Tutti i metodi naturali per allontanare i piccioni dai balconi e davanzali di casa

di Marika Chiaromonte del 14 Ottobre 2019

I piccioni costituiscono una presenza potenzialmente pericolosa anche per le molteplici malattie che possono portare. Vediamo dunque come allontanare i piccioni e gli altri volatili con rimedi interamente naturali.

Tutti i metodi naturali per allontanare i piccioni dai balconi e davanzali di casa

Il piccione selvatico (columba livia) non è di certo il volatile più amato, tanto meno il più pulito. Tappezza davanzali e tetti delle sue deiezioni acide e corrosive, distrugge piante e orticelli dei nostri balconi, giardini e perfino le carrozzerie delle auto. Crea problemi di incrostazioni su muri e monumenti, fa rumore e rappresenta un rischio sanitario.

Questo spettacolo non proprio piacevole per i sensi ed il rischio di rovinare l’edificio portano a volersene sbarazzare a tutti i costi.

Ma perché ricorrere a prodotti chimici quando possiamo utilizzare dei metodi naturali per tenerli lontani dal nostro habitat. Oltretutto utilizzando pesticidi o altri veleni facciamo del male anche noi stessi.

Metodi casalinghi per allontanare i piccioni dal balcone

I piccioni sono terrorizzati dai rapaci, come gufi e falchi. Ma chi abita in città non può ricorrere al vecchio metodo dello spaventapasseri, può però provare ad applicare alcuni trucchi:

  • utilizzare palloncini decorati per sembrare un gufo, un falco o l’occhio di un rapace. Fate attenzione, assicuratevi di cambiare spesso la posizione di questi dissuasori, per evitare che gli uccelli si abituino a vederli e finiscano per non averne più paura.
  • sistemate delle girandole colorate o dei maxi stuzzicadenti piantati nei vasi
  • appendere ad un filo dei foglietti o dei vassoi in alluminio: i piccioni non gradiscono il rumore fatto da questo materiale e si allontaneranno rapidamente.

È inoltre possibile utilizzare oggetti che riflettono la luce per spaventarli.

  • incollate due CD insieme e poi appendeteli alla terrazza o al balcone. I riflessi della luce spaventano i piccioni.
  • spargete dei vecchi cd tra i frutti o le piante del vostro orticello, costringeranno i volatili a cercare posto altrove e li abbaglieranno con i riflessi

Dissuasori contro i piccioni

Un’altra classe di rimedi a cui si ricorre da sempre per allontanare i piccioni da terrazzi, cornicioni, grondaie è data dai dissuasori per piccioni, che possono essere di tipo meccanico, elettrico, o ad ultrasuoni.

Fili ad aghi e reti

Tra i dissuasori meccanici, i più popolari sono i classici fili ad aghi, che non “infilzano” il volatile, ma semplicemente gli impediscono di appoggiarsi, persuadendolo a cercare di posarsi altrove.

Altri tipi di dissuasori meccanici sono le reti e i fili in acciaio. Non forniscono un appoggio gradito ai piccioni, che sono soliti abbandonarlo in fretta.

L’installazione di reti crea una barriera che impedisce ai piccioni l’accesso a balconi o soffitte attraverso buchi e finestre rotte.  I fili tesi da una parte all’altra del vano finestra o del balcone forniscono invece un appoggio instabile al piccione, che finisce per andarsene.

Sono disponibili nei garden center o nei negozi di ferramenta.

Come allontanare i piccioni

Come allontanare i piccioni senza fare stragi e usare sostanze tossiche? Di modi ce ne sono diversi

Appaecchi elettrici

I dissuasori elettrificati rilasciano una piccola scossa elettrica al piccione, che è spinto ad allontanarsi rapidamente:. Questo metodo, più costoso del precedente, è naturalmente controindicato qualora in questi spazi si trovassero animali domestici o bimbi.

Ultrasuoni per allontanare i piccioni

L’ultimo ritrovato sono apparecchi a ultrasuoni, che dovrebbero emettere delle onde sonore ad una frequenza non percepibile dall’orecchio umano, ma solo dagli animali. Queste onde dovrebbero dare fastidio ad piccoli roditori, volatili e alcuni insetti come gli scarafaggi.

Si tratta di unasoluzione con nessuna controindicazione, ma di dubbia efficacia, nonostante i produttori di questi apparecchietti ne vantino le incredibili proprietà. Inoltre, il costo è maggiore degli altri dissuasori.

Se volete provare….

Un metodo serio allontanare i piccioni

Se avete provato diverse soluzioni fai-da-te e non le avetebtovate soddisfacenti, dovete passare a metodi più forti. Ecco alcune sostanze il cui odore nonè gradito a questi e a tanti altri volatili e che potrete applicare sui davazali di casa.

Come allontanare i piccioni con naftalina

Mettere della naftalina in sacchetti di tela nei vasi del balcone o appenderli sul davanzale permette di liberarsi facilmente di questi uccelli. Il suo forte odore è proprio sgradito ai nostri indesiderati ospiti e anche ai gabbiani.

La naftalina dovrà essere sostituita di tanto in tanto, soprattutto se piove spesso.

Come allontanare i piccioni con la canfora

La canfora è una sostanza naturale che ha un odore spiacevole per i volatili. Se ne mettete un sacchetto con delle palline impregnate sul terrazzo, li terrete lontani.

Pulire le feci dei piccioni con ammoniaca

I problemi legati ai piccioni sono igienici. Sono portatori di parassiti e possono trasmettere e diffondere malattie e infezioni. Specialmente le loro feci, che possono contenere microbi, pulci, batteri, batteri, virus, funghi e parassiti che veicolano divesre malattie.

Gli escrementi di piccione, essiccandosi, favoriscono la proliferazione di microrganismi che, una volta inalati, possono portare all’infezione. Se questa infezione colpisce le vie respiratorie, può causare problemi gastrici (diarrea, gastroenterite, coliche) o, nel peggiore dei casi, influenzala o polmonite.

Per questo è importante pulire il guano prima possibile, utilizzando diversi accorgimenti a seconda della superficie imbrattata. Fatelo sempre muniti di guanti e disinfettando tutto con dell’ammoniaca.

Legno, iniziate raschiando l’eccesso e preparate una miscela di essenza di trementina e sepiolite o terra di Sommières. Applicate sulla macchia, lasciare asciugare per un momento e poi spolverate.

Calcestruzzo, preparate una soluzione di acqua calda e cristalli di soda. Il dosaggio è di una tazza di cristalli per 1 l di acqua calda. Pulire la macchia con una spugna inumidita con questa soluzione.

Piastrelle, pulire con una spugna imbevuta di alcool per uso domestico o con un panno in microfibra impregnato di acqua saponata e qualche goccia di aceto.

Pietra, iniziare spolverando la macchia con bicarbonato e continuare strofinando il materiale con una spazzola bagnata con acqua calda e aceto.

Terracotta, basta passare sopra con un panno impregnato di acqua saponata e aggiungere un po’ di alcool se persiste.

Metallo, impregnare una spugna con bicarbonato di sodio diluito in acqua tiepida e strofinare gli escrementi di piccione. Se si tratta di rame, provare l’aceto caldo.

Tessuti, l’ammoniaca è un eccellente smacchiatore, ma deve essere maneggiata con cura per via delle sue proprietà tossiche. Diluire in acqua, immergere un panno e pulire gli escrementi dopo averli grattati accuratamente.

Esiste anche una soluzione naturale e pratica. La combinazione di succo di limone e bicarbonato è uno smacchiatore efficace. Applicate un cucchiaio di questa pasta sulla macchia, tamponatela con un panno impregnato di limone e risciacquare. L’aceto bianco è anche una buona alternativa naturale, che è efficace sulla pelle.

Candeggina contro i piccioni

Come per l’ammoniaca, si tratta di un prodotto disinfettante da spargere dopo aver pulito le macchie di guano dei piccioni. Non hanno una vera e propria azione repulsiva.

Aceto contro piccioni

Non è invece un repellente efficace l’aceto. Servirà eventualmente a igienizzare una superficie che avete pulito dagli escrementi di piccione.

Come allontanare gli uccelli dal tetto

Ai piccioni non solo piace posarsi sui bordi delle finestre e sulle ringhiere ed i cornicioni, ma anche su grondaie e sui tetti. Il problema è che i loro loro escrementi degradano velocemente i materiali di rivestimento.

Inoltre tetti, grondaie e fori di colombaie, solai e crepe varie possono diventare nidi per uccelli di varie tipologie. Se volete allontanare colombe, piccioni e gabbiani da queste superfici dovete ricorrere a:

  • fili metallici dotati di punte, da tendere in varie superfici sia piane che inclinate.
  • reti metalliche per chiudere l’accesso a vani aperti e comignoli, ma anche altri piccoli luoghi dove potrebbero nidificare
  • cementare le crepe e i piccoli fori
  • contattare una ditta specializzata in disinfestazione e comunque rivolgersi al proprio Comune per conoscere eventuali piani di prevenzione messi in atto.

Forse ti potrebbe interessare anche:

{ 7 comments… read them below or add one }

linda settembre 14, 2016 @ 3:22 pm

i dissuasori metallici (SPUNTONI) uccidono eccome, gli uccelli hanno la vista laterale e non li vedono correttamente. A milano ad esempioi dissuasori metallici sono vietati dal 2005 dal regolamento comunale. Meglio i dissuasori inplastica

Rispondi

Allontanamento piccioni novembre 24, 2014 @ 8:55 pm

Esistono molti rimedi che non danneggiano gli animali. Tipo i dissuasori meccanici che rendono “difficile” ai piccioni appoggiarsi in determinate zone. Preferiamo trovare soluzione come queste, pratiche ed efficaci 😀 senza veleni

Rispondi

Roberto ottobre 2, 2013 @ 5:28 pm

Purtroppo sono metodi già utilizzati che funzionano per un certo periodo e poi bisogna trovarne di nuovi. Io, in preda all’esasperazione, mi sono fatto installare una rete anti volatili, che non è un metodo naturale ma sicuramente non è nocivo. Qui troverete informazioni più dettagliate: http://www.mondoelettronica.com/volatili.htm

Rispondi

Greg settembre 8, 2012 @ 8:49 pm

… cara signora Cecilia … eliminiamo tutte le ovvietà, perchè lei ne sa più di tutti ovviamente … in questo momento sto eliminando tutte le ovvietà dal mio balcone, ma spero tanto che un giorno lei passi da qui sotto e in quel preciso momento alzi la testa con la bocca aperta con tanti colombini che la guardano dall’alto … P.S. prima del “che” non si mette la virgola

Rispondi

El Clandestino agosto 2, 2012 @ 12:44 am

Devo dire la verità la naftalina non l’ho ancora provata. Comunque le girandole funzionano solo se c’è vento e le striscioline argentee solito discorso delle girandole :/

Rispondi

salvo ottobre 6, 2011 @ 3:27 pm

Cecilia, sicura di avere provato TUTTO?
Riguardo a quello che definisci “rumore inutile”, non la vediamo affatto così: la diffusione di best practice amiche dell’ambiente è uno dei cardini su cui si basa lo sviluppo di una vera Green Economy.

Rispondi

cecilia winterhalter ottobre 5, 2011 @ 9:11 pm

Si, si tutto molto divertente…solo che non funziona (già provato tutto)!
Ora dato che quello che volete è fare pubblicità alla green economy, evitate di fare scrivere persone, che riempiono solo spazio con ovvietà. Questo, oltre a non servire allo scopo che si prefigge l’articolo, nuoce alla causa.
In Italia ci sono già troppe persone che parlano, evitiamo di contribuire al “rumore” inutile.

Rispondi

Leave a Comment