Orto e giardino

Argilla per giardinaggio: tutti gli utilizzi

Cos'è, a cosa serve e quali sono le sue proprietà e i suoi impieghi

In questo articolo andremo a vedere i numerosi impieghi dell’argilla in giardinaggio.

Argilla per giardinaggio: tutti gli utilizzi

Gli amanti del giardinaggio e dell’orto, di certo conosceranno molto bene l’argilla. Un materiale naturale che funge principalmente da inerte, dalle ottime proprietà drenanti ed isolanti. La si può utilizzare direttamente nel terriccio, così come anche nei vasi di piante e fiori per evitare i ristagni idrici, aerare il terreno e molto altro. Può infatti avere anche semplice funzione decorativa.

Andiamo allora a vedere nel dettaglio tutti gli utilizzi che si possono fare con questo materiale.

Che cos’è l’argilla per giardinaggio

L’argilla è un materiale naturale molto utile per le attività di giardinaggio e floricoltura.

Venduta sotto forma di piccole sfere leggere e resistenti, di colore grigio o rosa, e a pH neutro, viene utilizzata nell’ambito dell’agricoltura e del giardinaggio per le sue eccellenti capacità drenanti e isolanti.

Caratteristiche e proprietà dell’argilla per giardinaggio

Si tratta di un materiale:

  • naturale (utilizzabile quindi anche nella agricoltura bio)
  • leggero
  • ecologico
  • poroso
  • drenante
  • impermeabile
  • pulito
  • resistente
  • durevole nel tempo
  • riutilizzabile

Gli utilizzi dell’argilla per giardinaggio

Nel giardinaggio, l’argilla può essere utilizzata per tantissimi scopi.

Drenare

L’uso più frequente, perché assicura il drenaggio dell’eccesso dell’acqua di irrigazione, evitando così la formazione di ristagni idrici, che sono una delle principali cause di marciume radicale e proliferazione di funghi. Per il drenaggio, l’argilla va inserita direttamente nel terreno, così come all’interno di vasi e fioriere.

Pacciamatura

Come pacciamatura, l’argilla protegge le piante e le colture dalle intemperie, in special modo dal freddo intenso e dal ghiaccio, ed anche dal caldo molto intenso. Inoltre, ostacola lo sviluppo di erbe infestanti.

Aerazione

Aggiunta al substrato, l’argilla ne migliora le caratteristiche, mantenendo il corretto equilibrio tra umidità e aria presente all’interno del terriccio.

Coltivazione idroponica

Ottima soluzione per le coltivazioni idroponiche, ovvero quelle colture che non prevedono l’impiego del terriccio. In questo caso, infatti, l’argilla assorbe gli elementi nutritivi che sono disciolti nell’acqua e li rende disponibili alle radici. Assicura inoltre una buona ritenzione idrica e il giusto grado di umidità.

Decorazione

Sotto forma di piccole sfere, l’argilla è molto indicata anche per decorare vasi ed aiuole, e per realizzare composizioni floreali.

Come si usa l’argilla per le piante

Ora che abbiamo visto quali sono i principali utilizzi dell’argilla nel campo del giardinaggio, vediamo all’atto pratico come utilizzarla a seconda degli scopi.

Per sfruttarne il suo potere drenante, distribuire l’argilla direttamente nel terreno oppure sul fondo del vaso ricoprendola poi con un mix composto da torba e terriccio. Indicativamente, creare uno strato spesso fra i 2 e i 5 centimetri.

Alternativamente, mescolare una piccola quantità di argilla al terriccio oppure, nel caso di vasi e fioriere, posizionarle come ultimo strato superiore.

Sempre per evitare i ristagni idrici, può anche essere sistemata direttamente nel sottovaso.

Per proteggere le piante attraverso la pacciamatura, l’argilla espansa va distribuita alla base della pianta stessa, in uno spessore di 10 cm circa.

Per areare le radici, si mescola al terriccio, nella misura di circa il 10% del volume.

Infine, a scopo decorativo, lo strato di terriccio che si trova più in superficie va sostituito con uno strato di argilla spesso 3-5 cm.

argilla in giardinaggio
L’argilla è utilizzata principalmente in virtù delle sue ottime proprietà drenanti.

Dove si mette l’argilla nelle piante

Nel caso delle piante da orto e gli alberi da frutta, la si mette direttamente nel terreno. Nel caso invece di piante e fiori coltivati in vaso, la si distribuisce sul fondo del vaso stesso così da permettere un migliore drenaggio.

Dove si compra

Si trova venduta in sacchetti nei negozi di giardinaggio e nei garden center. Ovviamente, la si può reperire facilmente anche online.

Quanto costa l’argilla per le piante

È un prodotto abbastanza economico. Un sacco da 10 litri, infatti, di media costa tra i 12 e i 15 euro.

Approfondimenti tematici

Puoi trovare altre informazioni sul terreno e varie attività relative a orto e giardinaggio anche in questi articoli:

Federica Ermete

Nata a Busto Arsizio nel 1982, dopo il diploma si trasferisce a Cremona – dove vive tutt’ora – per conseguire la laurea in ambito umanistico. Sia per formazione professionale che per passione personale, i suoi ambiti di specializzazione sono l’alimentazione, la salute, il fitness e il benessere in generale. Collabora con entusiasmo con la redazione di Tuttogreen dal giugno 2020.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sullo stesso argomento
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio