Tuorlo, le proprietà nutrizionali, gli utilizzi e le ricette della parte gialla delle uova

di Alessia del 10 maggio 2018

Il tuorlo è la parte rossa dell’uovo, spesso al centro di numerosi dibattiti rispetto alla possibilità che faccia male alla salute. Scopriamone insieme proprietà e caratteristiche nutrizionali, sfatando anche qualche mito.

Tuorlo, le proprietà nutrizionali, gli utilizzi e le ricette della parte gialla delle uova

Tuorlo, cos’è

Il tuorlo, insieme all’albume, è uno dei costituenti principali dell’uovo. Nello specifico è quella parte della cellula da cui l’embrione trae il nutrimento necessario per la crescita.

Quando parliamo di uova facciamo spesso riferimento a quelle di gallina, tuttavia la struttura interna è la stessa anche per altre specie.

Si presenta come un liquido denso di colore giallo aranciato, chiamato spesso anche come “rosso dell’uovo”. Il colore varia dal giallo più o meno intenso al rosso. Dipende dal modo in cui la gallina è stata alimentata.

Il tuorlo galleggia nell’albume grazie alla presenza dei calazi, dei filamenti di proteine che non sono visibili ad occhio nudo.

Leggi anche: Uova biologiche: benefici e come riconoscerle

Tuorlo uovo: valori nutrizionali

Il tuorlo dell’uovo di gallina ha un peso di circa 18 grammi ed è costituito per gran parte da acqua. Sono presenti poi i grassi, proprio perchè la sua funzione è prettamente nutritiva. Questi sono per lo più grassi saturi, seguiti dai grassi monoinsaturi e polinsaturi.

In esso troviamo anche carboidrati (3%) e proteine (16%). Quest’ultime sono di alto valore biologiche e contengono molti aminoacidi essenziali. Sono divise a loro volta in lipoproteine, proteine fosforate e pseudoglobuline.

Tra i sali minerali sono presenti in particolar modo il fosforo e il ferro.

Troviamo anche vitamine importanti come:

Infine bisogna calcolare che ogni tuorlo apporta all’incirca 50-60 calorie.

Tuorlo

Il tuorlo è ricco di vitamine e sali minerali

Le proprietà

Tenendo conto dell’elevato valore nutrizionale di questo alimento , risulta facile credere che un consumo moderato possa apportare benefici anche alla nostra salute. Pertanto, tra le proprietà possiamo citare:

  • Rinforza unghie e capelli grazie alla presenza di sali minerali e vitamine.
  • Aiuta lo sviluppo del sistema scheletrico grazie alla concentrazione di vitamina D e fosforo. Inoltre fa in modo che il calcio si fissi nelle ossa.
  • Rappresenta un’ottima fonte di ferro, per questo può essere suggerito ai soggetti affetti da anemia e alle donne in particolare.
  • È un’importante fonte di colina: stimola la produzione di bile, inoltre agisce evitando l’accumulo di grasso nelle arterie. Infine la colina svolge un’azione essenziale per il benessere del cervello e della memoria.
  • Migliora la vista grazie alla grande quantità di vitamina A.
  • Aiuta gli sportivi in quanto forniscono le sostanze utili per rinforzare la massa muscolare.
  • Protegge lo sviluppo del sistema nervoso grazie alla presenza della vitamina B1.

Il tuorlo d’uovo fa male?

Spesso ci si chiede se il tuorlo d’uovo faccia male, data la sua alta percentuale di grassi. Effettivamente è presente un contenuto abbastanza elevato di colesterolo, parliamo di circa 195 mg, pari a più della metà di quanto dovremmo assumerne ogni giorno. 

Tuttavia, tutti i nutrizionisti e gli esperti sono concordi nel ritenere che consumando 2 uova alla settimana non si dovrebbe andare incontro a nessun pericolo.

Chi ha il colesterolo alto, deve sicuramente prestare maggiore attenzione alla presenza delle uova nascoste negli altri alimenti. Un esempio su tutti è la pasta fresca.

Tuorlo in cucina

Chi non ha mai gustato uno zabaione preparato dalla mamma o dalla nonna? Tutti da piccoli lo abbiamo mangiato più di una volta, facendo attenzione però che l‘uovo fosse fresco.

Questa sorta di crema dolce si ottiene sbattendo energicamente il tuorlo con qualche cucchiaio di zucchero.

In passato, il suo potere altamente calorico ed energizzante lo aveva reso una sorta di panacea per risolvere stati di debolezza e astenia, soprattutto nei bambini.

Il tuorlo trova oggi largo impiego anche per la preparazione di prodotti tipici, come alcuni liquori. Esempio tipico ne è il VoV, un liquore prodotto con tuorlo dell’uovo, marsala, aromi e zucchero.

Ma l’elenco dei cibi e delle ricette in cui sono utilizzati i tuorli è davvero infinito: dagli impasti dolci e salati alla maionese, passando per le creme.

Usi in cucina

Può essere usato come colorante, agente emulsionante e legante. Per queste sue proprietà si impiega sia in pasticceria che nei piatti salati. Per legare una salsa o una crema (ad esempio la crema pasticcera), per emulsionare due ingredienti (nella maionese), per colorare di giallo una preparazione sia dolce che salata e per la doratura di pane, pasta sfoglia e brioche.

tuorlo

Il tuorlo dell’uovo trova largo impiego in cucina

Quanto pesa un tuorlo

In cucina può essere utile sapere quanto pesa il tuorlo. In generale il giallo di un uovo medio pesa circa 18-20 gr e ne occorrono circa 54 per arrivare a 1 litro.

Usi alternativi del tuorlo

In realtà i tuorli possono essere impiegati anche come un ottimo rimedio naturale sfruttandone a pieno i suoi benefici.

Ad esempio potete preparare una maschera per capelli secchi: bastano 2 o 3 tuorli, in base alla lunghezza dei vostri capelli, per preparare un composto liquido.

Sbatteteli con forza e poi stendeteli partendo poco distante dalla radice, fino alle punte. Lasciate agire almeno mezzora e poi risciacquate per bene con lo shampoo.

Un’altra ricetta interessante è la maschera nutriente per il viso al tuorlo e limone.

Altre informazioni

Potrebbe interessarti:

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment