Categories: Piante e fiori

Coleus, una pianta coltivata per la bellezza e gli straordinari colori delle sue foglie

Caratteristiche e consigli per la cura e la coltivazione

Oggi andiamo a conoscere un po’ più da vicino il Coleus, una pianta che riscuote sempre grande successo per le sue spettacolari foglie che hanno colori e sfumature strepitosi.

Coleus, caratteristiche

Il Coleus è una pianta sempreverde coltivata come annuale. Eretta di natura erbacea o semiarbustiva, la sua particolarità sta nelle meravigliose foglie che, da specie a specie, variano in forma e in colore.

Ha un portamento eretto e si ramifica a partire dalla parte bassa. I fiori sono poco appariscenti: riuniti in infiorescenze a spiga e piccolissimi.

Come detto all’inizio, il punto forte di questa pianta sono le sue foglie. Semplici od opposte, a forma di cuore o di altro, possono essere rossicce chiazzate, bicolori, verdi, marginate o venate di verde, rosa, bianco e giallo.

Significato del nome

“Coleus” deriva dal greco “koleos” che vuol dire “fodero”, in riferimento ai filamenti degli stami che sono riuniti in fasci.

Varietà

Di Coleus ne esistono oltre 150 specie differenti. Vediamo insieme le principali.

Coleus blumei

Originaria dell’isola di Giava, può raggiungere l’altezza di 1 metro. Presenta foglie ovali verde pallido, con margini seghettati e screziature ramate. Da questa specie deriva la maggior parte delle cultivar (C. blumei ‘Carefree’, con foglie palmate rosso scuro al centro e verdi ai bordi; C. blumei ‘Rainbow’, con grandi foglie cremisi nervate di rosso scuro; C. blumei ‘Sabre’, a portamento cespugliuoso con foglie screziate di rosso, giallo e verde).

Coleus thyrsoides

Dalle foglie a forma di cuore, questa specie fiorisce in maniera abbondante da novembre fino a marzo. I fiori sono azzurri e di grande carattere ornamentale

Coleus verschaffeltii

Anche questa specie ha foglie cuoriforme, con margini dentellati e ricoperte da una leggera peluria rossastra

Coleus, fioritura

Rispetto a quanto di norma accade con la maggior parte delle piante, di Coleus non viene coltivato per i suoi fiori ma bensì per il suo particolare fogliame.

Comunque, tra l’autunno e l’inverno fanno la loro comparsa piccoli fiorellini violetti, blu/lilla. Sono riuniti in infiorescenze a forma di spiga.

Molti consigliano addirittura di tagliar via i fiori affinché la pianta non sprechi energie e sostanze nutritive a scapito delle foglie che, sono di gran lunga più apprezzate.

Come coltivare il Coleus

Considerando le sue zone di origine, il Coleus è una pianta che mal sopporta le temperature troppo rigide. Nelle zone più fredde viene quindi utilizzata come pianta da interni. Dove invece gli inverni sono miti, la si può impiegare anche per la realizzazione di aiuole o bordure.

Coleus in piena terra

Prediligere un terreno argilloso e, prima dell’impianto, mescolare il terreno con della sabbia (30% circa) per migliorare il drenaggio.

Coleus in vaso

Se coltivata in appartamento, il Coleus non arriva a superare il mezzo metro. In ogni caso, preferire i vasi in terracotta perché consentono alla terra di respirare.

La nostra pianta di Coleus in vaso!

Come coltivare una pianta di Coleus

Sia che lo si coltivi in piena terra o in vaso, ci sono degli accorgimenti base da tenere presenti per la coltivazione del Coleus.

  • Temperatura: soffre sotto i 16 gradi. Sta benissimo quindi in appartamento. Se la temperatura supera i 18 gradi, vaporizzare la pianta
  • Esposizione: ama la luce e va posizionato in luoghi molto luminosi. Dalla quantità di luce che la pianta riceve, dipende infatti la brillantezza delle sue foglie colorate.
  • Terreno: cresce bene in terreno fertile, misto a torba e sabbia
  • Annaffiature: richiede molta acqua in primavera e in estate; diminuire invece le irrigazioni in autunno e in inverno. Evitare sempre i ristagni idrici. Nei periodi più caldi, la sera, può rivelarsi utile effettuare una doccia direttamente sulle foglie
  • Potatura: il Coleus non richiede una vera e propria potatura. Sarà sufficiente tagliare gli apici vegetativi dei rami e gli steli dei fiori. Eliminare anche le parti secche e danneggiate
  • Concimazione: da marzo a settembre, ogni 2 settimane, somministrare un fertilizzante liquido contenente azoto, fosforo e potassio

Coleus in inverno

Il freddo invernale, dapprima porta alla perdita dei colori delle foglie, e poi, il Coleus perde del tutto la sua vegetazione.

Se le foglie del Coleus non sono più colorate, molto probabilmente la pianta non si trova nelle condizioni ideali in termini di esposizione e/o temperatura. La temperatura ideale in cui questa pianta vive bene si aggira intorno ai 20 °C.

Moltiplicazione del Coleus

Il Coleus si moltiplica per talea o per seme. Vediamo come procedere con entrambe le modalità. Va comunque ricordato che, mediante la moltiplicazione per seme, non si ha la certezza di ottenere piante esattamente uguali alle piante madri.

Moltiplicazione per talea

Tra aprile e settembre, prelevare talee lunghe circa 7-10 cm.

Immergere la parte tagliata in un composto di torba scura e sabbia grossolana ad una profondità di 1,5-2 cm. Collocare il vaso in un ambiente arieggiato e all’ombra, e ad una temperatura sui 21°C mantenendo il terriccio leggermente umido.

Non appena iniziano a comparire le radici, spostare la pianta in una posizione più luminosa.

Moltiplicazione per semi

I semi di Coleus si seminano nel periodo gennaio-febbraio in terriccio fertile e grossolano da mantenere costantemente umido. Bastano 2 mm di interramento in un vassoio che va esposto alla luce ad una temperatura di circa 21°C.

Coprire il vassoio con un foglio di plastica, da rimuovere ogni giorno per controllare il grado di umidità ed eliminare la condensa.

Una volta che i semi sono germogliati, levare il foglio di plastica e sistemare il vassoio in un punto dove c’è più luce fino a quando le piante non saranno sufficientemente grandi per essere trapiantate.

Quando travasare il Coleus

Il rinvaso del Coleus va fatto 2 o 3 volte per stagione. Nel caso della coltivazione in vaso, ogni volta, la pianta va trasferita in un vaso che sia leggermente più grande rispetto al precedente. Ecco come procedere:

  1. scavare una buca abbastanza profonda
  2. estrarre la pianta dal suo vaso ed eliminare la terra in eccesso
  3. collocare la pianta nella buca e ricoprire con terriccio fertile
  4. compattare la terra
  5. annaffiare abbondantemente

Coleus, malattie

Il Coleus è soggetto a diverse patologie. Vediamo quali sono le più comuni, come si presentano e come porre rimedio. Se lungo lo stelo si nota la formazione di anelli scuri e grinzosi, a breve la pianta potrebbe addirittura marcire. È segno infatti che le abbiamo dato troppo da bere. Attendere la completa asciugatura del terreno ed eliminare tutte le parti danneggiate. Nel caso le foglie appassissero o diventassero gialle, occorre invece aumentare le irrigazioni.

Se la pianta cresce lentamente e produce poche foglie, potrebbe trattarsi di carenze nutrizionali o di scarsa illuminazione. Provare quindi a spostarla in un’altra posizione. Anche la decolorazione delle foglie è sintomo di scarsa illuminazione.

Infine, macchie sulla pagina inferiore delle foglie indicano chiaramente la presenza della cocciniglia farinosa, che si può eliminare con un batuffolo di cotone imbevuto di alcool. In alternativa, è possibile lavare la pianta con acqua e sapone neutro, e poi risciacquare.

Diverse varietà di Coleus in vaso.

Quanto costa una pianta di Coleus?

Di norma, un Coleus in vaso (diametro di circa 16 cm) costa poco meno di 10,00 euro.

Curiosità

I primi esemplari di Coleus furono portati in Europa a fine Settecento, ma la sua popolarità è esplosa circa 50 anni fa quando, nei giardini, si impose la moda del colore.

Poiché la straordinaria colorazione delle foglie sembra una vera e propria magia, il Coleus rappresenterebbe, simbolicamente, il sortilegio.

Proprietà terapeutiche del Coleus

Una specie di Coleus, il Coleus forskohlii, contiene la foskolina, una sostanza usata nella medicina ayurvedica per ottenere diversi preparati utili per combattere i crampi muscolari e allo stomaco, le allergie, la pressione arteriosa, l’asma e la depressione.

Pare inoltre che tale sostanza favorisca la perdita di peso.

Approfondimenti tematici

Ed infine, ecco alcune schede monografiche su piante e fiori:

  • Piante da appartamento, le migliori contro l’inquinamento domestico
  • Quali sono i fiori azzurri più belli? Ecco la nostra selezione
  • Piante profumate: consigli pratici ed indicazioni
  • Lillà: caratteristiche, consigli e cure di questa pianta fiorifera
  • Piante erbacee: varietà, elenco e classificazione
  • Tutto sul cisto, una pianta mediterranea che ricorda la rosa selvatica
  • Piante annuali: varietà, coltivazione e cure
  • Lobelia: un genere di piante molto amate per il loro potenziale decorativo
  • Pachira: aspetto e cura di questa pianta che possiamo coltivare nei nostri interni
  • Crinum: una pianta da fiore simile al giglio tutta da scoprire
  • Le diverse varietà di euphorbia, dalle più decorative a quelle più facili da coltivare
  • Come coltivare il Clerodendro, una pianta altamente decorativa
  • L’aconito è una pianta velenosa dai bellissimi fiori blu, usata in omeopatia per curare ipertensione e ansia grave
  • Alla scoperta dellasantolina: spesso utilizzata per decorare aiuole e siepi, è anche un ottimo rimedio fitoterapico
  • La Fritillaria, una pianta ornamentale dal design particolare e dagli splendidi fiori esotici
Outbrain
Share
Published by
Federica Ermete

Utilizziamo i cookie insieme ai nostri partner per personalizzare i contenuti e gli annunci pubblicitari, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico.