Lecitina di soia: proprietà e controindicazioni

di Elle del 11 marzo 2018

Scoprite tutte le proprietà della lecitina di soia: contrasta il colesterolo, migliora il metabolismo corporeo, ispessisce creme e condisce i piatti.

Lecitina di soia: proprietà e controindicazioni

Con il termine lecitina si indica una sostanza dalla capacità emulsionante (che rende cioè miscelabili sostanze che normalmente non lo sono) presente naturalmente nel nostro corpo, dove svolge un’azione di pulizia dei vasi sanguigni rimuovendo i grassi che vi si accumulano, ed è costituita da varie sostanze nutritive e dalle notevoli proprietà benefiche.

La più conosciuta è la lecitina di soia, ma è presente in vari alimenti, e principalmente nelle leguminose, nei cereali integrali e nel tuorlo d’uovo.

Lecitina di soia: che cos’è?

La lecitina è stata scoperta a metà dell’800 dal ricercatore e farmacista francese Maurice Gobley, che per primo isolò questa sostanza dal tuorlo d’uovo. Il suo nome non a caso deriva dal greco lekithos, che significa appunto “tuorlo d’uovo”. Gobley successivamente isolò la lecitina anche da altri tessuti biologici, come sangue, bile, altri tessuti umani o uova di pesce o altri animali.

La lecitina appartiene alla famiglia dei fosfolipidi e grazie alla presenza del gruppo fosforico, che rende una parte della molecola idrofila, ha come proprietà principale quella di legare all’acqua gli acidi grassi.

In tal modo, tramite queste proprietà le lecitine possono essere impiegate come emulsionante, per questo è ampiamente utilizzata nell’industria alimentare per la preparazione di creme, budini, salse, gelati, etc.

Grazie alle sue proprietà benefiche per pelle e capelli, è usatissima anche come ingrediente anche in campo cosmetico. Diversi cosmetici di uso quotidiano contengono questa sostanza, dalle creme solari a quelle anti-rughe, passando per i rossetti a diversi prodotti per i capelli.

La lecitina di soia contiene anche importanti minerali come calcio, ferro e fosforo. Quasi nullo è il suo contenuto proteico mentre sono presenti acidi grassi, in particolar modo l’acido linoleico.

Risulta anche ricca di omega 3 e omega 6 e di sostanze come colina e inositolo.

A cosa può essere utile la lecitina di soia

Grazie alla sua composizione, inoltre, la lecitina di soia è rinomata per la sua capacità di abbassare il colesterolo in eccesso. Essa, infatti, favorisce il trasporto dei grassi nel sangue trasportando il colesterolo verso il fegato dove, attraverso la bile, viene assorbito o espulso tramite le feci.

Nelle persone a dieta la lecitina permette un miglioramento del metabolismo corporeo, favorendo anche le funzioni cerebrali. L’assenza di glutine la rende adatta anche a chi soffre di celiachia.

Chi soffre di colesterolo alto e limitata  funzionalità epatica, può assumere degli integratori di lecitina. Viene usata anche per il trattamento del surmenage psicofisico, anche se non sembra particolarmente efficace.

In cucina la lecitina di soia può essere impiegata in granuli per condire le pietanze oppure può essere assunta come integratore in capsule.

Sfruttando le sue proprietà emulsionanti, inoltre, può essere usata come addensante per creme e farciture.

Altri addensanti da conoscere:

  • Agar agar, l’alga amica della salute
  • Gomma di Guar, proprietà e utilizzi
  • Kuzu: che cos’è e per quali cure naturali si utilizza
lecitina di soia

Tutte le proprietà e i benefici della lecitina di soia

E le controindicazioni?

Bisogna prestare attenzione quando si assume lecitina perché tra le sue controindicazioni c’è la possibilità di sviluppare nausea, diarrea, perdita di appetito e disturbi allo stomaco, ma solo se assunta in grandi quantità, per questo si consiglia di non superare i 2,5-3 gr al giorno.

Fare comunque attenzione se si è in gravidanza o allattamento.

LEGGI ANCHE:

Outbrain

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment