Tecnologia

Cellulari ricondizionati: una scelta conveniente?

Cosa sono, dove si acquistano e perché convengono

Negli ultimi anni, si è registrato un forte aumento dell’acquisto di cellulari ricondizionati, ma anche di prodotti hi-tech come pc ricondizionati. Parliamo di dispositivi elettronici o informatici che vengono resi dal primo acquirente per piccoli difetti. Una volta restituito, il prodotto viene riparato e rimesso in vendita, ovviamente ad un prezzo inferiore rispetto a quello di listino. Scopriamo allora qualcosa in più sugli smartphone ricondizionati e perché conviene acquistarli.

Cellulari ricondizionati: una scelta conveniente?

Cosa vuol dire cellulare ricondizionato

I cellulari e i vari device ricondizionati sono prodotti resi da un cliente perché difettosi o malfunzionanti e che vengono rimessi sul mercato, a prezzo inferiore rispetto al listino, dopo una serie di accurati controlli eseguiti da aziende specializzate.

Si tratta quindi di prodotti ben diversi dai classici dispositivi usati acquistabili direttamente dai privati che, oltre ad vere magari problemi hardware e software e segni di usura, vengono ovviamente venduti senza garanzia.

Qualsiasi prodotto ricondizionato è un dispositivo usato che, invece, viene sottoposto a decine di test eseguiti da tecnici specializzati.

Cosa sono gli smartphone ricondizionati?

Gli smartphone ricondizionati sono dispositivi che hanno già vissuto sul mercato per un certo periodo di tempo.

Spesso si tratta di prodotti invenduti oppure rispediti dal cliente al distributore anche solo per difetti minimi, che vengono rispediti nelle fabbriche o nei centri di controllo di aziende private specializzate. Qui vengono sottoposti ad un vero e proprio check-up hardware (delle componenti interne ed esterne) e software (del sistema operativo).

Quando tornano sul mercato hanno un prezzo più basso rispetto a quello di listino: è possibile arrivare anche ad un risparmio del 50%.

I controlli prevedono:

  • riparazione di qualsiasi problema funzionale
  • dicitura refurbishedsul dispositivo, che vuol dire appunto, ricondizionato.
  • rimozione di tutti i dati presenti sui dispositivi. In pratica, il sistema operativo viene resettato e riportato alle configurazioni di fabbrica.
  • pulizia accurata e igienizzazione con appositi prodotti.
  • nuova confezione e nuova garanzia valevole da 6 a 12 mesi (dipende dal negozio che rivende il dispositivo).

Che differenza c’è tra ricondizionato e rigenerato

Non c’è alcuna differenza tra un prodotto ricondizionato e rigenerato. I due termini infatti sono sinonimi.

La differenza è, piuttosto, tra un prodotto usato e uno rigenerato. Nel caso del prodotto usato, infatti, il prodotto viene usato anche per un periodo molto lungo, e tale utilizzo va a incidere sulle prestazioni del prodotto stesso. I prodotti ricondizionati, invece, sono pressoché nuovi perché, oltre ad essere stati usati pochissimo, prima di essere rimessi in vendita vengono revisionati ed eventualmente riparati.

Cellulari ricondizionati: il processo di ricondizionamento

Ora che abbiamo spiegato diffusamente cosa si intende per prodotti ricondizionati, riassumiamo qui di seguito, in maniera schematica, i vari processi a cui i dispositivi vengono sottoposti:

  • verifica dei componenti esterni: scocca, vetro, LCD, tasti, jack audio, dock di ricarica…
  • test hardware e software
  • verifica delle condizioni della batteria
  • eventuale sostituzione dei componenti che risultano danneggiati o difettosi
  • ulteriori test per garantire l’assenza di difetti non precedentemente riscontrati
  • igienizzazione del prodotto, degli accessori e della scatola.

Cellulari ricondizionati: garanzia

Di solito, i cellulari rigenerati mantengono la loro garanzia che può variare dai 3 mesi ai 12 mesi, in base alle loro condizioni. Sono previsti vari gradi con rispettive garanzie:

  • Grado A: prodotti semi-nuovi, completi di scatola originale, accessori e manuale d’uso. Perfette condizioni estetiche, hardware e software. Garanzia di 12 mesi. Con il grado AA sono indicati i cellulari con piccoli graffi
  • Grado B: prodotti in buone condizioni che, però, presentano alcune ammaccature. Garanzia di 6 mesi
  • Grado C: prodotti con evidenti segni di utilizzo. Spesso sono privi di accessori e confezione originale. Potrebbero anche avere difetti hardware e/o software. Non sono più in garanzia

Cellulari ricondizionati: tipologie

Per quanto riguarda i prodotti ricondizionati, esistono due tipologie di dispositivi disponibili in commercio:

  • cellulari certificati, ossia rigenerati dalla casa madre
  • cellulari rimessi a nuovo dalle aziende che hanno accettato il reso

In entrambi i casi, i prodotti in questione sono stati sottoposti al controllo di qualità e a ispezioni specifiche, e sono stati infine igienizzati prima di essere rimessi sul mercato.

Perché comprare un telefono ricondizionato?

Comprare un telefono ricondizionato rappresenta una scelta ecosostenibile.

Il più importante vantaggio di acquistare un prodotto ricondizionato sta proprio nell’incentivare l’economia circolare. Scegliere un prodotto ricondizionato vuol dire infatti donare una seconda vita ad un prodotto.

Così facendo, riduciamo il nostro impatto ambientale e inutili sprechi. Si contribuisce inoltre alla riduzione di rifiuti elettronici che danneggiano l’ambiente.

Oltre a ciò, non è infine da dimenticare l’indiscutibile vantaggio economico che se ne trae.

Cellulari ricondizionati: svantaggi

Se decidete di lanciarvi nell’acquisto di un cellulare refurbished, è fondamentale scegliere adeguatamente il negozio dove effettuare l’acquisto.

Individuate un rivenditore affidabile perché è importante che il processo di revisione sia stato eseguito in maniera corretta e scrupolosa da parte di tecnici specializzati.

Il più grosso svantaggio è la minore durata della garanzia. Un telefono nuovo, per legge, deve avere una durata della garanzia di almeno 2 anni. Nel caso invece di un cellulare che è stato ricondizionato, la garanzia dura per un periodo compreso tra i 6 e i 12 mesi.

Un altro aspetto da non sottovalutare è quello delle condizioni estetiche. Talvolta, il processo di revisione coinvolge la scocca esterna solo in maniera parziale. Non è quindi da escludere che si acquisti un cellulare ricondizionato che presenta graffi e ammaccature. Di certo, più vistosi sono questi problemi estetici e maggiore sarà lo sconto rispetto al prezzo di listino.

Quanto dura un prodotto ricondizionato?

Su un telefono nuovo, la garanzia dovrebbe valere 2 anni. Nel caso invece di cellulari ricondizionati, la durata varia da 6 a 12 mesi.

cellulari ricondizionati
Una scelta che ha anche un piccolo risvolto ecologico.

Dove prendere i telefoni ricondizionati?

Analizziamo ora alcuni siti dove acquistare cellulari, smartphone e altri prodotti hi-tech ricondizionati.

  • Amazon Renewed. Il gigante dell’e-commerce si occupa anche di questo tipo di business. In una apposita sezione trovate cellulari e pc. Tutti coperti dalla garanzia di 1 anno, ma non necessariamente sono venduti dall’azienda. Ci sono realtà terze che commercializzano i propri dispositivi ricondizionati. Nella descrizione dei singoli prodotti è evidenziato lo stato estetico.
  • Refurbed. Sito nato nel 2017, offre un’ampia gamma di dispositivi ricondizionati: iPhone, smartphone Samsung e Huawei, MacBook e portatili con Windows 10, iPad, tablet e altro. Ci sono prodotti offerti da venditori esterni selezionati. Si tratta sempre di dispositivi sottoposti ad un processo di ricondizionamento suddiviso in 40 step, funzionanti al 100% e con minimo 1 anno di garanzia. Tutti i prodotti includono gli accessori necessari e vengono spediti con imballaggi originali oppure in una scatola neutra o con il logo del venditore. Tra i servizi offerti, spedizione e reso gratuiti, nonché la prova prodotto di 30 giorni. Suddivide i prodotti in due categorie: refurbed (esteticamente come nuovi) ed essential (con qualche leggero segno di usura a livello estetico). Se non specificato, la batteria ha almeno l’80% della capacità della potenza originale.
  • Swappie. Nata nel 2015, è un’azienda specializzata nella vendita di iPhone ricondizionati. Sul sito si trova un’ampia gamma di prodotti adatti a tutte le tasche e acquistabili in cinque gradi differenti, da A++ a C. Tutti i telefoni sono testati e riparati in Finlandia, sottoposti ad una verifica tecnica composta da 52 fasi. I cellulari hanno una garanzia di 12 mesi, con la possibilità di estenderla fino a 3 anni al momento del pagamento. Il prodotto può essere reso gratuitamente entro 14 giorni. Le batterie presentano almeno l’80% della capacità originale. Dà la possibilità di effettuare il pagamento rateale o in contrassegno.
  • MediaWorld Ricondizionati. Anche il sito ha la sua sezione di cellulari ricondizionati,e anche altri dispositivi elettronici. Nella descrizione dei singoli prodotti è indicato il “grado”, ossia le condizioni estetiche dell’articolo che interessa.
  • TrenDevice. Sito italiano fondato nel 1999 che offre un’ampia gamma di prodotti Apple, come iPhone, iPad, Mac, Apple Watch, e Samsung. I prodotti sono sottoposti a 37 test hardware e software, effettuati da tecnici certificati. Si sostituiscono eventuali componenti danneggiati. Alla fine dei test, il dispositivo viene igienizzato e la garanzia è di 12 mesi, con la batteria nuova o, comunque, in stato ottimale. Inoltre, è possibile il reso gratuito entro 14 giorni, il pagamento a rate o in contrassegno, senza costi aggiuntivi.
  • Ebay Ricondizionati. Al suo interno c’è una sezione dedicata ai ricondizionati (qualsiasi dispositivo e non solo smartphone). In questo caso, sono negozi di terze parti presenti sulla piattaforma che vendono i cellulari refurbished. Si consiglia di verificare le recensioni dei venditori prima di procedere con l’acquisto. Durata garanzia e condizioni della spedizione sono a discrezione del rivenditore.

Cellulari ricondizionati: consigli per l’acquisto

Concludiamo la nostra dissertazione sui cellulari ricondizionati con alcuni consigli da mettere in pratica all’atto dell’acquisto:

  • valutate la serietà e l’affidabilità del produttore
  • confrontate il prezzo del prodotto ricondizionato rispetto a quello nuovo
  • accertate l’anno di produzione o se è andato fuori produzione, anche per capire l’eventuale reperibilità dei pezzi di ricambio o degli aggiornamenti del software
  • verificate su internet se risultano problemi per quel prodotto rigenerato e per quali difetti di solito finisce in revisione
  • verificate la durata della garanzia
  • controllate il motivo del reso nella descrizione o chiedere direttamente al venditore

Approfondimenti utili

Potrebbero interessarti anche i seguenti approfondimenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button