Burro di soia: proprietà e ricetta per prepararlo in casa

di Elle del 26 novembre 2017

Il burro di soia è una valida alternativa vegetale per preparare ricette dolci o salate in versione light o adatta a chi segue una dieta vegana o è intollerante al lattosio.

Il burro di soia rappresenta una possibile alternativa vegetale all’uso del grasso di origine animale. Questo ingrediente è solitamente utilizzato in cucina per riuscire a rendere omogenei e morbidi gli impasti e assicurare una lievitazione uniforme. Serve anche a ottenere prodotti da forno fragranti e croccanti, oltre a rendere più persistenti i sapori.

Generalmente quando si parla di burro si tende a pensare alla crema derivata dalla lavorazione del latte vaccino. Il burro tende ad essere un importante ingrediente in cucina per poter ottenere ottime pietanze ma può essere sostituito da altri prodotti di origine vegetale. Oltre a quello di soia, si può utilizzare il burro di cacao, il burro di mandorle, il burro di cocco e quello di arachidi oppure la margarina vegetale.

SCOPRI LE ALTERNATIVE PER dolci senza al burro ma anche nelle ricette salate

Burro di soia: le proprietà

Questo burro è uno tra i più conosciuti e utilizzati nell’ambito di quelli di origine vegetale. Si ottiene a partire dal latte di soia e dall’olio extravergine di oliva.

Presenta un sapore decisamente più delicato e meno grasso sia rispetto a quello derivato dal latte vaccino, ma anche rispetto ad altri burri vegetali, come quello di arachidi.

Contiene una notevole quantità di acidi grassi del tipo Omega 6. Grazie alla presenza della soia da cui è ricavato permette di contrastare l’aumento dei livelli di colesterolo nel sangue.

Inoltre, è un alimento alleato della salute del cuore e non compromette la circolazione sanguigna.

burro di soia

Burro di soia: è una delle più conosciute alternative vegetali al burro derivato dal latte vaccino.

Viene utilizzato anche in campo cosmetico, soprattutto per le sue proprietà anti-age, idratanti, ristrutturanti e fortificanti. Presenta, infatti, una notevole quantità di vitamina E e steroli che lo rendono un prodotto adatto per la pelle e per i capelli.

Come ingrediente cosmetico, questo burro è in grado di rendere la pelle morbida e idrata e i capelli setosi e forti. Può essere quindi impiegato all’interno di saponi, lozioni, balsami per il corpo o per le labbra, creme e prodotti per capelli.

I valori nutrizionali

Costituisce un alimento ad elevata digeribilità, adatto anche a chi è intollerante al lattosio.  Inoltre, ha un sapore delicato e neutro, in grado di non alterare il sapore delle pietanze in cui lo si utilizza.

Dal punto di vista nutrizionale, è una fonte di proteine di alta qualità ricavate dalla soia. Inoltre, la lecitina di soia aiuta a contrastare l’aumento dei livelli di colesterolo ‘cattivo’ nel sangue.

Le calorie

Per 100 grammi di questo tipo di burro sono presenti poco più di 700 kcal. L’apporto calorico può variare in base a differenti fattori, quali la modalità di produzione (in casa o industriale) e la freschezza dell’alimento.

Pur essendo meno grasso, anche questo burro di origine vegetale è un cibo calorico. Pertanto è preferibile consumarlo con moderazione.

Dove si compra

Anche se si può preparare facilmente in casa, questo burro di origine vegetale è disponibile in commercio e facilmente reperibile. Si trova soprattutto nei reparti frigo di molti supermercati e nei negozi biologici.

Tuttavia, è bene prestare attenzione agli ingredienti in etichetta poiché nei prodotti industriali potrebbe essere presente l’olio di palma. In alternativa, per chi preferisce l’auto-produzione, questo burro si può preparare facilmente in casa con la ricetta qui sotto.

Burro fatto in casa

Ingredienti:

Burro di soia: può essere preparare facilmente anche in casa.

Preparazione.Versate il latte di soia in un pentolino e lasciate cuocere a fiamma bassa fino al raggiungimento dei 90°C. Dopo aver verificato la temperatura con l’apposito termometro da cucina, spegnete il fuoco e aggiungete l’aceto di mele. In questo modo nel latte di soia si formeranno dei fiocchi in superficie.

A questo punto filtrate i fiocchi di latte dividendoli dal siero. Per effettuare questa operazione è sufficiente utilizzare uno scolapasta rivestendolo con un panno di stoffa pulito. Dopo aver versato i fiocchi filtrati in una ciotola, aggiungete l’olio di cocco, l’olio di soia e la lecitina (sciolta in un cucchiaio di acqua tiepida). Frullate quindi tutti gli ingredienti così da ottenere una crema omogenea, con una consistenza simile a quella della panna.

Versate il composto in un contenitore e conservatelo in frigorifero per almeno 8 ore. Trascorso il tempo necessario, utilizzate il burro in modo versatile per preparare pietanze o solo come crema da spalmare direttamente su una fetta di pane. Per conservarlo, riponetelo in frigo e consumatelo nell’arco di pochi giorni per evitare che si irrancidisca.

LEGGI ANCHE:

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment