Cola: proprietà, usi, benefici e controindicazioni della noce di cola

di Erika Facciolla del 13 febbraio 2018

La cola è uno stimolante naturale molto efficace per contrastare la stanchezza fisica e mentale. Non a caso, la noce di cola è ricca di caffeina ed è utilizzata anche come tonificante, drenante e diuretico naturale. Scopriamola meglio e vediamo quali sono i suoi possibili impieghi e le controindicazioni.

Cola: proprietà, usi, benefici e controindicazioni della noce di cola

Un po’ di storia…

La pianta della cola e in particolare l’estratto della sua noce è stato considerato per tanti anni l’ingrediente segreto dell’omonima bibita gasata che tutti conosciamo. In effetti, pare proprio che inizialmente la ricetta depositata da John Pemberton e Frank Robinson prevedesse l’utilizzo di noci di cola e alcol.

Correva l’anno 1887 e quella che era destinata a diventare la celebre Coca-Cola era in principio una bevanda medicamentosa, utilizzata per la cura della tisi. Non pensiamo che oggi venga impiegata nella ricetta industriale, poiché soppiantata da aromi artificiali che nulla hanno a che vedere con i frutti di questa pianta.

Ancor prima, gli indigeni consideravano la cola un rinforzante naturale, utile per rinvigorire il fisico. La pianta stessa, era ritenuta un potente afrodisiaco in grado di migliorare le prestazioni sessuali. In alcune regioni dell’Africa, la pianta veniva offerta durante riti e cerimonie come simbolo di amicizia. Ci fu un tempo, infine, in cui il valore attribuitole era talmente elevato da essere piantata in prossimità dei villaggi e scambiata con la polvere d’oro nei baratti.

Fu Ambroise de Beauvois, botanico e naturalista francese, il primo a descrivere e classificare la cola. Da allora, la noce di cola è diventata l’ingrediente di moltissimi farmaci. Alcuni sono formulati per il trattamento dell’asma o di altre malattie respiratorie croniche. Gli estratti della noce sono presenti anche in diversi integratori alimentari, indicati sopratutto per migliorare le prestazioni degli sportivi. Ma vediamo più da vicino quali sono le caratteristiche di questa pianta tanto antica e a molti sconosciuta.

cola

Cola: pianta, coltivazione e habitat

La Cola (o Kola) è un albero sempreverde originario dell’Africa Occidentale, appartenente alla famiglia delle Sterculiacee, famosa per la quantità di caffeina contenuta nei suoi semi. Ne esistono circa 125 specie e sub specie, tra cui la cola vera, verticillata, acuminata e nitida.

L’albero, dal tronco dritto e forte, raggiunge mediamente i 5-7 metri, ma nelle foreste tropicali  è facile ammirare esemplari fino a 20 metri di altezza.

Le foglie sono ovali, disposte in maniera alterna e dal lungo picciolo. I fiori sono riuniti in grappoli di colore giallo vivo. Ogni grappolo racchiude sia fiori femminili che maschili.

I frutti sono oblunghi e molto coriacei, costituiti da 5 carpelli. Si tratta di baccelli contenenti i semi, inizialmente verdi ma destinati a diventare gialli con la maturazione. Ogni baccello di cola può contenere 4-5 semi, ma in alcuni casi si arriva anche a 10.

Anche se le origini della pianta sono africane, la cola viene coltivata con successo in varie regioni climatiche del Globo. In particolare, in Brasile, Jamaica e in India. Anche in Europa, ormai, la coltivazione dell’albero avviene con discreto successo.

SCOPRI ANCHE:

noce di cola

Cola proprietà

In fitoterapia la cola è utilizzata per le sue capacità tonificanti, dimagranti, drenanti e stimolanti. Inoltre, è impiegata nel trattamento di molte patologie polmonari per il suo effetto broncodilatatore.

Essendo ricca di caffeina, è indicata per migliorare le performance degli sportivi, l’apprendimento e la capacità di concentrazione.

Chi è sottoposto a sforzi fisici e mentali prolungati potrebbe giovare delle sue virtù rinvigorenti. Sempre grazie alla cola, è possibile ridurre il senso di stanchezza, di sonnolenza e migliorare la circolazione sanguigna.

Essendo un drenante naturale, la si ritrova in molte preparazioni erboristiche formulate per ridurre il peso corporeo ed eliminare i liquidi in eccesso. Essa, dunque, non è semplicemente uno stimolante, ma anche un potente attivatore neuromuscolare.

La noce di cola è in grado di aiutare la digestione e stimola lo stomaco nella produzione di succhi gastrici. Sempre grazie alla caffeina e alla teobromina si possono sconfiggere anche emicrania e mal di testa poiché l’afflusso del sangue alla testa aumenta. Infine, sembra efficace per placare la fame nervosa.

cola

Cola dove si trova

Come detto, della noce di cola si usa il seme privo del suo involucro esterno. Questo viene fatto essiccare e poi ridotto in polvere tramite la macinazione. Polvere ed estratti si trovano facilmente in erboristeria, nelle farmacie omeopatiche e nei negozi di alimentazione naturale.

In genere la sia acquista sotto forma di tintura madre, polvere o capsule. La polvere, in particolare, si presta ad un utilizzo a lungo termine poiché i principi attivi fissati ai flavonoidi vengono liberati lentamente nell’intestino. Questo consente di evitare i classici effetti indesiderati della caffeina, e assumere la cola anche sotto forma di tisane.

Comunque la si consumi, è fondamentale affidarsi sempre al parere di un esperto o del medico di base e seguire scrupolosamente le dosi consigliate.

Cola controindicazioni

Come è facile intuire, l’alto contenuto di caffeina della cola non è amico del sonno e del buon riposo. Ecco perché se ne sconsiglia l’assunzione prima di andare a letto.

Anche le donne in gravidanza o che allattano devono evitare di consumare cola, così come i bambini.

Attenzione anche a chi soffre di ipertensione, colesterolo alto e problemi cardiaci. Questi soggetti, infatti, devono evitare di consumare i derivati della pianta per non amplificare il rischio di aritmia, ulcere e altri scompensi.

Potrebbe interessarti anche altri stimolanti naturali:

  • Taurina: dove si trova e a cosa serve
  • Carnitina, caratteristiche e utilizzi
  • Guaranàstimolante naturale proprietà, combatte la stanchezza e lo stress
  • Ginkgopreviene l’invecchiamento fisico e cerebrale
  • Ginseng, lo stimolante naturale per eccellenza
  • Eleuterococco, il ginseng siberiano tonifica e stimola il sistema immunitario
  • Caffé, proprietà e usi
  • , guida alle sue proprietà, al storia e gli utilizzi

{ 0 comments… add one now }

Leave a Comment