Semi di papavero: proprietà, benefici e controindicazioni

di Sebastiano del 22 luglio 2017

Non sono così usati nella cucina italiana, ma come gli altri semi oleosi sono ricchi di proprietà: i semi di papavero rappresentano un alimento tutto da scoprire e che può arricchire diversi piatti.

Semi di papavero: proprietà, benefici e controindicazioni

I semi di papavero vengono dalla pianta del papavero comune o rosolaccio (Papaver rhoeas), un’erbacea annuale che cresce spontanea nei campi e ai bordi delle strade. Ovviamente non hanno nulla a che vedere con le sostanze stupefacenti derivanti dagli oppiacei di cui si trovano mirabili testimonianze letterarie, da Baudelaire in avanti.

Sono di due tipineri come nella foto e bianchi: ma le loro proprietà non cambiano a seconda del colore.

Le proprietà dei semi di papavero

Come tutti i semi oleosi, sono una ricca fonte di grassi e proteine ma sono anche una riserva di manganesecalcio, acido linoleico (ovvero Omega 6) e vitamina E. Inoltre sono utilizzati come rimedio naturale contro ansia e come cibo antistress, avendo un blando effetto sedativo e calmante derivato dagli alcaloidi, una proprietà che li rende un alleato naturale nelle medicine alternative.

Infine, i semi di papavero contengono fitosteroli, che aiutano ad abbassare il colesterolo nel sangue.

Semi di papavero controindicazioni

Sono rarissimi i problemi e gli effetti collaterali dei semi di papavero, anche perché difficilmente capita di consumarne quantità apprezzabili: tuttavia, va pur sempre ricordato che l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA) in passato ha reso noto come questo alimento debba comunque essere consumato con moderazione, stante la presenza di alcaloidi tossici.

Sebbene durante la lavorazione dei semi di papavero la concentrazione di questi alcaloidi venga consistentemente abbattuta, il loro consumo non è indicato per donne di gravidanza, bambini e soggetti con problemi respiratori.

Come per tutti i semi oleosi, infine, stante il loro apporto calorico non indifferente, il loro consumo non è consigliato per chi segua una dieta ipocalorica. Il consumo moderato di questi semi è raccomandato per chi segue una dieta.

Alcune ricette con i semi di papavero

Praticamente sconosciuti nel nostro Paese sono popolarissimi in Nord Europa, dove questi piccoli semi scuri spesso guarniscono il pane ed i buonissimi bagel così popolari negli USA. Ma che cosa possiamo preparare coi semi di papavero?

Oltre che per decorare panini (per esempio i buonissimi panini laugenbrot)cracker, salatini e grissini, questi semi si prestano anche per elaborare saporite torte.

Ma possiamo usare ma anche semplicemente per dare un tocco di gusto in più ad un’insalata o per guarnire piatti salati. Per esempio una bella tagliata al tonno con sesamo e semi di papavero.

semi di papavero bagel

Semi di papavero in cucina: eccoli a dare quel sapore unico ai bagel

Come dicevamo, sono ottimi in particolare i dolci arricchiti con questi semi. Tutte le torte, i plumcake ma anche i dolci etnici. Si sposano bene con gli agrumi e in particolare il limone.

Sono molto utilizzati nella cucina tedesca e in Italia, tipicamente in Alto Adige, vengono impiegati in alcuni piatti tradizionali.

Scopri altre guide ai semi oleosi e ai cereali speciali:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment