

Latte di nocciole e noci

Suggerimento: scoprite anche la nostra guida a tutte le ricette vegane.

Latte di nocciole: gli ingredienti e la preparazione

Ecco gli ingredienti della la versione base, per ottenere circa 1 litro di latte di nocciole:

  • 1,1 litri d’acqua
  • 80-90 grammi di nocciole sgusciate

Eccovi ora il procedimento da seguire:

  • Mettere le nocciole a bagno nell’acqua per almeno 2 ore
  • Frullate accuratamente il tutto e filtrarlo con un colino a trama fitta, eventualmente ricoperto da stoffa di lino o cotone.
  • Schiacciate bene per estrarre tutta la sostanza delle nocciole.

Il latte di nocciole è pronto!

Potete travasarlo in una bottiglia di vetro sterilizzata e conservarlo in frigo fino a quattro giorni dopo la preparazione, ricordando di agitare la bottiglia ogni volta prima di versarlo nel bicchiere.

Consiglio: scopri anche come fare il gelato senza yogurtiera usando il latte vegetale

Varianti del latte di nocciole

Questa ricetta si presta a una serie innumerevole di varianti. Per arricchire il latte di diverse sostanze nutritive e stemperare il sapore delle nocciole, potete fare un latte misto di mandorle e nocciole utilizzando 50 grammi di nocciole e 35 grammi di mandorle pelate.

Per arricchire il latte di calcio, estremamente importante per chi ha escluso dalla dieta i latticini, basta aggiungere in fondo alla bottiglia, prima di travasarci il latte appena filtrato, un pizzico di calcio vegetale in polvere. Utilizzando calcio vegetale ricavato dalle alghe, ad esempio quello derivato dalla lithothamnium calcareum, si ottiene una bevanda perfettamente compatibile con la dieta vegana.

Per dolcificare il latte, aggiungete alle nocciole una cucchiaiata di uva passa prima di azionare il frullatore.

Ecco gli ingredienti della la versione base, molto simile alla precedente è la ricetta del latte di noci, per ottenere circa 1 litro di latte di noci:

  • 3 tazze d’acqua
  • 1 tazza di noci sgusciate

Per ottenere il latte è sufficiente ammollare le noci per una notte:

  • sciacquatele accuratamente e frullatele con l’acqua fino a ridurle in poltiglia.
  • Si filtra con un colino a trama fitta ed eventualmente con una pezza di cotone o lino.
  • Versate in una bottiglia di vetro sterilizzata e agitate bene prima di berlo.

Varianti del latte di nocciole

Per addolcire la bevanda, le possibilità sono tante: potete frullare insieme alle noci una manciata di datteri denocciolati, ancora dell’uva passa oppure aggiungere al latte un pò di sciroppo d’agave o di stevia, una pianta dal naturale potere dolcificante e per di più ipocalorica. Per insaporire il latte, invece, potete aggiungere della polvere di vaniglia. Si conserva in frigo per alcuni giorni.

Quel che avanza dalla preparazione del latte vegetale, ovvero la parte più fibrosa delle noci o delle nocciole tritate che resta nel colino, non è un rifiuto:

  • può essere riutilizzato nella preparazione di dolci, biscotti e focacce.

Non resta che augurarvi buon appetito!

Altri articoli che parlano di latte e autoproduzione di latticini di origine vegetale:

Outbrain

{ 3 comments… read them below or add one }

asiabarberini@yahoo.it gennaio 5, 2014 alle 11:21 pm

Assolutamente d’accordo con Lilith: le mandorle contengono abbastanza calcio da non aver bisogno di alcun implementazione aggiuntiva di calcio. Non fate passare il veganesimo od il rawveganismo per una “dieta” carente a tutti i costi. L’alimentazione deficitaria è semmai quella onnivora incosciente, un vegano consapevole assume tutti i nutrienti necessari

Rispondi

lilith maggio 8, 2012 alle 7:01 pm

non è assolutamente vero che il calcio si trova solo nei latticini e che una dieta senza latticini nè è carente! il calcio del latte ruba due molecole di calcio all’osso per la sua metabolizzazione! informatevi se proprio volete fare controinformazione fatela per bene! il calcio si trova in forme molto assimilabili in un sacco di vegetali!!

Rispondi

Gabriele novembre 29, 2015 alle 3:57 pm

lilith sei molto istruita ed aggiornata. complimenti. per riequilibrare il ph acido del sangue dovuto all’ingestione di latte vaccino (non è un alimento per l’uomo), l’organismo estrae il calcio dalle nostre ossa dato che è basico per riequilibrare. il tutto (calcio dei latticini non assimilabile ed il nostro calcio) finirà nelle urine. dunque piu si bene latte vaccino e piu l’osteoporosi avanza, come la cataratta, le tonsille infiammate, la SLA…

Rispondi

Leave a Comment