Piante e fiori

Le diverse varietà di euphorbia, dalle più decorative a quelle più facili da coltivare

Un genere di piante vastissimo, che include fino a 2.000 specie vegetali!

L’euphorbia è una varietà di piante molto ampia che include specie estremamente diverse tra loro anche molto note come la Stella di Natale. Alla varietà euphorbia appartengono, inoltre, molteplici piante grasse fiorite che possono essere coltivate con buoni risultati anche in appartamento e senza un particolare pollice verde.

Le diverse varietà di euphorbia, dalle più decorative a quelle più facili da coltivare

Scoprite, allora, tutto sull’euphorbia e scegliete la specie più adatta per aggiungere un tocco di verde alla vostra casa.

Cos’è l’euphorbia

L’euphorbia è un genere di piante che include moltissime specie di vegetali dalle caratteristiche estremamente diverse.

Queste specie sono originarie di diverse parti del mondo e uno dei pochi tratti che le accomuna è il loro contenuto di lattice urticante e i fiori sempre unisessuali.

Caratteristiche

Il genere euphorbia include circa 2.000 specie vegetali come:

Queste specie possono essere annuali, biennali o perenni, a foglia sempreverde o caduca e adatte a vivere in climi molto differenti. Alcune specie, soprattutto le succulente, vivono in zone pressoché desertiche mentre altre nei sottoboschi delle aree a clima temperato.

Euphorbia varietà

Alcune varietà sono molto decorative e possono essere coltivate abbastanza facilmente anche da non esperti.

Scoprite quali sono queste piante e i principali suggerimenti per vederle crescere belle e rigogliose durante tutto l’anno.

Euphorbia milii

L’euphorbia milii è una pianta semi succulenta conosciuta anche come Corona di Cristo per via dei suoi fiori di colore rosso intenso e delle sue spine.

Questa varietà di euphorbia ha un fusto carnoso ed eretto che si caratterizza per molteplici ramificazioni su cui nascono foglioline di varie gradazione di verde. I fiori di euphorbia milii sono di piccole dimensioni e tendono a creare delle corolle particolarmente decorative.

Questa pianta cresce bene in appartamento dove in condizioni ideali di luce e umidità e con la giusta frequenza di annaffiature può fiorire tutto l’anno.

L’euphorbia milii, a differenza di altre piante grasse, teme i prolungati periodi di siccità che possono far ingiallire e poi cadere le sue foglie.

euphorbia milii
L’Euphorbia milii è nota anche con il nome di Corona di Cristo.

Euphorbia canariensis

Questa varietà di euphorbia è una pianta succulenta tipica delle Isole Canarie che può raggiungere notevoli dimensioni. I suoi grandi fusti di forma quadrangolare molto ramificati possono diventare alti addirittura 3 o 4 metri.

Questa pianta cresce spontaneamente nelle zone costiere dal clima soleggiato e secco fino a quasi 1.000 metri di altitudine ma può essere coltivata con successo in casa ponendola in una zona soleggiata e luminosa.

Durante la stagione calda va annaffiata ogni 2 o 3 settimane, mentre d’inverno al massimo una volta al mese.

euphorbia canariensis
Euphorbia canariensis con fiori.

Euphorbia trigona

Questa specie di euphorbia è particolarmente decorativa e robusta, caratteristica che la rende una scelta ottimale per chi desidera inserire in casa una pianta verde ma non ha molto tempo da dedicarvi.

In estate questa pianta produce dei piccoli fiori che crescono tra le spine e può essere posizionata all’esterno della casa in una zona luminosa per rinvigorirsi grazie ai raggi solari.

Euphorbia trigona
L’Euphorbia trigona si caratterizza per il fatto di essere decorativa e robusta.

Euphorbia triangularis

Questa varietà è molto diffusa per la sua resistenza e per la sua crescita veloce. In zone esterne può raggiungere i 20 metri d’altezza, mentre all’interno con poche e corrette cure può crescere fino a 2 o 3 metri.

Questa pianta si caratterizza per la presenza di piccoli fiori gialli e per spine molto corte e sottili, d’inverno non va innaffiata e si può facilmente riprodurre per talea.

Euphorbia characias

L’Euphorbia characias o euforbia cespugliosa è un arbusto sempreverde molto diffuso nei giardini per la sua eleganza e pregevolezza estetica ma è considerata una delle piante velenose per cani e gatti. Il lattice irritante che produce può causare nausea e vomito e nei casi più gravi problemi respiratori e cardiaci.

La parte inferiore della pianta è verde e spoglia mentre la parte superiore si riempie di foglie che possono assumere varie sfumature di rosso.

L’euphorbia characias è originaria del bacino del Mediterraneo e per crescere e proliferare ha bisogno di un clima molto secco e soleggiato.

Euphorbia characias
Attenzione: l’Euphorbia characias è velenosa per cani e gatti!

Euphorbia Pulcherrima

L’euphorbia pulcherrima è una specie di euphorbia sicuramente più conosciuta con il nome di Stella di Natale. Questa pianta è originaria del Messico dove cresce spontaneamente raggiungendo un’altezza inclusa tra i 2 e 4 metri.

In Europa, l’euphorbia pulcherrima è legata alla tradizione del Natale e viene coltivata come pianta d’appartamento. Spesso, quando in primavera perde le foglie viene buttata ma in realtà andrebbe posizionata in un luogo luminoso e caldo per vederla fiorire nuovamente a settembre.

La temperatura ideale a cui tenere questa specie di euphorbia è, inclusa, tra i 14 e i 22 gradi, l’annaffiatura deve essere effettuata ogni volta che il terreno appare secco in superficie e in inverno è consigliabile concimarla ogni 15 giorni con un composto a base di potassio e fosforo.

Euphorbia pulcherrima
Tra le varietà di Euphorbia, questa è inevitabilmente il genere più noto.

Coltivazione

Nonostante le varietà di euphorbia siano moltissime è possibile identificare per le succulenti delle linee guida di coltivazione da osservare attentamente per godere della bellezza di queste piante.

Posizione

Le varietà di euphorbia devono essere posizionate in zone soleggiate della casa dove possono ricevere anche i raggi diretti del sole.

Queste piante non devono essere poste troppo vicine a caloriferi o fonti di calore dirette e faticano ad adattarsi a sbalzi di temperatura troppo repentini. Le correnti d’aria possono rappresentare un’altra minaccia per un loro rigoglioso sviluppo.

Annaffiatura

Le specie succulenti di euphorbia devono essere bagnate sempre con molta cautela, in quanto un terreno troppo bagnato o umido può farle marcire.

D’estate è bene annaffiare quando il terreno diventa secco, mentre d’inverno possono restare senza acqua anche per più mesi.

Habitat

Queste piante possono vivere in appartamento o all’esterno a patto che le temperature anche notturne non scendano mai sotto ai 10 gradi.

Molte varietà di questa specie vegetale possono essere trasportate all’esterno o all’interno della casa a seconda della stagione senza soffrire troppo i cambi di posizione.

Crescita e fioritura

Una caratteristica che rende le varie specie di questa pianta molto apprezzate è data dalla loro crescita veloce e la fioritura che può durare anche molti mesi.

Moltiplicazione e potatura

La moltiplicazione di queste piante avviene sempre per talea e deve essere effettuata in primavera.

Alcune specie devono essere potate periodicamente per favorire la crescita durante la stagione calda.

Malattie

I principali pericoli delle specie succulente sono rappresentati dal freddo e dall’eccessiva innaffiatura.

In caso di ingiallimento del fusto e caduta di foglie è probabile che la pianta abbia bisogno di maggiore luce e calore mentre eventuali macchie possono essere causate da un terreno troppo umido.

Nel primo caso è consigliabile spostare la pianta in una zona maggiormente riparata e soleggiata nel secondo si può tentare di recuperarla cambiandole terra e vaso.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close